"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: Wii U

Come si sa, The Legend of Zelda è sempre stato ambientato in un mondo tranquillo, ma con diversi dungeon sparsi per il mondo di gioco, ma questo non è The Legend of Zelda, bensì è un gioco della serie Warriors, caratterizzato da un gameplay veloce e per il più delle volte, facile.

Quanti nemici!

Quello che mi è piaciuto di più di Hyrule Warriors è il geniale abbinamento delle cose, le tecniche abbinate ad ogni elemento che caratterizzava ogni episodio della serie di Zelda, i personaggi che rispecchiano le loro tecniche dal loro gioco di origine, che si trovano perfettamente in una serie di Warriors.

Ovviamente non potevano mancare le cascate di nemici lasciati al loro destino! Come in ogni Warrriors che si rispetti, in Hyrule Warriors ci saranno i nemici presi da qualche serie di Zelda, Bublin, scheletri e quant'altro, ma oltre ai soliti nemici ci saranno anche nemici più sofisticati, per esempio i deku baba hanno bisogno dell'arco per essere sconfitti, oppure i megadodongo che, chi se lo ricorda, il loro punto debole è lanciare loro delle bombe in bocca, e poi dargliele di santa ragione!

 

 

I personaggi Hyruleschi e mappe Hyrulesche

In tutto (non contando il DLC) sono 13, giocabili ovviamente, 13 personaggi ognuno con le proprie combo, che a parer mio sono molto azzeccate, e delle mosse speciali, ricaricate con pezzi della triforza sparse per la mappa di gioco.

Le mappe, sono... beh, direi che le mappe non sono assolutamente fantastiche , ed è proprio per questo che non compro molto spesso un gioco della serie Warriors, perchè di solito le mappe sono scialbe e scure, però questa volta dovevano essere il contrario! Perché se in Zelda i mondi erano splendenti e godibili all'occhio, qui in Hyrule Warriors le mappe sono come in Warriors, scure e scialbe.

 

 

Fusioni, potenziamenti e funzionalità amiibo

Come nei recenti giochi Warriors, le armi trovate in battaglia possono essere fuse tra loro, per ottenere un'arma con le abilità delle armi fuse insieme, quindi otterrete dei bonus a volte utili in battaglia. I potenziamenti, invece, sono dei miglioramenti, che sono molto utili in battaglia. Per esempio, la maschera della divinità selvaggia aumenta la barra dell'attacco speciale.

 

 

In sintesi

Hyrule Warriors può essere considerato uno spin-off della serie Warriors, non di Zelda, ma è un ottimo titolo per i fan di Zelda, per chi vuole variare, ed anche un ottimo titolo della serie Warriors, se i fan del mousou vogliono cambiare personaggi e ambientazione.

Autore: Prado

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK