"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Il direttore del marketing dei prodotti di Nintendo of America ha confermato che non verrà rilasciato alcun nuovo gioco su Mario nel 2015.

In un'intervista rilasciata al Reno Gazette-Journal Bill Trinen ha affermato: "Non sempre dev'essere distribuita ogni anno una nuova versione di una serie già esistente, c'è un divario che si vede con Super Smash Bros., per cui sono passati sette anni dal suo primo rilascio.

Anche con Pikmin 3 c'è stato un divario. I giochi su Mario vengono rilasciati più spesso, ma non ci sarà un nuovo titolo su Mario quest'anno, quindi non è un evento annuale."

 

La notizia è arrivata dopo che il produttore Nintendo Yoshiaki Koizumi rivelò lo scorso aprile che Nintendo EAD, sviluppatore di Super Mario 3D World, stava lavorando su un nuovo capitolo della serie principale. I fan dell'idraulico italiano non dovrebbero essere del tutto delusi, dal momento che un titolo simile a Mario, LittleBigPlanet, verrà rilasciato nei primi mesi dell'anno. Il gioco permetterà ai giocatori di creare i propri livelli nello stile della classica serie di platform 2D per NES. L'intervista con Trinen ha toccato anche una serie di altre tematiche, fra cui il retro gaming, il bloccaggio regionale e le prospettive della Wii U per il 2015.

Fonte: powerupgaming.co.uk

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK