"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

 

Piattaforme: PC, Xbox One

Sviluppatore: Undead Labs

Genere: Survival

Data di uscita: 28 Aprile 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

State of Decay: Year-One Survival Edition si è fatto strada verso le console di nuova generazione, un gioco che in precedenza Game Rant esaminò quando fece il suo debutto su Xbox 360 un anno fa. Il gioco impressionò per la sua natura che non perdona, l'intuitiva struttura sandbox ed il prezzo basso.

Ora Undead Labs è tornata per portare il simulatore apocalittico di zombie, open-world, sulle console di ultima generazione. State of Decay: Year-One Survival Edition include le precedenti espansioni, oltre a miglioramenti delle texture e dell'illuminazione, ma il gioco ha ancora alcuni problemi.

 

 

La prima cosa che i giocatori noteranno è il mondo spietato di gioco: quando un giocatore muore, quel personaggio non è più in gioco. La sua morte avrà conseguenze sullo stato d'animo degli altri personaggi, ed il giocatore controllerà uno degli altri sopravvissuti, con un inventario completamente unico, come anche le abilità.

Man mano che i personaggi vengono utilizzati ed acquisiscono esperienza, salendo di livello per le rispettive competenze, lì renderà più utili, ma anche più preziosi. Proprio come in XCOM: Enemy Unknown, è facile attaccarsi a certi personaggi, il che rende ancora più sconvolgente la loro scomparsa, quando vengono eliminati nel bel mezzo di un tentativo di fuga da un'orda di zombie.

 

 

In State of Decay, i giocatori possono esplorare 12 miglia quadrate di una città infestata da zombie, comprendente anche montagne e terreni agricoli. Gran parte del gioco è spesa per l'espansione del campo base del giocatore, l'eliminazione degli zombie, la raccolta dei rifornimenti quotidiani per garantire la sopravvivenza del gruppo e la ricerca di nuovi sopravvissuti. I giocatori si riuniscono dopo ogni compito portato a termine con successo, utilizzando il proprio campo base per prendere grandi decisioni, come l'abbattimento del loro accampamento per portarlo in una nuova area, la scelta dei membri del gruppo per costruire oggetti, nonché portare con sé alleati per affrontare nuove situazioni pericolose. C'è una trama di fondo all'interno del gioco, che condurrà i giocatori lungo un percorso interessante e stimolante, il che mi porta a complimentarmi per le espansioni, utili ai giocatori una volta che hanno finito il gioco principale.

In questo gioco il combattimento è abbastanza semplice, con armi da mischia che costringono i giocatori a scendere in campo e sporcarsi con una certa frequenza. Le armi a distanza sono abbondanti, ma le scarse munizioni le rendono un lussuoso pezzo di equipaggiamento, anche per le emergenze. Gli scontri con gli zombie ne attirano altri, per via del rumore, quindi i giocatori dovranno abituarsi ad utilizzare le distrazioni uditive e alle incursioni furtive, attirando gli zombie in un punto mentre il giocatore si intrufola in un altro. I giocatori dovranno scegliere se lottare o meno, dal momento che il tentativo di abbattere ogni zombie porterà alla morte prematura di un personaggio.

 

 

Il gioco offre anche dei veicoli, che devono essere revisionati regolarmente prima che si rompano. Anche se generano una discreta quantità di rumore e di attenzione da parte degli zombie, il mondo di State of Deacy è troppo grande per essere affrontato solo a piedi, in modo che i veicoli saranno l'unica vera opzione per viaggiare per tutta la mappa. I veicoli sono anche la chiave per la gestione del magazzino, grazie alla loro maggiore capacità di stoccaggio.

Nonostante l'hardware di gioco più avanzato, ci siamo imbattuti in diversi problemi di grafica a singhiozzo e frame-rate, durante il nostro playthrough. Questi erano dei problemi che affliggevano la versione originale, ed è un po' scoraggiante vedere che i medesimi si sono trasferiti sulla Xbox One. State of Deacy: Year-One Survival Edition si guarda e si sente come un gioco della generazione precedente, per via dei tempi di caricamento lunghi, nonostante il fatto che la Xbox One offra un nuovo motore di illuminazione e delle strutture moderatamente migliorate.

Per fortuna, il resto del pacchetto compensa tutto ciò. L'inclusione delle espansioni significa che i giocatori avranno molte più ore di contenuti dopo aver completato il gioco principale, che di per sé offre un sacco di rigiocabilità. Le espansioni danno la possibilità di utilizzare nuovi personaggi e nuove installazioni per i campi base, e questo è di per sé sufficiente per tenerli abbondantemente occupati.

Undead Labs ha creato un titolo stellare, e gli appassionati sia del genere zombie sia dei giochi di ruolo troveranno le meccaniche di gioco di State of Decay uniche e molto divertenti, anche se questo titolo lancia i giocatori nella mischia senza troppe spiegazioni. Stranamente, la ripida curva di aprrendimento è ciò che rende il gioco così attraente; i giocatori si sentiranno come se essi stessi avranno compiuto qualcosa, una volta che impareranno a sopravvivere in questo mondo.

 

 

Ad un ragionevole prezzo di 29,99 dollari, i giocatori avranno un ritorno enorme di investimento con State of Decay. Problemi grafici a parte, questo è un gioco straordinario e ambizioso, con un mondo che sfiderà e divertirà i giocatori per ore.

Fonte: gamerant.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK