"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Con la PlayStation 4, Sony sta cercando di attrarre verso la PS4 una parte dei consumatori che avevano precedentemente acquistato la Wii. Questo è stato dichiarato a Eurogamer da Andrew House, presidente di Sony Computer Entertainment, il quale ha detto al sito: "La nostra grande opportunità è di è di poter accogliere un nuovo pubblico, molto prima che finisca il ciclo di vita delle Wii che aveva precedentemente acquistato.

Si sa che questo è davvero un buon dispositivo d'intrettenimento a tutto tondo per una famiglia, oltre ad avere grandi giochi, ed i nostri dati riguardanti i consumatori suggeriscono che sta arrivando il momento in cui queste persone potrebbero contribuire a continuare il nostro successo di vendita."

Fonte: nintendoeverything.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK