"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Battlefield Hardline e Bloodborne aumentano lentamente le vendite dei giochi per PS4 nel mese di marzo, periodo in cui i giocatori non sono stati disposti ad aprire i loro portafogli. Negli Stati Uniti, nonostante il lancio del nuovo sparatutto in prima persona Battlefield Hardline ed il debutto del gioco di azione-ruolo Bloodborne, le vendite non sono aumentate di molto. Però le cifre complessive sono considerevoli: sono stati spesi 963,7 milioni di dollari in giochi, console ed accessori. Questo rappresenta comunque un calo del 6 per cento rispetto ai 1,02 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2014. Il calo delle vendite hardware è maggiore, del 21 per cento: 393,4 milioni di dollari (marzo 2014), rispetto a 311,1 milioni di dollari (marzo 2015).

L'analista NPD Liam Callahan ha affermato: "Le vendite delle copie fisiche dei giochi sono diminuite del 6 per cento rispetto al mese di marzo 2014; una forte crescita delle console PS4, Xbox One e Wii U ha contribuito a compensare parzialmente i forti cali delle console di settima generazione, che erano scesi del 52 per cento e delle copie fisiche dei giochi per PC, in calo del 64 per cento. Una luce nello spazio portatile è stata l'aumento delle vendite dei giochi per 3DS, maggiori del 20 per cento rispetto a marzo 2014."

"Nel mese di marzo 2015 le vendite dei giochi per le tre console di ottava generazione (PS4, Xbox One e Wii U) hanno mostrato una forte crescita; collettivamente sono aumentate del 58 per cento rispetto a marzo 2014. Questo è un segno di salute per le console di ottava generazione, soprattutto se si confronta con le forti vendite di Titanfall e inFamous: Second Son del mese di marzo 2014."

Avanti, elenchiamo di seguito i giochi più venduti, ma prima è importante tenere a mente che questi numeri rappresentano solo una parte del settore. NPD traccia le vendite dei nuovi giochi solo presso i rivenditori statunitensi, senza includere i giochi usati di GameStop, il settore mobile e le copie digitali.

Giochi:

Battlefield Hardline (Xbox One, PlayStation 4, Xbox 360, PS3, PC)

Bloodborne (PS4)

Grand Theft Auto V (Xbox One, PS4, Xbox 360, PS3)

Mario Party 10 (Wii U) (vendute 290.000 copie fisiche e digitali, secondo Nintendo)

Call of Duty: Advanced Warfare (PS4, Xbox One, Xbox 360, PS3, PC)

MLB 15: The Show (PS4, PS3)

Minecraft (Xbox 360, PS3, Xbox One, PS4)

NBA 2K15 (PS4, Xbox One, Xbox 360, PS3, PC)

Borderlands: The Handsome Collection (PS4, Xbox One)

Final Fantasy: Type 0 HD (PS4, Xbox One)

 

 

Le vendite dei giochi sono diminuite leggermente rispetto al mese di marzo 2014, e questo perché Battlefield Hardline e Bloodborne non sono riuscite ad eguagliare quelle di Titanfall e inFamous: Second Son dell'anno scorso. Battlefield Hardline è al primo posto, il che rende felice l'editore Electronic Arts. Bloodborne ha avuto un mese di forti vendite, raggiungendo il secondo posto, nonostante il fatto che sia un'esclusiva per PS4. Il periodo di monitoraggio di NPD è stato solo di circa una settimana e mezzo, e riporta che Bloodborne ha venduto più di un milione di copie, di cui 155.000 digitali. Callahan ha riferito: "Il lancio di Bloodborne è stato classificato come il secondo assoluto nella vendita di giochi di questo mese, raggiungendo anche il secondo posto nelle vendite come gioco in esclusiva per PS4, dopo inFamous: Second Son nel marzo 2014."

Per quanto riguarda l'hardware, Callahan ha affermato: "Questo è il diciassettesimo mese di vendite per Xbox One e PS4, in cui il combinato cumulativo delle vendite hardware ha superato di oltre il 50 per cento quello del combinato cumulativo di quelle per Xbox 360 e PS3, sempre nei diciassette mesi."

Fonte: venturebeat.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK