"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Junichi Yoshizawa, produttore di Japan Studio, ha fornito alcuni dettagli su ciò che possono aspettarsi i proprietari occidentali della PS Vita per quanto riguarda il gioco Freedom Wars, quando verrà rilasciato entro la fine dell'anno. Yoshizawa ha precisato: "La settimana scorsa abbiamo finalmente iniziato a vendere Freedom Wars in Giappone. Per celebrare il successo del lancio, ho voluto prendermi un po' di tempo per scrivere un messaggio per i nostri fan del Nord America, che sono in attesa.

Freedom Wars è un titolo che ho creato per realizzare un mio sogno. La mia visione era quella di sviluppare un gioco per la PS Vita, che possa approfittare delle caratteristiche uniche di questo dispositivo palmare, permettendo ai giocatori di connettersi online in modo Wi-Fi, per scvonfiggere terrificanti nemici."

"Per fare questo, ho unito insieme due sviluppatori ben noti, con un curriculum impressionante riguardo alla realizzazione di alcuni fra i più amati titoli in Giappone, Shift e Dimps. Questi due sviluppatori sono famosi per produzioni di alta qualità, ossia titoli interessanti, ma in questo caso ho voluto utilizzarli entrambi per i loro punti di forza, così ho chiesto a Shift di essere responsabile del game design, della realizzazione dei personaggi e della storia, mentre Dimps ha gestito la programmazione, la grafica e la direzione. La collaborazione fra questi due sviluppatori è stata meravigliosa, ed in Freedom Wars sono riusciti a far emergere tre distinti punti di forza: il primo riguarda la trama, piuttosto scandalosa, in cui dei prigionieri sono condannati a 1000 anni di lavori forzati per il peccato di 'vivere' e devono combattere per la loro libertà."

"Il secondo aspetto importante riguarda l'obiettivo del gioco, che non è solo quello di sconfiggere il nemico, ma anche salvare la gente prigioniera dei tuoi nemici, ormai sconfitti, in un'esperienza multiplayer in cui si possono distribuire i vari compiti fra i vostri compagni di squadra. La terza caratteristica importante di questo gioco riguarda la competizione fra i vari giocatori, che effettivamente vivono le battaglie in nome delle proprie 'città-stato'. Coordinando fra loro questi 'pilastri' abbiamo creato Freedom Wars, un immagine paradigmatica della nostra visione collettiva per fornire un frenetico gioco d'azione co-op, che crediamo sarà apprezzato dalla comunità occidentale quando sarà rilasciato entro la fine dell'anno."

Freedom Wars è stato distriubuito a partire da giovedì scorso in Giappone, con delle ottime critiche da parte di Famitsu, che ha dato al gioco il notevole punteggio di 35/40. All'inizio di quest'anno, Yoshizawa ha previsto che il gioco venderà circa un milione di copie, presumibilmente in tutto il mondo. Anche se è troppo presto per esaminare i numeri di vendita a partire da oggi, il produttore di questo studio ha affermato che il grande divario di vendita fra la PS Vita ed il Nintendo 3DS rappresenti un'opportunità per aumentare la popolarità dell'hardware di casa Sony. Personalmente, mentre spero di vedere un aumento delle vendite della PS Vita quando Freedom Wars verrà distribuito in territori più popolati, è difficile rimanere ottimisti, ricordando quanto affermato dai media riguardo Sony all'E3.

 

 

Fonte: blog.us.playstation.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK