"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforma: PC

Sviluppatori: Blind Mind Studios, Glacicle

Genere: Strategia, indie, RTS

Data di uscita: 27 Marzo 2015

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: No

Sì, lo so, il titolo di strategia in tempo reale 4X Star Ruler 2 è un gioco in Early Access. La mia opinione è che vale la pena acquistarlo, quindi eccoci qui. Sorprendentemente, Star Ruler 2 è un solido titolo 4X nonostante la sua fase iniziale di sviluppo. Si tratta di un gioco davvero divertente.

Perché? Be', Star Ruler 2 vanta diverse caratteristiche che lo differenziano dagli altri giochi 4X. Per esempio, il concetto di livellamento dei pianeti sembra essere unico per questo gioco. Ogni pianeta produce una risorsa, che va dal livello 0 (acqua e cibo) fino al livello 4. Ogni nuovo pianeta colonizzato inizia al livello 0, il che significa che è in realtà un salasso per i fondi del vostro impero mantenere quel pianeta colonizzato. Per risolvere questo problema, è necessario livellare il pianeta, e questo richiede risorse.

Ad esempio, il livellamento di un pianeta da 0 a 1, che lo rende produttivo, richiede una fonte di acqua e una fonte di cibo. Per passare da 1 a 2 un'altra fonte di cibo, e così via. Il punto chiave è che le uniche risorse che possono essere esportate da un pianeta senza livellamento sono cibo e acqua; per tutte le altre risorse, il pianeta deve avere un livello pari alla risorsa che si vuole esportare. I pianeti di livello più alto generano molto denaro, per compensare quelli di livello 0, e al livello 4 possono costruire una struttura wonder che cambia il gioco.

In pratica, ciò significa che nel giro di quindici-venti minuti dall'inizio del gioco, il tuo impero diventerà un incubo, una rete tentacolare di interdipendenza di risorse. Fortunatamente è disponibile una schermata panoramica, che consente di esaminare tutto quello che si sta facendo, ma anche questa può essere un po' opprimente fino a quando non vi siete abituati. Il sistema di livellamento dei pianeti incoraggia uno stile di gioco più aggressivo, rispetto ad altri titoli 4X, poiché è necessario un enorme grado di espansione per trovare pianeti che possano essere fonte di carburante. Questo ha implicazioni anche nei combattimenti; un nemico scaltro è tenuto a studiare la rete di risorse del tuo impero, per colpire i punti chiave che porteranno alla caduta di tutta la casa di carte.

 


Parlando dei combattimenti, la seconda caratteristica peculiare di Star Ruler 2 è la progettazione navale. A questo punto dello sviluppo del gioco, si inizia con la maggior parte delle sezioni delle navi sbloccate dal punto uno. E' quindi possibile disegnare le navi su una griglia nella maniera che preferite; ci sono alcuni requisiti, come i propulsori che devono essere posizionati nella parte posteriore della nave e la contiguità dell'intero progetto, ma in generale si può fare cosa piace.

In realtà, è possibile costruire navi di qualunque grandezza, fra cui enormi macchine della morte che sono più grandi di intere stelle. Si può discutere se questa sia o meno una grande idea, dal momento che le navi devono usare le loro limitate forniture per impegnarsi in combattimento o per catturare pianeti al di fuori di un sistema alleato. Invece, si potrebbe più vantaggiosamente realizzare astronavi progettate dal giocatore, che ospitano migliaia di combattenti di supporto progettati dai giocatori. E' sicuramente fattibile in entrambi i casi.
Infine, Star Ruler 2 cambia la formula diplomatica dandogli alcuni denti. La diplomazia funziona come una sorta di gioco di carte, dove le nuove mani riguardano costantemente la gestione del tuo impero e l'impegno in battaglia. Utilizzando una risorsa chiamata "influenza" possono essere comprate delle carte in qualsiasi momento durante il gioco, o mettendo avanti delle proposte. Ciò può provocare una varietà di effetti. Ad esempio, un tipo di carta consente di annettere pianeti o sistemi che sono troppo vicini ai vostri confini. Un altro tipo permette di iniziare un'indagine galattica riguardante un giocatore bersaglio, rivelando le sue risorse a tutti gli altri giocatori.

 


Le proposte che interessano cose che non riguardano la guerra richiedono solo di pagare la loro influenza e tutti gli altri costi necessari, ma le proposte "ostili" sono votate da tutti i giocatori. E' possibile usare le carte di leva diplomatiche per influenzare il voto. Naturalmente, tutte le proposte ostili che passano diventano legge, ed il giocatore bersaglio non le può negare, quindi in questo modo è possibile impadronirsi di sistemi e pianeti, senza spargimento di sangue.

Pur essendo in Early Access, Star Ruler 2 si sente come un gioco con funzionalità complete ed abbastanza piacevole così com'è, il che è quello che mi serve per raccomandare qualcosa di incompiuto. Il punto più alto del gioco è sicuramente il multiplayer online, quindi se hai un amico appassionato di RTS o titoli 4X, invitalo. E cercate di non diventare matti se schiacciano il vostro impero con la Death Star. Succede.
Fonte: popzara.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK