"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Se c'è un gioco che le persone hanno chiesto più e più volte che debba essere rifatto, è Final Fantasy VII. Negli ultimi anni, gli appassionati del gioco hanno sognato di avere un vero e proprio rifacimento, ma né Sony né Square Enix lo hanno realizzato.

Durante la conferenza stampa di Sony all'E3 del 2005, Sony mostrò solo una tech demo. Alla PlayStation Experience del dicembre scorso, Sony ha rivelato che Final Fantasy VII dovrebbe arrivare per PlayStation 4, come porting dalla versione per PC. Infine, durante la conferenza stampa all'E3 di quest'anno, Sony ha svelato il Final Fantasy VII Remake. Mentre il trailer sembra incredibile, Sony non avrebbe dovuto annunciarlo quest'anno. Sony e Square Enix lo lanceranno senza dubbio, ma con tanti giochi nel dimenticatoio, c'è la reale possibilità che non potremo vedere questo gioco per molto tempo.

 

 

Uno dei motivi principali per cui non vedremo questo remake per un lungo periodo, è il regista. Tetsuya Nomura era una volta il direttore del prossimo rilascio Final Fantasy XV, ed è stato anche il principale character designer. Questo gioco non ha ancora una data di uscita (forse al Gamescom?). Lo scorso settembre, Nomura ha lasciato Final Fantasy XV per concentrarsi su un titolo a lungo atteso: Kingdom Hearts III. Anche se all'E3 di quest'anno è stato mostrato un video del gameplay, non esiste attualmente una data di uscita. E questa è solo la punta dell'iceberg.

Pochi giorni fa è stato riportato che Nomura stesso non sapeva nemmeno di dover dirigere il Final Fantasy VII Remake. In un intervista rilasciata alla rivista giapponese Famitsu, Nomura ha dichiarato: "Poiché la pre-produzione ha preso molto tempo ed ho espresso le mie opinioni su ciò che dovrebbe essere fatto, il signor Kitase mi ha chiesto come i singoli elementi debbano essere regolati nei minimi dettagli. E' stato molto imbarazzante."

Quando Nomura ha visto questo nome come il regista nei titoli di coda, c'è stato sicuramente uno stato di confusione. "Così ho chiamato il signor Kitase è ho detto: 'Si dice che io sia il direttore, per qualche motivo.' Al che lui ha risposto: 'Certo che lo è' ". Con Kingdom Hearts III ancora in fase di sviluppo e nessuna data di uscita in vista, sembra improbabile che vedremo Final Fantasy VII Remake nei prossimi due o tre anni. Sarebbe bello che questo remake coincidesse con il 20° anniversario dell'originale, ma in questo momento non sembra realistico.

E' difficile da dire, ma Sony potrebbe avere un altro Last Guardian nelle mani. Non sarebbe scioccante vedere questo gioco saltar fuori sporadicamente, nel corso dei principali eventi videoludici. Allo stesso tempo, è probabile che possa comparire per alcuni anni senza alcuna notizia sul suo processo di sviluppo. Con Nomura occupato con un altro titolo che è stato a lungo in fase di realizzazione e senza una data di uscita, Final Fantasy VII Remake avrebbe dovuto essere annunciato l'anno prossimo o quello seguente.

Fonte: hardcoregamer.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK