"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Nelle intenzioni di Facebook appare un'altra novità: l'acquisto della start-up (ormai azienda) Oculos VR, che ha realizzato il casco visore con cuffie per la realtà virtuale Oculos Rift, per due miliardi di dollari. In base all'accordo che si sta svolgendo, Facebook verserà alla suddetta società ben 400 milioni di dollari in contanti, più 23,1 milioni di azioni. Facebook ha annunciato l'acquisto a sorpresa tromite un post sul blog. Il CEO e fondatore Mark Zuckerberg ha anche spiegato le ragioni per questo affare. "La missione di Oculos è quella di consentire la sperimentazione dell'impossibile. La loro tecnologia apre la possibilità di usufruire di esperienze completamente nuove. Il Gaming Immersive sarà la prima potenzialità ad essere sfruttata, inoltre Oculos ha già grandi progetti che non cambieranno e speriamo di accelerare."

Zuckerberg ha inoltre affermato che Facebook "si concentrerà su come aiutare Oculos a costruire il loro prodotto ed a sviluppare parternariati per quanto riguarda i giochi." Tuttavia egli chiarisce anche che dopo aver sostenuto le ambizioni videoludiche di Oculos, Facebook espanderà il prodotto in nuovi territori. "Stiamo prospettando per Oculos di diventare una piattaforma per molte altre tipologie di esperienze." Si tratta di ambizioni di utilizzo riguardo l'apprendimento e l'ambito medico. Il tutto "semplicemente indossando il visore a casa vostra". Zuckerberg definisce Oculos "una nuova piattaforma di comunicazione" ed ha chiaramente una visione che va ben oltre l'utilizzo per quanto riguarda i videogiochi, che ha permesso ad Oculos di diventare una start-up di grandissimo successo. "Immaginate di condividere online non solo momenti con i vostri amici, ma intere esperienze ed avventure".

Oculos si sta muovendo rapidamente per realizzare un prodotto di consumo, e le risorse di Facebook possono solo aiutare quest'azienda a portare avanti questa intenzione. "Facebook comprende il potenziale di Oculos VR", ha scritto Il team di sviluppo nel suo blog, riguardo l'annuncio di questa acquisizione. "Mark e il suo team condividono la nostra visione per le potenzialità della realtà virtuale, riguardo al nostro modo d'imparare, condividere, giocare e comunicare. Facebook è una società che tutto è possibile, con il giusto gruppo di persone, e non potremmo essere più d'accordo".

Ma l'interrogativo più importante, come ammette Zuckerberg, è la direzione che questa tecnologia prenderà in futuro. "Per sentirsi realmente presenti, è possibile condividere spazi ed esperienze illimitati con le persone della tua vita." Zuckerberg afferma che il futuro sta arrivando prima di quanto ci si possa aspettare, e lui "non vede l'ora di iniziare a lavorare con tutta la squadra di Oculos per portare questo futuro al mondo, e per sbloccare nuovi mondi per noi".

Fonte: theverge.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK