"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

 

Come tutti sappiamo, l'industria del gioco è attualmente la più grande al mondo, per quanto riguarda l'intrattenimento, e non accenna a finire presto; i giocatori possono guardare in avanti per nuovi titoli interessanti da società che non sono neppure ancora affermate. Sì, molte nuove imprese apriranno ed avranno un nome nel mercato, come molti degli editori e sviluppatori attuali saranno ancora in giro per i prossimi 10 o 20 anni. Nintendo è attualmente lo studio / società che è aperto da più tempo. Ma cosa rende possibile alle società del gioco di sopravvivere nel mercato in continua evoluzione di oggi? La risposta è il franchising.

Come detto, Nintendo è lo studio che è aperto da più tempo, e rilascia i suoi titoli più famosi ogni pochi anni, per accontentare la sua comunità. Tuttavia altre società non sono così fortunate e devono prendere decisioni riguardo a quali titoli dovrebbero essere prodotti per il mercato. Quindi, cosa rende degno un gioco di un sequel? E' la nostalgia che i fan hanno per il titolo precedente? E' la storia complessa ed incredibile, con alcuni personaggi memorabili? Oppure il gioco prevede qualcosa di nuovo ed unico. Come fa una società a determinare se un gioco meriti un sequel per il franchise? Be', la risposta è tecnicamente la domanda e il profitto potenziale, la conoscenza di questi fattori. Qui a gamerbliss.com abbiamo stilato un elenco di 10 franchise per il quale si desidera un sequel.

10 - Il franchise Mass Effect

Dopo le polemiche che si sono susseguite al rilascio di Mass Effect 3, i fan si sono sentiti traditi e arrabbiati. I giocatori hanno trascorso ore ed ore a giocare attraverso le sue tre campagne, esplorando ogni angolo dell'universo, solo per avere un finale in cui nulla cambia a seconda delle decisioni prese all'interno del gioco. Anche se sono stati poi rilasciati dei DLC che hanno aggiunto dei finali alternativi a Mass Effect 3, il danno era stato fatto. Al franchise Mass Effect era stato inferto un duro e gigante colpo. Allora perché Mass Effect merita un sequel? Facile, la base di fan è ancora lì, e anche se traditi bramano un altro Mass Effect. Attualmente, non c'è materiale illustrativo nel web per un prossimo titolo di Mass Effect o la data di uscita. Mass Effect 4 non si concentrerà molto probabilmente sul Comandante Shepard, ma piuttosto su un nuovo protagonista o un clone di Shepard.

9 - Il franchise Gears of War

Gears of War è stato uno dei primi titoli franchise rilasciati per Xbox 360, prodotto da Microsoft. Dal suo lancio nel 2006, il franchise Gears of War è diventato uno dei più popolari attualmente di proprietà Microsoft. Sembrava che nulla potesse porre fine al franchise, perché chi non ama i personaggi poveri di ruolo con desideri egoistici di uccisione di cose grafiche? Tuttavia, all'inizio del 2013, abbiamo visto l'inatteso; Gears of War potrebbe vacillare come qualsiasi altro franchise. Dopo che gli appassionati della serie sono stati pugnalati alla schiena da Gears of War: Judgement, il prezzo del gioco è crollato, ed ha avuto la versione peggiore di tutti i titoli Gears of War. Gears of War: Judgement non solo ha abbandonato il protagonista principale del franchise, ma anche il suo sistema di controllo. Ora, il sistema di controllo non sembra essere una grande cosa, ma ha costretto i giocatori a passare da quello precedente a quello di un generico sparatutto in prima persona. Per quanto riguarda il protagonista, ci si è focalizzati su Damon Baird, che è stato spesso considerato il membro meno gradito della Delta Squad. Anche se sono state introdotte nel gioco molte nuove caratteristiche, armi ed un paio di nuovi personaggi, Gears of War: Judgement potrebbe non conquistare i fan del cuore del franchise. Con la Xbox One che è stata rilasciata più di un anno fa, Microsoft ha bisogno di portare avanti alcuni dei suoi franchise famosi, per prendere vantaggio competitivo nel mercato. I titoli più esclusivi vendono più copie. Attualmente lo studio Black Tusk sta lavorando su un titolo anonimo di Gears of War in Canada; speriamo che possa rivitalizzare il franchise di Gears of War.

8 - Il franchise Prey

Prey venne originariamente rilasciato nel 2006, ed è diventato oggetto di desiderio da parte di molti fan. Con la sua storia insolita ed un carattere unico, Prey intriga ancora i giocatori con la sua campagna e le sue influenze paranormali. Inoltre Prey è uno dei pochi giochi ad avere un nativo americano come protagonista principale. Prey combina le tradizioni indiane con una sorprendente visita da parte di esseri interstellari. Il protagonista cerca di salvare l'amore della sua vita, mentre lotta contro esseri extraterrestri determinati a distruggere la Terra. Già nel 2011, Human Head Studios annunciò che avrebbe lavorato con Bethesda Studios per realizzare Prey 2. Durante il PAX Australia del 2014, il vicepresidente di Bethesda Softworks Pete Hines confermò che Prey 2 era stato annullato. Pete Hines affermò: "E' stato un gioco in cui credevamo, ma non lo abbiamo mai sentito al punto in cui avrebbe dovuto essere, non abbiamo visto un percorso verso il successo, se l'avessimo finito. Non era ai nostri standard di qualità, e abbiamo deciso di annullarlo. Non è più in sviluppo. Non è stata una decisione facile, ma non sorprenderà molte persone, dato che non avevamo parlato di esso. Human Head Studios non è più al lavoro su di esso. Si tratta di un franchise per il quale crediamo ancora di poter fare qualcosa, abbiamo solo bisogno di vedere cosa." Sebbene Prey 2 sia attualmente annullato, non è morto. In base alla fine della dichiarazione di Pete Hines, il franchise non è morto ma è solo in "letargo". Le informazioni sulla campagna di Prey 2 riguardavano un ex US Marshal, Killian Samuels, diventato un cacciatore di taglie alla ricerca di risposte circa un incidente aereo.

7 - Il franchise Darksiders

Darksiders è un franchise ambientato quando l'Armageddon si è scatenato sulla Terra nel momento sbagliato. Darksiders 1 è focalizzato su Wrath che è stato accusato di aver dato inizio all'apocalisse. Wrath è determinato a scoprire chi lo ha creato, e scopre che è qualcuno di cui non avrebbe mai potuto sospettare. In Darksiders 2, il fratello di Wrath sta tentando di scoprire la verità sull'apocalisse e di rendere pulito il nome di suo fratello, mentre Wrath è sotto processo. Il franchise Darksiders prende elementi da Zelda, così come da altri titoli famosi in tutto il mondo, per creare un gioco che mostra ciò che il mondo potrebbe diventare senza che venga predicata la religione. Si tratta di una storia d'amore fra i membri immortali di una famiglia, che stanno cercando solo di fare il loro lavoro. Dopo che THQ presentò istanza di fallimento, Darksiders, Red Faction, Destroy All Humans e Saints Row erano tutti in pericolo. Per fortuna, le franchigie di denaro sono state acquistate da diverse società, fra cui Nordic Games di Darksiders. Al momento non ci sono notizie su un terzo capitolo del franchise Darksiders, ma i fan hanno il desiderio di veder cavalcare nuovamente il loro cavaliere.

6 - Bully di Rockstar

Rockstar Games è nota per le sue storie perverse e robuste che hanno come protagonista un cattivo ragazzo. I motivi per cui Bully è presente nella nostra lista sono la sua posizione unica ed il carattere insolito. Bully uscì nel 2006, per mostrarci la vita di Jimmy, uno studente del liceo incompreso, che fa la sua strada attraverso le classi sociali, tentendo di conquistare il potere e diventare il leader della scuola. Bully si concentra su un ragazzo che è stato abbandonato dai suoi genitori, non solo, ma anche dalla società. Ciò che rende così unico Bully è che si gioca come un "giovane delinquente" che cerca di sopravvivere a scuola, così come i suoi coetanei. Bully premia i giocatori con attrezzature diverse, in base agli studi. Anche se sono passati otto anni dal rilascio di Bully, non stupitevi se Rockstar presenterà Bully 2 alla fine di quest'anno all'E3. Vedremo i progressi di Jimmy attraverso gli anni del college o anche com'è la sua vita da adulto?

5 - I franchise di Rare

I franchise di Rare hanno dominato le famiglie negli anni '90 con titoli popolari come Killer Instinct, Battletoads, Banjo-Kazooie, Conker e Perfect Dark. Originariamente Rare collaborò con Nintendo negli anni '90, e anche se Rare divenne una sussidiaria di Microsoft a partire dal 2002, ha continuato a creare giochi per il Game Boy Advanced ed il Nintendo DS. L'epoca d'oro di Rare sembrava essere finita, con i suoi titoli che ricevevano recensioni mediocri. Rare sembrava estinto, fino all'E3 del 2013, quando Microsoft annunciò durante la sua conferenza stampa che stava per rilasciare Killer Instinct per Xbox One. Da allora, i fan di diversi giochi di Rare si sono chiesti se i loro franchise preferiti sarebbero tornati nei prossimi anni. Nel 2013, Phil Spencer dichiarò di avere una certa simpatia per Battletoads, quando gli venne chiesto dai fan di Microsoft quale titolo Rare avrebbe voluto vedere su Xbox One. Durante l'E3 di Microsoft del 2014, Conker è apparso durante un trailer ed il pubblico è impazzito. Nel novembre del 2014 Microsoft "rimarchò" il marchio di fabbrica del franchise Battletoads, che non si era visto dal 1994. Nel corso della conferenza stampa di Microsoft del 2015, Phil Spencer è uscito sul palco con una t-shirt di Battletoads. Ciò è avvenuto dopo che Ken Lobb di Microsoft Studios aveva dichiarato che Microsoft Studios aveva in programma di riportare un giorno Battletoads ed altri titoli Rare. Il franchise Battletoads resta un favorito dei fan, e non vediamo l'ora di vedere il prossimo capitolo.

4 - La serie Fallout di Bethesda

I fan del franchise Fallout sono in trepidante attesa per il ritorno della serie Fallout, da quando venne rilasciato Fallout 3 nel 2008. Sì, Fallout: New Vegas venne rilasciato nel 2010, ma i fan della serie tendono a non riconoscere Fallout: New Vegas come un sequel diretto del franchise Fallout perchè questo gioco è ambientato nella stessa zona. Un altro problema con Fallout: New Vegas è stato la quantità di bug e difetti all'interno del gioco. All'inizio dello scorso anno, in Internet c'è stato un ronzio quando un sito ha sostenuto che avrebbe rilasciato informazioni circa il rilascio di Fallout 4. Il sito web ha generato un gran parlare con queste informazioni non ufficiali, e quando venne chiesto a Bethesda riguardo a tutto ciò, Bethesda ha insistito sul fatto che non avevano nulla a che fare con questo sito web e che avevano chiesto alla persona che lo gestiva di rimuovere tutto o di affrontare un contenzioso. I fan attendono ancora con ansia l'uscita di Fallout 4 ed abbiamo il sospetto che uscirà prima di quanto ci aspettiamo.

3 - Beyond Good and Evil di Ubisoft

Beyond Good and Evil di Ubisoft venne originariamente pubblicato nel 2003. Nel ruolo di Jade, un artista marziale e giornalista, insieme ai suoi alleati, il giocatore cerca di scoprire cosa sta succedendo in seguito ad un'invasione aliena ed alla guerra che infuria. Il giocatore tenta di risolvere degli enigmi, scattando foto per raccogliere le prove dell'invasione. Beyond Good and Evil venne nominato come gioco dell'anno 2004. Una versione rimasterizzata digitale di Beyond Good and Evil uscì nel 2011 sul PlayStation Network e su Xbox Live Marketplace. Attualmente Beyond Good and Evil 2 è in lavorazione, senza ancora una data di uscita. Beyond Good and Evil è stato uno dei primi titoli multipiattaforma ad uscire per Game Cube, PlayStation 2, Xbox e PC.

2 - Il classico, Shadow of the Colossus

Se si dovesse scegliere quale gioco degli anni 2000 rappresentava una necessità ad essere giocato, sarebbe Shadow of the Colossus. Shadow of the Colossus venne pubblicato nel 2005, ed è da considerare il successore spirituale di ICO. Il gioco è conosciuto soprattutto per le sue bellezze paesaggistiche, la ricerca emotiva ed i complessi puzzle. Il protagonista di questo gioco è Wander, che entra in una sconosciuta terra proibita, nel tentativo di ridare la vita ad una ragazza di nome Mono. Sebbene Shadow of the Colossus presenti un mondo di gioco aperto, non ci sono città o dungeon. I Colossus sono gli unici nemici nel gioco. Shadow of the Colossus è un titolo acclamato che ha vinto diversi premi, ricevendo una rimasterizzazione digitale. Sono circolate vorticosamente delle voci in giro per il web riguardo ad un suo sequel; tuttavia si dice che il seguito in fase di sviluppo non poteva funzionare correttamente. Il gioco fu una bella ed emozionante cavalcata, ed è stato raffigurato in diverse forme di intrattenimento, come Reign Over Me.

1 - I franchise di Valve hanno conquistato il numero 1

Questo non dovrebbe sorprendere nessuno. Sulla base di tutti gli altri candidati presenti in questa lista, è facile capire perché Valve sia il numero uno. Si potrebbe dire che almeno uno dei franchise di Valve è nella maggior parte delle liste dei giochi voluti dai giocatori. Valve è diventata famosa per la mancanza di giochi "tripla A". Era uno scherzo, ma in tutta serietà Valve lascia i fan continuamente desiderosi di avere nuovi titoli dei loro giochi preferiti. Valve ha realizzato molteplici franchise come: Half-Life, Porta, DOTA, Left 4 Dead, Counter-Strike e Team Fortress. Tutti questi titoli si fermano al numero 2, con espansioni che vengono rilasciate per continuare le versioni correnti. Il franchise di Valve di cui si è maggiormente parlato è Half-Life. Valve è nota per unire complessi ed irritanti puzzle a storie emotive, che lasciano il pubblico in cerca di soluzioni. La domanda è se ci saranno Half-Life 3, Portal 3, Left 4 Dead 3 e/o Team Fortress 3, e se Valve annunciasse uno se non tutti questi titoli farebbe una strage. Sì, il genere zombie non è così freddo come lo era alcuni anni fa, ma la domanda è ancora lì.

Fonte: gamersbliss.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK