"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

La "game-house" Dontnod Entertainment, la stessa che ha sviluppato il gioco Remember Me, per mezzo di Evan Campbell ha annunciato che collaborerà con Square Enix per la realizzazione di nuovi titoli su varie piattaforme. Non è tuttavia chiaro se questi nuovi giochi saranno totalmente originali oppure riguarderanno i franchise di lungo corso di Square Enix, come Final Fantasy, Deus Ex o Tomb Raider. Il CEO di Dontnod Entertainment, Oskar Guilbert, ha affermato: "Siamo molto entusiasti di lavorare con Square Enix sul nostro nuovo gioco. Si tratta di una variante rispetto ai classici titoli story-driven, e non vediamo l'ora di condividere con voi maggiori informazioni".

 

All'inizio di quest'anno circolavano voci riguardo al fatto che Dontnod Entertainment avesse presentato istanza di fallimento, ma lo sviluppatore di Remember Me sostiene che tutto ciò non è vero. Guilbert ha infatti precisato che la sua squadra stesse riorganizzandosi e ridimensionandosi per le future produzioni. A gennaio Guilbert aveva affermato: "Sono in corso trattative con un grande partner. Non posso ovviamente annunciare di chi si tratti, ma ormai siamo in dirittura di arrivo per il nostro prossimo progetto, in collaborazione con uno dei migliori editori."

 

 

Anche se Dontnod Entertainment e Square Enix non sono ancora pronti a sollevare ufficialmente il sipario sul nuovo gioco, potrebbe essere però presentato all'evento E3. Lee Singleton di Square Enix ha affermato: "Non siamo pronti ad annunciare i dettagli del nuovo titolo, ma posso dirvi che sono entusiasta. Questo gioco si percepisce come piacevolmente diverso dai tradizionali giochi story-driven, e non passerà molto tempo prima di condividere con voi ulteriori dettagli."

Fonte: ign.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK