"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: PS3

Sviluppatore: Square Enix

Genere: Gioco di ruolo

Data di uscita: 5 Dicembre 2014

Lo strano concetto di fondere una serie di personaggi presi da Final Fantasy di Square Enix con alcuni fra i preferiti della Disney, ed un cast di personaggi originali, sembrava che fosse destinato al fallimento. Voglio dire, chi vorrebbe sentire il clacson della macchina di Paperino, condividendo lo schermo con tipi del calibro di Cloud Strife o Sephirot?

Essendo un fan di Square Enix, ho però voluto provare, e non solo mi sono innamorato di questo gioco, ma ho riscoperto l'amore che avevo per le creazioni Disney della mia giovinezza. Anche se ci sono voluti quasi quattro anni per il rilascio del sequel, Kingdom Hearts è stata ed è una serie che mi appassiona. Poi, quando Kingdom Hearts II venne rilasciato all'inizio del 2006, lo comprai subito.

Tuttavia l'occhio della mente può troppo spesso dipingere un quadro attraverso delle lenti colorate di rosa. Quando Kingdom Hearts 1.5 è stato rilasciato lo scorso anno, ho completato il mio primo playthrough di Kingdom Hearts dal rilascio di Kingdom Hearts II. Sono ancora molto innamorato del mondo meraviglioso e della storia raccontata nel primo gioco, ma rivisitandolo l'ho sicuramente sentito come un gioco dei primi anni 2000. Inoltre, 358/2 Days è stato ridotto ad una scena aberrante Extended Cut. Eppure, nonostante i suoi difetti, sono stato ancora colpito dallo sforzo che era stato fatto per Kingdom Hearts 1.5 Remix. Quindi c'è un motivo per cui ero preoccupato per Kingdom Hearts 2.5 HD Remix.

Per fortuna, i miei timori erano per nulla. Kingdom Hearts II, nella sua iterazione originale, si espandeva e migliorava il primo gioco, con un migliore inquadramento della telecamera, semplificando ed ampliando il sistema di combattimento. Tutti i bonus giapponesi di Kingdom Hearts II Final Mix sono anche qui, con tutte le nuove scene (per l'Occidente), pienamente espresse in inglese. Anche Roxas riceve il suo restyling Final Mix e molte delle nuove scene sono là per rimpolpare la sua storia. I membri dell'Organizzazione XIII, presi da Chain of Memories sono disponibili per combattere nei vari mondi, aggiungedosi anche alla lista già impressionante di combattimenti contro i boss. Oltre alle immagini massicciamente rifinite, il gioco dispone anche di una colonna sonora completamente ri-orchestrata.

Si tratta di un rifacimento fedele di Kingdom Hearts II Final Mix e, oltre alla grafica, agli effetti sonori ed al supporto per i trofei, non è stato aggiunto nulla di veramente nuovo. Tuttavia, dal momento che la versione del gioco non è mai uscita in Occidente, ed essendo un po' più di un'edizione del primo gioco Final Mix, sul tavolo è stato portato un sacco di roba. Tuttavia, sarebbe bello se ci fossero alcuni cambiamenti, soprattutto riguardo al fatto di poter semplificare il prologo noioso (un sentimento che condiviso anche per i primi Kingdom Hearts). Un altro problema con cui potrebbero avere a che fare i giocatori è che Kingdom Hearts II è troppo facile, ma la versione Remix rimedia un po' a questo con l'aggiunta della nuova modalità di difficoltà Critical. Eppure, anche in questo modo, i giocatori veterani non avranno troppi problemi per spazzare via i nemici durante il gioco. Questa è l'edizione definitiva di Kingdom Hearts II, però, ed è ottimo sia per coloro che sono nuovi per la serie, sia per coloro che vogliono un replay prima che esca Kingdom Hearts III.

Per me, il coronamento della collezione è il prequel del gioco originale, Kingdom Hearts Birth By Sleep Final Mix. A differenza dell'offerta palmare 1.5 Remix, Birth By Sleep si sente originale e vitale. Dove Chain of Memories sembrava poco più di una coda per il primo gioco, Birth By Sleep presenta personaggi originali (chhe in seguito appaiono brevemente in Dream Drop Distance) e riempie alla grande la storia precedente, il che aiuta notevolmente a districare la trama complessiva della serie Kingdom Hearts. La fedeltà visiva di questa edizione di Birth By Sleep è quasi buona come quella che Square Enix ha realizzato con Kingdom Hearts II HD, il che è sorprendente, data l'origine del titolo per PSP. I comandi della telecamera sono stati modificati, in modo simile ai miglioramenti osservati in Kingdom Hearts Final Mix HD, ed alcune delle canzoni del gioco sono state ri-orchestrate. La cosa che più mi attrae di questo gioco è per me solo quanto sia più divertente sulla PS3.

Mentre Kingdom Hearts I e II sono stati migliorati nelle loro versioni Remix, questo gioco sembra un'esperienza completamente nuova. Essere in grado di apprezzare davvero il lavoro che è stato fatto per la grafica di questo gioco, che era in qualche modo oscurata nel piccolo schermo della PSP, mi ha dato la possibilità di guardare questo gioco in una nuova luce. Insieme al sistema di combattimento più complesso ed al cambio di ritmo nella narrazione, rispetto ai titoli precedenti, con il fatto che si tratta di una versione HD, tutto ciò ha consentito di godere di questo gioco in una maniera che prima non avevo.

 

 

Ultima cosa, e meno importante, è la sintesi di 3 ore di Kingdom Hearts. E' stato fatto un po' meglio rispetto al primo remix in 358/2 Days, ma non ero un fan del materiale originale, in quanto non ha aggiunto molto alla storia ed era abbastanza senza senso (anche per Kingdom Hearts). A meno che non si voglia davvero guardarlo, si può recuperare il ritardo sulla storia leggendo un wiki o guardando il gioco originale su DS, se ne siete inclini, anche se è la parte più debole di questa offerta, è non è integrante nella trama complessiva; è ovvio che gli sviluppatori hanno lavorato al meglio che potevano con quello che avevano.

Kingdom Hearts 2.5 HD Remix è stato ancora più divertente, per me, della prima collezione. Ho alcuni piccoli problemi, come pignoleria esigente, con le voci e l'omissione di Dream Drop Distance in qualsiasi forma (anche un film); anche se è comprensibile, è un po' deludente. Tuttavia, questi giochi sono iconici, e questo remaster HD aiuta a ricordare il motivo. La miscela improbabile di Disney e Square Enix ha formato un mondo fantastico, e non posso fare a meno di sorridere ogni volta che entro in esso.

Anche se Kingdom Hearts II Final Mix non ha aggiunto molto, ciò non era particolarmente dovuto. Si tratta, come al momento della sua prima uscita, di un'esperienza lucida e meravigliosa, realizzata solo meglio per la sua conversione in HD. Kingdom Hearts Birth By Sleep Final Mix HD, d'altra parte, vale quasi da solo l'acquisto. Si aggiunge un sacco di profondità all'universo Kingdom Hearts senza fare l'errore di complicare ulteriormente la trama. Per me, la narrazione è stata realizzata finalmente in un modo che mi ha veramente appassionato all'IP Kingdom Hearts in sé e per sé, e non solo per il divertimento e la presentazione fantastica del materiale originale. Per chi è nuovo all'universo Kingdom Hearts, in attesa di Kingdom Hearts III, questo è uno dei remaster più fedeli di qualsiasi gioco abbia mai giocato. Con la PS3 che si approssima all'obsolescenza, è bello vedere vedere una collezione stupefacente come un canto del cigno.

Si tratta, in conclusione, di un marchio di eccellenza. Ci possono essere difetti, ma sono trascurabili e non causeranno danni enormi a quello che è un titolo supremo.

Fonte: destructoid.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK