"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Activision sta investendo la bellezza di circa 500 milioni di dollari per Destiny, contando di ottenere un profitto entro la fine dell'anno. Questo sparatutto online sci-fi potrebbe essere il gioco più venduto del 2014, anche se verrà distribuito a partire da settembre, in base all'analisi di una quantità di preordini elaborata dall'analista Doug Creutz di Cowen Research. Destiny potrebbe vendere dai 10 ai 15 milioni di copie, con un ricavo di circa 900 milioni di dollari al dettaglio. L'analisi si basa su Cowen Ordometer, che tiene traccia degli ordini di videogiochi, prima del lancio, negli Stati Uniti, per ipotizzare la quantità di ordini che verranno fatti dopo il lancio. La validità di questo tipo di analisi è sostenuta da sei anni di elaborazione di dati da parte di Amazon e di NPD, che riportano le vendite fisiche dei giochi. Doug Creutz ha sostenuto, in un suo rapporto, che Destiny ha ottenuto il punteggio Ordometer più alto di qualsiasi altro gioco monitorato negli ultimi quattro anni, e che potrebbe superare anche quello di Call of Duty: Advanced Warfare, che Activision ha in programma di lanciare nel mese di novembre.

Fonte: venturebeat.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK