"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Nel variegato ed esteso panorama videoludico, Bioshock è un titolo che riesce a mettersi egregiamente in evidenza. Il gioco rappresenta un FPS estremamente piacevole da giocare, per due principali aspetti.

Il primo è la grande varietà di armi, oggetti e poteri che riescono di volta in volta a differenziare i combattimenti contro i vari nemici (anch'essi abbastanza numerosi e diversi tra di loro). Il repertorio a disposizione del giocatore vanta armi da fuoco di tutto rispetto (pistola, mitragliatrice, fucile a pompa, lanciagranate, lanciafiamme, ma anche armi di altri tipi, come la balestra e la chiave inglese), tutte dotate a loro volta di una grande varietà di proiettili equipaggiabili, che vanno dagli incendiari a quelli esplosivi. Ma Bioshock estende i modi con cui affrontare gli agguerriti nemici con una vera e propria novità per il genere: i plasmidi. Grazie a questi particolari power-up, il giocatore sarà dotato di poteri speciali con cui sarà in grado di rendere decisamente più interessanti i combattimenti. Si avranno a disposizione il fuoco, il ghiaccio, il vento, gli sciami di insetti, l'elettricità e molti altri ancora. Tutti perfettamente sfruttabili nei vari ambienti per prendersi un grosso vantaggio negli scontri, specialmente in quelli dove i nemici sono molto numerosi (ad esempio, sarà possibile folgorare gli avversari grazie ad una scarica elettrica sapientemente lanciata sulle pozzanghere o dar loro fuoco prendendo di mira i barili di carburante rovesciati).

Il secondo, ma non per questo meno importante, aspetto che rende Bioshock un titolo assolutamente da giocare è quello di presentare una trama oltremodo coinvolgente, ricca di mistero, azione e colpi di scena. Se contate poi che il teatro che ospita questa storia pressoché priva di punti morti è una città distopica costruita sott'acqua (una sorta di Atlantide in versione steampunk) ricca di dettagli e piacevole da esplorare, allora non vi resta che buttarvi su questo gioco e lasciarvi trasportare dall'avventura. Benvenuti a Rapture!

Autore: Oldboy

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK