"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Recensioni di videogiochi Multigiocatore di massa

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: kChamp Games

Genere: Multigiocatore di massa, azione, casual, indie

Data di uscita: 11 Marzo 2015

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Il carro armato nemico si trova in fondo ad una valle tempestata di esplosioni. Si è indebolito gravemente, dopo essere stato colpito durante l'ultimo turno. ShellShock Live è ormai in giro da alcuni anni. Ha avuto inizio come gioco in Flash nel 2012, realizzato da kChamp Games, uno sviluppatore costituito da un solo uomo. Lo scorso anno ha fatto il salto su Steam, ma solo recentemente ha aderito al programma Early Access Open Beta.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: CCP

Genere: Multigiocatore di massa, RPG

Data di uscita: 6 Maggio 2003 - Versione corrente: 12 Dicembre 2015

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: No

Raramente sono a corto di parole, ma ci sono alcune cose che sono quasi impossibili da descrivere, perché come esseri umani non abbiamo un quadro di riferimento. Lo spazio è una di queste cose. Uomini come Carl Sagan e Stephen Hawking hanno trascorso tutta la loro vita cercando di descrivere lo spazio con i numeri, ma quando si tratta di parole sembra che tutti ne abbiano poche.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Wargaming

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 17 Settembre 2015

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: No

L'ultimo gioco militare di Wargaming soffre un po' per via dei suoi predecessori e della sua ambientazione, pur essendo uno dei più audaci ed intriganti titoli online disponibili. E' un peccato, davvero, perché manca l'approccio intenso e frenetico del mondo degli aerei da guerra e l'infallibile giocabilità innata di World of Tanks.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatori: Jagex, Artplant

Genere: Multigiocatore di massa, FPS

Data di uscita: 30 Aprile 2015

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: No

Block N Load prende il frenetico gameplay di Team Fortress 2, basato sulle classi, deathmatch e multiplayer, unendo la grafica e le meccaniche di Minecraft.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatori: M2H, Blackmill Games

Genere: Sparatutto in prima persona, simulazione

Data di uscita: 28 Aprile 2015

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Verdun è uno sparatutto in prima persona multiplayer. E' ambientato durante la Prima Guerra Mondiale, e all'inizio di ogni partita si può scegliere di essere con i tedeschi o con i francesi.

 

Piattaforme: PC, Xbox 360, PS3

Sviluppatore: Ubisoft Quebec

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 7 novembre 2013

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: Sì

I videogiochi di carte godono attualmente di una nicchia significativa nel paesaggio videoludico grazie a Heathstone di Blizzard, a SolForge di Stoneblade e persino a Gathering della serie Magic, il principale, con abbondanti opzioni online. Questo fenomeno, una volta fisico, che è il gioco di carte collezionabili, è ora sfruttato nello spazio dei videogiochi, grazie a modelli digitali facilmente utilizzabili in questo genere.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: XLGAMES

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 19 maggio 2014

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: No

Qui è Yuto Ishihara che vi scrive a caldo una recensione su uno dei giochi più anticipati degli ultimi tre anni; a mio parere, i creatori di ArcheAge sono dei geni, tutto è abbastanza ben fatto e spiega i vari ritardi che ha avuto questo progetto per essere rilasciato ufficialmente. Il gioco sarà presto rilasciato in Nord America, ed è attualmente distribuito in Russia, Corea e Cina.

 

Piattaforme: PC e PS4

Sviluppatore: Gaijin Entertainment

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 15 agosto 2013 (PC) e 29 novembre 2013 (PS4)

Modalità: Single e multiplayer

Supporto per il controller: Sì

War Thunder pare un film che va avanti al suono di tromba, è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e sventola bandiere. La caratteristica di essere un gioco "enorme" rende questa simulazione online dello sviluppatore Gaijin Entertainment un qualcosa di epico. Decine e decine di aerei e carri armati, facenti parte degli schieramenti delle cinque principali nazioni che hanno combattuto per la libertà o il fascismo fra il 1930 e il 1940, si scontrano in ogni mappa in battaglie selvagge e cataclismatiche che assumono aspetti fra l'intimidatorio e l'esilarante. Le battaglie possono diventare confuse per via del gran numero di opzioni e qualche aspetto un po' ostico dell'interfaccia, ma i combattimenti offrono spaziosità, velocità ed un ampia gamma di possibilità, con livelli di difficoltà variabili, proprio come il Duca ha fatto a Omaha Beach.

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Phosphor Games

Genere: Multigiocatore di massa

Data di rilascio: 5 giugno 2014

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: No

Il genere di videogiochi incentrato sulla sopravvivenza post-apocalittica, nel corso di questi ultimi anni, ha avuto un sempre maggiore successo. Con titoli come DayZ e Rust che guidano questa tipologia videoludica, in entrambi i casi online, è naturale che molti sviluppatori intendano sfruttare questa scena fiorente, per capitalizzare ciascuno con le proprie interpretazioni. Nether fa parte di questi giochi. Sviluppato da Phosphor Games, tenta di colmare il divario fra l'accessibilità e la dura realtà di un gioco "open-world" in cui la lotta per la sopravvivenza è all'ultimo sangue. Ciononostante, dopo averci giocato un po', ci si accorge che questi alti obiettivi non sono raggiunti. Nether, infatti, a volte scade in un pasticcio piuttosto goffo, anche non esente da problemi tecnici. Ad ogni modo, chi si vuole divertire con questo titolo, potrà cercare armi e rifornimenti in edifici pericolosi, nonché abbattere mostri di vario tipo, dall'aspetto più o meno umano, con il classico gameplay di uno sparatutto in prima persona.

 

Piattaforme: PC, Mac

Sviluppatore: Bethesda Softworks

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 4 aprile 2014

Modalità di gioco: Multiplayer online

Supporto per il controller: Sì

Ogni nuova versione della serie Elder Scrolls, all'inizio dell'avventura, ha un cambiamento di ambientazione, e fa trovare il giocatore in un posto dove non era mai stato prima. In Morrowind fa impressione come avete lasciato Seyda Neen per ritrovarsi in una situazione in cui dovete scegliere fra due strade, sapendo che a seconda di quale direzione sceglierete, dovrete affrontare un viaggio completamente diverso in questo nuovo mondo. In Oblivion ci si è trovati in questa situazione quando siete scappati dalle rive del lago Rumare, con le colline che si ergono dinanzi a voi lungo la strada per Bruma. In Skyrim siete giunti sulla vetta di una montagna con una valle da un lato, un'altra dall'altro, Falkreath, ed un drago che vi sovrasta in aria.

Ho passato 30 ore a giocare a The Elder Scrolls Online e sto ancora aspettando uno di questi momenti decisivi. Sto aspettando il momento in cui questo "massive multiplayer online" arrivi ad un punto in cui si possa trovare qualcosa di diverso dal solito. Non si tratta semplicemente del fatto che The Elder Scrolls Online sia un Elder Scrolls a sé stante, ma come mai non avviene qualcosa del genere? Questo titolo per PC costa parecchio e quei momenti decisivi non mostravano solo un buon utilizzo della tecnologia, ma erano una promessa. Ci vuole un senso di avventura, degno di farvi impiegare il vostro tempo.

 

Piattaforme: PC, PS3 e PS4

Sviluppatore: Square Enix

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 27 agosto 2013

Modalità di gioco: Multiplayer online

Supporto per il controller: Sì

Non si potrebbe pensare che il semplice rispetto delle regole sia motivo di celebrazione, ma le congratulazioni sono d'obbligo quando si parla di Final Fantasy XIV Online: A Real Reborn. Questo perchè il primo Final Fantasy XIV Online, al suo lancio, è stato un disastro, tanto che sorsero molti dubbi circa la capacità dello sviluppatore Square-Enix di creare un gioco da giocare online. Ma il primo tentativo è ormai passato, ed un gioco divertente e bello ha preso il suo posto. A Realm Reborn è una miscela tipica di un vero e proprio multigiocatore di massa, perfettamente giocabile, in cui la trama ed i colorati quanto divertenti panorami rendono facile lasciarsi andare alla fantasia.

Questo salto di qualità, questa specie di fenice che risorge dalle proprie ceneri, non è tuttavia una creazione del tutto sconosciuta. A Realm Reborn rappresenta un considerevole passo avanti in questa particolare tipologia di gioco, ma certamente sta sulle spalle dei titoli precedenti. Questo gioco, infatti, offre una sensazione familiare sotto le dita. Gli aspetti fondamentali di questo genere sono trattati con vigore, anche se non sempre con grande fantasia. Si può dialogare con personaggi marcati da icone galleggianti sulle loro teste, si danno comandi per uccidere i nemici, si interagisce con gli oggetti e si raccolgono vari ingredienti per progetti scientifici ed esigenze medicinali. Quando si incontrano sciacalli ombrosi e demoni alati, mentre si cammina fra la vegetazione, l'obiettivo principale è sempre quello di eliminarli a suon di clic del mouse, esplicitando abilità varie, fino a quando essi scompaiono dalla scena. Mentre altri multigiocatori di massa hanno implementato variazioni riguardo le meccaniche di gioco e l'esplorazione, A Realm Reborn rappresenta la vecchia scuola. Un vecchio mondo che, però, è realizzato in maniera raffinata.

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK