"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Piattaforme: PC, PS3, PS Vita e Xbox 360

Editore: Mossmouth

Genere: Platform

Data di uscita: 8 agosto 2013

Modalità di gioco: Single player e co-op locale

Supporto per il controller: Sì

Splelunky si potrebbe definire come un platform per masochisti. Si tratta di una definizione un po' cruda, ma che in qualche modo si adatta a questo gioco per PC. Spelunky è piuttosto di moda, di questi tempi, molto popolare e ben realizzato. Purtroppo, non sono così affamato di quanto questo titolo ha da offrire per poter godermelo in tutta la sua portata, sotto tutti gli aspetti delle sue potenzialità.

Spelunky è un platform "rogue-like", con generazione "casuale" dei mondi di gioco, quindi offre livelli ed anche gameplay piuttosto unici ogni volta che si gioca, sentendolo come un qualcosa di nuovo e fresco. Ogni livello viene generato in maniera "randomizzata", ossia casualmente, come si è detto, con piattaforme, negozi, nemici e donzelle tirocinanti diversi. Tutto ciò contribuisce a mantenere il gioco, in un certo senso, sempre giovane. Tuttavia, tutto ciò si dispiega in un titolo duro, e intendo dire che è davvero difficile. Non si è in grado di poter memorizzare un determinato livello, per essere sicuri di affrontare con scioltezza i salti fra le piattaforme o di raggiungere tutti i gioielli che devono essere raccolti, in questo modo Spelunky si avverte un po' come un esercizio piuttosto futile.

Non affermo queste cose perchè non mi piacciono i platform, ma perchè il gioco è progettato per essere veramente difficile, per farvi morire più e più volte. E quando si muore, occorre cominciare di nuovo da capo, dall'inizio. Questo gioco infatti non la possibilità del salvataggio e non ci sono punti particolare da raggiungere per poter poi iniziare da lì, si deve solo continuare a morire e riprovare. Ti danno pure un diario per tenere traccia di come sei stato eliminato, che si beffa di te dicendoti che eri "così vicino" o che "devi continuare a provare". Puoi morire a causa di pipistrelli, ragni, serpenti, chiodi, cadendo troppo dall'alto, etc. La lista potrebbe continuare a lungo.

I livelli di Spelunky sono raggruppati in varie tipologie come le miniere, le giungle ed altre tipologie. Si inizia nelle miniere, che sono anche il luogo dove la maggior parte dei giocatori occasionali che si cimentano con questo titolo, probabilmente, finirà per sempre. Tuttavia, se si superano quattro livelli nelle miniere, si incontra un tizio particolare. Dategli abbastanza roba, e si creerà un tunnel che vi consentirà di iniziare il prossimo mondo, senza dover fare di nuovo tutta la strada dall'inizio. Questo sicuramente aiuta, offrendo speranza ed una sensazione di progresso, ma non aspettatevi di ottenere questo tunnel entro la prima o la seconda ora di gioco. Proprio così, ho infatti impiegato cinque ore per vincere a sufficienza nelle miniere per ottenere questa possibilità di scelta rapida, comunque non sono bravo con i platform.

 

 

Sono sicuro che un esperto potrebbe invece completare rapidamente questo gioco, ogni livello è infatti piuttosto breve e si deve procedere con cautela per affrontare lentamente ma con sicurezza un fantasma che depone le uova e ti uccide. Non passate troppo tempo per misurare attentamente i salti che dovete fare per raggiungere l'uscita del livello, perchè in pochi minuti un mostruoso quanto invincibile fantasma apparirà e vi costringerà a spostarvi subito o  ad essere istantaneamente uccisi.

Il gioco è ben realizzato ed i livelli sono graficamente ben fatti, casuali ed interessanti ogni volta. Tuttavia, tale varietà e questo bel design non fanno parte della colonna sonora, che diventa monotona e ripetitiva molto rapidamente. Una volta che si accede al mondo successivo si ottengono una nuova musica, nuovi nemici e nuove trappole, ma ci vogliono molte ore di gioco per arrivare a quel punto, dopo aver ascolato gli stessi loop sonori per troppo tempo. Mi piace il fatto che non occorre esplorare ogni livello nella sua interezza, con un numero sufficiente di bombe ci si può scavare la strada per il fondo del livello e raggiungere l'uscita. Sì, l'ambiente è completamente distruttibile. Tuttavia questa non è la tattica migliore, perchè avete bisogno di denaro contante per comprarvi le cose, oltre a salvare la donzella che vi darà un bacio, restituendovi un po' di salute; sicuramente vale la pena di andare in giro a caccia prima di raggiungere subito l'uscita.

Spelunky può essere giocato anche in modalità multiplayer locale, ossia co-op, dove è possibile sfidare fino a tre amici per vedere come ci si può uccidere a vicenda nella maniera migliore. Questa possibilità è però cos' frenetica che è impossibile per chiunque dimostrare una reale abilità, si tratta piuttosto di una scusa per veder morire tutti i personaggi. Con delle mappe di livello standard e la ridicola velocità con cui si viene eliminati, questa opzione non ha lo stesso fascino del gioco in signle player.

 

 

Purtroppo, dopo un po' ho trovato noioso questo gioco. Certamente, nel corso del tempo, le mie capacità sono migliorate ed ho completato vari livello, progredendo nell'avventura. Comunque non ho trovato questo titolo particolarmente interessante o divertente. Ho continuato a provare frustrazione, in effetti non mi stavo affatto divertendo. Ad un certo punto, come ho detto, questo gioco è diventato noioso e stranamente ripetitivo. In effetti ogni livello è diverso, ma dopo essere stato ucciso in tanti modi mi sono fermato preoccupandomi riguardo al mio personaggio. La morte pare inevitabile, quindi non ha realmente importanza se si arriva al livello due o quattro, o alla fine del gioco.

Probabilmente questo gioco sarebbe più adatto ad una console portatile, come la PlayStation Vita, dal momento che la natura di un gioco per questo tipo di piattaforma richiede, ad esempio, di giocare un paio di turni per poi prendersi una lunga pausa. Il fatto di aver giocato per ore di fila sulla mia PS3 è stato parte del problema. Detto questo, un gioco non dovrebbe essere realizzato per poterci giocare molte ore, e non solo di tanto in tanto?

Capisco che possano esistere giochi difficili, come Dark Souls, dove però si migliora, trovando nuove tecniche e capendo quindi come affronatare nemici particolarmente ostici o boss. Forse Spelunky è un Dark Souls platform, gratificante per coloro che sono disposti a mettere in gioco tempo ed energie. Tuttavia, avrei preferito passare il mio tempo con altri giochi inide. A parte queste considerazioni, però, il gioco è ben realizzato, si tratta di una tappa importante per il genere indie, ed è inoltre servito come una buona fonte di ispirazione per altri giochi.

 

 

Fonte: lazygamer.net

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK