"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: Xbox One

Quando il gioco RedLynx Trials HD venne rilasciato su Xbox Live Arcade nel 2009, il suo successo travolgente dimostrò che i giocatori abituati ad una dieta videoludica a base di prodotti tripla A avevano pure un appetito vorace per giochi difficili ma gratificanti di motocross. Un titolo che iniziò la sua carriera come un "browser game" a cavallo del millenio è diventato il piatto forte per milioni di giocatori, ciascuno dei quali ha lottato coraggiosamente, impiegando al meglio il loro tempo e vincendo medaglie d'oro dal carattere effimero.

Il successo che Trials ottenne avrebbe potuto facilmente far nascere una sfilza di sequel, ma gli sviluppatori finlandesi, ora di proprietà di Ubisoft, meritano credito per il loro controllo della qualità. Trials Fusion è solamente la terza verione per console di questo franchise, e mentre alcuni hanno avuto dubbi riguardo alle ambientazioni fantascientifiche, queste sono solo una facciata per una superba esibizione di pura fisicità motociclistica e di alto livello di difficoltà.

In sostanza, la classica formula di Trials è rimasta invariata. Un semplice sistema di controllo permette di accelerare e frenare, ed il gameplay si svolge su di un familiare terreno ondulato. Le piste sono costellate da numerose rampe, rail, bordi di scogliera, ostacoli e voragini spalancate che puniscono tutti ma non i piloti precisi.

 

 

La spina dorsale di Trials Fusion è la modalità carriera; rimasta sostanzialmente invariata rispetto ad HD e Trials Evolution, ogni sezione è costituita da semplici prove a tempo, giochi di abilità e percorsi acrobatici. Una significativa revisione grafica cattura lo sguardo su quanto accade intorno, come ad esempio normali esplosioni, ma guai al giocatore che viene distratto dal compito che sta svolgendo.

 

 

L'inizio del gioco può comunicare un falso senso di sicurezza, ma non appena l'azione progredisce, si avranno spesso dolorosi incidenti. Trials Fusion porta anche alcune novità, ma non sempre funzionano come dovrebbero. L'aggiunta del veicolo quad, per esempio, è un tentativo da parte degli sviluppatori di dare qualcosa in più rispetto alle radici motociclistiche del gioco. La maggiore miglioria è costituita dal track editor. In breve tempo, dopo il lancio del gioco, la comunità ha prodotto una buona varietà di percorsi attraverso i quali gareggiare. L'interfaccia potrebbe richiedere un po' di tempo per abituarsi al suo utilizzo, ma se perseverate moltissimi elementi diversi saranno a vostra disposizione, offrendo un numero quasi illimitato di combinazioni.

 

Fonte: scotsman.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK