"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Famitsu ha pubblicato questa settimana una nuova intervista con il produttore di Star Ocean 5: Integrity & Faithlessness Shuichi Kobayashi e lo sviluppatore Hiroshi Ogawa, che parlano riguardo alla scelta delle piattaforme per il gioco, il concetto di sviluppo, i contenuti scaricabili e la focalizzazione, senza soluzione di continuità.

 

Perchè le console PS3 e PS4 sono state scelte come hardware?

Kobayashi: "Abbiamo pensato a questo hardware per via dei fan di vecchia data di Star Ocean, così abbiamo scelto PlayStation. La decisione particolare riguardo alla PlayStation 4 ed alla PS3 non ha avuto a che fare con la voglia di partire all'attacco con le console domestiche, di per sé, ma semplicemente di far avere a questo gioco la più ampia portata possibile fra i fan di lunga data."

Qual è il concetto di sviluppo di Star Ocean 5?

Ogawa: "La base è la 'virtuosità'; voglio completare il gioco in modo che le persone che amano i giochi di ruolo possano essere soddisfatti di 'un ritorno alle nostre origini'."

Kobayashi: "In particolare, il nostro obiettivo è quello di fare un gioco di Star Ocean che sia al livello degli standard moderni e possa conquistare gli appassionati di RPG."

Che dire riguardo ai DLC?

Kobayashi: "Non stiamo pensando riguardo alla questione dei contenuti scaricabili o di una versione completa. Naturalmente, se gli utenti chiederanno, il potenziale c'è. Personalmente, sono del parere che se ci sarà il tempo di fare tali DLC, sarebbe in definitiva speso meglio solo lavorando al nostro prossimo gioco, per rendere le persone più felici."

In quale parte state mettendo la maggior parte dei vostri sforzi?

Kobayashi: "Sono fissato sull'aspetto della meccanica senza soluzione di continuità. Quando sei sul campo, la telecamera si sposterà in una posizione in cui il giocatore possa combattere senza disagio."

Ogawa: "Tuttavia, c'è ancora spazio per regolare la telecamera, credo. Stiamo lavorando su questo aspetto fino alla fine."
Kobayashi: "Tutti gli screenshot che abbiamo rilasciato finora sono in tempo reale. Ti muovi fra eventi e battaglie senza soluzione di continuità."

Fonte: gematsu.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK