"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Guilherme 'rdein'

Genere: Platform

Data di uscita: 1 luglio 2014

Modalità di gioco: Single player

Supporto per il controller: Sì

Quando strane apparizioni compaiono improvvisamente nel villaggio di KOHO, Momo e Dora sono inviate ad indagare, facendosi strada attraverso 6 livelli di piattaforme e combattendo contro dei boss. ì Momodora 3 è un gioco platform classico, che potrebbe essere facilmente confrontato con titoli del calibro di Cave Story e Ninja Gaiden per NES; anche se si tratta di un titolo molto breve, gli appassionati dovrebbero darci un'occhiata. Nonostante questo gioco sia il terzo della serie, lo sviluppatore Guilherme 'rdein' vi assicura che non c'è bisogno di possedere i titoli precedenti per trarne divertimento. Tuttavia, se si preferisce provarli, è possibile scaricarli gratuitamente dal loro sito web.

Se si ha familiarità con Momodora, l'azione è simile a quella dell'originale, ma il sequel offre una più ampia possibilità di esplorazione. Scegliere fra Momo o Dora altera il livello di difficoltà del gioco: se si sceglie l'opzione più semplice, si giocherà ovviemente in maniera facile, mentre il gameplay più difficile rappresenta una sfida più significativa, soprattutto durante i combattimenti con i boss.

 

 

Momo e Dora sono molto adatte per i combattimenti corpo a corpo; inoltre è possibile tenere premuto un pulsante per caricare un colpo da lanciare a distanza. Questi attacchi caricati funzionano come previsto quando si utilizza la tastiera, ma usando un controller c'è meno sensibilità. Non conosco il motivo di questo, ma dopo aver dato un'occhiata ai forum di Steam, ho notato che non ero l'unica persona a sperimentare questo problema. Ciò che distingue questo gioco dalla maggior parte dei platform d'azione è la varietà di bonus che si possono ottenere durante una partita; ad esempio si può rigenerare la salute dopo un colpo mortale, aumentare la capacità d'infliggere danni quando la salute è bassa, oppure cambiare il tuo attacco caricato per un tempo variabile. Nuovi bonus possono essere acquistati utilizzando il denaro virtuale del gioco, recandosi da commercianti che si trovano in ogni livello, ma anche avventurandosi fuori dai sentieri battuti, trovando scrigni o sconfiggendo boss nascosti.

 

 

I controlli sono reattivi, e non ho incontrato problemi durante i 6 livelli. Alcuni combattimenti contro i boss richiedono una certà abilità; ad esempio capire che una zona apparentemente sicura non lo è, oppure decidere di attaccare da una distanza maggiore di quanto si possa ritenere, considerando il proprio armamento. Momodora III ha alcune caratteristiche simili a Zelda, con un sistema di cuori che ti permette di ricevere un paio di colpi prima di perire, comprendendo anche punte ed altre insidie. La maggior parte dei livelli pare avere le stesse meccaniche, anche se si riscontrano cose piuttosto comuni a tutti i platform.

 

 

Dopo aver completato Momodora III, c'è la possibilità di continuare in una modalità New Game+, il che è un incentivo a giocare con questo titolo un paio di volte. Questa è una buona cosa, dato che ho impiegato solo 48 minuti per terminare il gioco normale. Si possono sbloccare diverse realizzazioni extra, ma se questo non fa per voi, potreste essere delusi dalla durata complessiva di questo titolo. Ho giocato due volte per sbloccare i due finali, il tutto in meno di due ore, ma penso che la qualità del gioco valga il suo prezzo, che è di poco meno di cinque euro.

 

 

Nel complesso, anche se mi è piaciuto il tempo che ho trascorso con Momodora III, ho difficoltà a consigliarlo a tutti per via della sua brevità. Si tratta di un gioco divertente con alcune meccaniche ben realizzate, in particolare la possibilità di utilizzare diversi bonus, ma a volte il design dei livelli pare un po' scialbo. La colonna sonora è incantevole, i personaggi sono simpatici ed alcuni sono dei discreti leader guerrieri; inoltre la suddetta modalità New Game+ consente di prolungare l'esperienza, ma se questo non vi attrae, ricordate che ci vorrà circa un'ora per finire il tutto.

Fonte: whatsyourtagblog.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK