"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Red Orchestra 2 è il degno sequel del primo capolavoro simulativo della seconda guerra mondiale.

Fondamentalmente, è un fps molto realistico basato sulla conquista e sulla difesa dei territori in mappe enormi (o sulla semplice e diretta forza maggiore, basata sull'eliminare tutti i rinforzi avversari, comunemente detti respawn).

Premetto che questo gioco non è per niente intuitivo e NON è gioco per voi se cercate qualcosa di semplice e diretto. Al contrario, fà bene il suo lavoro come simulatore, rendendo molto difficile sparare con pressoche qualsiasi arma, anche dopo aver fatto i vari addestramenti. Le partite ospitano fino a 64 giocatori, con qualche centianaio di respawn (rinforzi) per squadra...

Graficamente è ottimo, e non è nemmeno troppo pesante da far girare: neanche su computer di vecchia data. Il comparto audio è veramente curato e non è altro che un punto a favore al realismo e all'immersione in trincea!

Come giocabilità ripeto che non è per tutti: essendo simulativo è molto difficile centrare il bersaglio, si può morire dissanguati, si può morire sul colpo, oppure si può venir colpiti in punti meno dolenti (come braccia o gambe) che non saranno letali se la ferita verrà subito bendata, ma tuttavia apporteranno comunque delle modifiche alla mobilità e alla precisione del vostro personaggio. La stamina è molto bassa, ed è da usare con saggezza. I respawn sono generalmente 2 per mappa (più la posizione del caposquadra), che si spostano man mano che si conquista territorio. E per quanto riguarda il ''Quanto posso giocarlo prima che mi stanchi?'' è soggettivo... c'è chi si lamenta dopo 2 ore a causa dei troppi camper, e del fatto che si muore senza nemmeno vedere il nemico, e c'è chi prende la cosa con dedizione e molta, MOOOLTA calma, ed impara ad apprezzare questo gioco prendendolo ''a dosi moderate'', giocandoci per 2 o 3 mesi e reinstallandolo 6 o 7 dopo l'ultima volta. Insomma... una trentina di partite all'anno dovrebbero bastare per intrattenerci. Oltretutto, è pure stata implementata da, credo ormai un'annetto, l'espansione Rising Storm (Giappone vs America) con l'aggiunta anche di nuove mappe, armi, e veicoli.

 

 

Il singleplayer è completamente accessorio, e lo sconsiglio con tutto il cuore, dato che è solo una perdita di tempo, non prepara per niente al comparto multigiocatore, ed è estremamente palloso. Per quanto riguarda le armi, sono state riprodotte con la massima fedeltà in ogni minimo dettaglio, e si sbloccano (o si potenziano) livellando le classi o addirittura le armi stesse.

Concludo dicendo questo è un ottimo gioco se preso con calma, dedizione, e voglia di migliorare imparando dai propri errori. E' anche un bel riferimento storico per quello che è stato uno degli eventi più sconvolgenti per la guerra in generale, ed il tutto è reso con maniacale cura per il dettaglio! Consiglio questo gioco se si prende a piccole dosi, si gioca in multiplayer (magari con degli amici), si ama il gioco di squadra, e non si è dallo sclero TROPPO facile.

Gran gioco! Consigliatissimo agli appassionati del periodo, del gioco di squadra, e degli fps simulativi!

Autore: Francesco

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK