"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Alla sua presentazione durante il Siggraph 2015, lo sviluppatore DICE ha discusso riguardo lo sperimentare con l'hardware moderno e circa l'uso di tecniche di rendering avanzate, per il prossimo titolo Mirror's Edge Catalyst, per PC, PS4 e Xbox One. Lo sviluppatore è sceso nei dettagli sia per quanto riguarda il lato dell'elaborazione grafica con GPU e CPU, sia riguardo al parkour guidato, che il gioco richiede a tempo indeterminato.

Per poter effettuare un gran numero di compiti di elaborazione con dei budget limitati, DICE ha utilizzato delle nuove tecniche, specifiche per i moderni processori grafici e le nuove generazioni di console. Sfruttando il calcolo asincrono, lo sviluppatore è ora in grado di raggiungere nuovi livelli di ottimizzazione, e per questo è stato in grado di spremere più lavoro dall'hardware.

 

 

Mirror's Edge Catalyst assorbe anche molto lavoro da parte della CPU, in parte a causa dei suoi ambienti di grandi dimensioni, che provocano ulteriore stress alle nuove tecnologie di rendering. Grazie alla presenza di un basso overhead nelle moderne API grafiche, DICE ha ora l'opportunità di utilizzare metodi per ottimizzare i giochi.

Per questo suo prossimo titolo, lo sviluppatore potrà anche avvalersi del rendering basato sulla fisica, che è ormai diventato un punto fermo del motore grafico Frostbite. Con Mirror's Edge Catalyst, DICE ha lavorato per migliorare questo aspetto in diversi modi, permettendo di mantenere una grafica dal look pulito, immaginato dalla sua direzione artistica.

Fonte: gearnuke.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK