"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Ultimamente, Nintendo ha offerto ulteriori incentivi per gli utenti, come acquistare in anticipo i giochi e registrarli con il Club Nintendo. In Nord America, questo avviene in un momento in cui i benefici fisici hanno iniziato a diminuire e le ricompense digitali sono aumentate. Fino al mese scorso, Nintendo generalmente offriva 3-4 opzioni digitali al mese. A partire dal mese di agosto 2014 , Nintendo ha raddoppiato tale numero a 8. Sembra che sia in atto un cambiamento di filosofia da parte di Nintendo per il suo programma Club Nintendo.

Poichè la società comincia ad offrire incentivi per ottenere titoli gratuitamente con l'acquisto di Mario Kart ed anche gratis il DLC Ganondorf per l'acquisto di Hyrule Warriors, nonché più contenuti digitali, non sarebbe sorprendente vedere Nintendo eliminare gradualmente le ricompense fisiche. Anche se questo potenziale cambiamento di filosofia è incredibilmente deludente, potrebbe far risparmiare al gigante una buona quantità di denaro contante. C'è un costo preciso per la produzione e per milioni di spedizioni di ricompense all'anno.

Se Nintendo dovesse andare per questa strada, mi aspetto che potrebbe scambiare le ricompense fisiche con incentivi all'acquisto. Così, mentre si potrebbe assistere all'abbandono di qualcosa che la maggior parte dei membri amano, incentivi come Mario Kart - probabilmente improbabili - e Hyrule Warriors - molto più probabile - potrebbero aiutare i membri del Club Nintendo a dimenticare la loro rabbia e delusione.

Fonte: gamesreviews.com

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK