"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Lo sviluppatore indie Hinterland sta mostrando delle promettenti caratteristiche per il suo prossimo titolo, un simulatore di sopravvivenza in prima persona, The Long Dark. L'anno scorso la squadra ha beneficiato di una campagna Kickstarter di successo, raccogliendo più di 250.000 dollari di fondi, e da allora ha mantenuto i fan in attesa con una serie di aggiornamenti. Ora lo sviluppatore ha confermato che il titolo sarà caratterizzato dal supporto completo per la realtà virtuale Oculos Rift.

Questa notizia proviene dalla pagina delle FAQ del sito ufficiale di The Long Dark, che conferma che il supporto per le "cuffie" sarà incluso. Si legge: "Sì... Stiamo attualmente lavorando con gli ingegneri di Oculos VR per garantire la migliore esperienza possibile su questo dispositivo." Non è stato confermato se questa funzione sarà inclusa nel titolo al momento del lancio. Si è avuta inoltre notizia che una versione Early Access della modalità Sandbox di The Long Dark sarà resa disponibile nel mese di settembre 2014.

The Long Dark è ambientato in un mondo aperto e post-apocalittico, dopo la caduta della tecnologia umana. I giocatori devono esplorare l'ambiente, raccogliere le risorse per sopravvivere e trovare vari modi per prendersi cura di se stessi, inclusi fattori come la disidratazione, la fame e la perdita di sangue. La zona è popolata da altri sopravvissuti, e permette ai giocatori di decidere quali sono amici e quali non lo sono, per poi agire nel modo in cui ritengono opportuno. Per il resto lo sviluppatore non dice nulla; svelerà ulteriori dettagli quando ci sarà il lancio del titolo completo. Detto questo, la modalità Sandbox precedentemente menzionata sarà disponibile anche per gli utenti che cercheranno di sopravvivere il più a lungo possibile in questo duro ambiente.

Fonte: vrfocus.com

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK