"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: id Software

Genere: Sparatutto in prima persona

Data di uscita: 22 Giugno 1996

Modalità: Singleplayer, multiplayer e co-op

Supporto per il controller: No

Quake fu il primo sparatutto 3D della storia dei videogiochi. Purtroppo, ho avuto occasione di giocarlo solo recentemente, modernizzandolo un pò con un engine differente (Darkplaces) il che ormai è quasi d'obbligo. Mi sono trovato molto bene e credo che sia l'engine più fedele al Quake originale, quindi posso reputare di aver giocato il gioco di cui sto scrivendo ora.

Graficamente, per i tempi, era sicuramente un passo avanti. Per quanto riguarda il comparto audio, sia l'atmosferica soundtrack sia tutti gli altri rumori sono stati realizzati da Trent Reznor dei Nine Inch Nails, infatti il logo della band compare nella scatola di munizioni per la sparachiodi. Lui fu chiamato da id, quando Carmack scoprì che era un grande fan di Doom, e questo è lo spendido risultato finale.

 

 

Come giocabilità è ancora perfetta ai giorni nostri, e come longevità è molto buona.

Il level design, in particolare, colpisce, dato che varia parecchie volte e riserva qualche riferimento al famosissimo scrittore fanta-horror H.P. Lovecraft. Questo continuo variare di ambientazione è frutto di un continuo cambio di stile per quanto riguarda il gioco. All'inizio, almeno secondo Romero, doveva essere un gdr con un protagonista semidio che combatteva i demoni con la sua ascia, un pò come Thor. Carmack rifiutò, e siccome Romero insisteva è stato costretto ad escluderlo dal progetto e licenziarlo. Alla fine, a causa di questi continui cambiamenti stilistici, il resoconto è che Quake è un fps dove tu impersoni un soldato senza nome detto ''Quakeguy'' o ''Ranger'' il quale è l'ultimo sopravvissuto dell'operazione counterstrike, cioè la resistenza agli attacchi di un'entità sconosciuta detta ''Quake'', comandata da Shub-Niggurath, la quale ha ricevuto ordine dal nemico di invadere la terra e distruggere ogni forma di vita in essa. Il vostro compito sarà, appunto, usare il sistema di telestraporto per farvi strada tramite varie location dove risiede quest'entità (passando pure per la terra, qualche volta). Ci sto comunque a specificare che questa è solo la mia interpretazione del tutto, dato che è stato buttato lì in modo piuttosto ambiguo, sempre a causa del continuo cambio dei piani di sviluppo.

 

 

Come livello di difficoltà è piuttosto impegnativo, come ogni fps classico che si rispetti. Ci sono varie armi, e vari power-up. Ci sono molti segreti... TROPPI segreti, e anche ben congegnati. Tra l'altro questo gioco fu il titolo che inventò il Rocket-Jump, e fu un glitch involontario inizialmente, che venne integrato in maggior parte delle mappe verso la fine degli sviluppi perchè i devs credevano che fosse una feature niente male da aggiungere al titolo, infatti ebbe un enorme successo.

Insieme a questo, Quake diede alla luce anche vari termini come il ''Frag'', le Speedrun, ecc. Non me la sento di dare un voto a questo capolavoro, perchè è veramente ardua come scelta, in particolare ai giorni nostri, comunque sia lo consiglio assolutamente a tutti gli amanti degli fps e delle atmosfere dark e/o lovecraftiane.

 

 

E' assolutamente un capolavoro e VA GIOCATO, anche solo per vivere un frammento di storia dei videogames. Tra l'altro è rigiocabilissimo, e ci sono così tante mod, e mappe aggiuntive che vi si aprirà un universo acquistando questo gioco!

Grazie id Software, per questa perla!

Autore: Francesco

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK