"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

Impressioni

 

Nonostante l'esposizione globale e in generale le alte lodi, il franchise di Monster Hunter continua a rappresentare la linea fra la celebrità ed il successo per gli appassionati. Sono passati alcuni anni da quando il pubblico occidentale ha avuto una nuova uscita di questo titolo, e quest'altro segnerà la prima volta che la serie sarà apprezzata anche per mezzo dei PC occidentali. Il più recente della confezione, Monster Hunter: World, sembra sollevare un po' le cose, si spera guadagnando più attenzione e vendite in tutto il mondo. Con un mondo senza soluzione di continuità, meno zone di carico e multigiocatore / server globali, Capcom ha spostato il gioco abbastanza per incuriosire i nuovi arrivati, pur continuando a soddisfare i veterani della serie. Il mio tempo con le beta ha dimostrato che il cuore del franchise sta ancora battendo.

Ora, Monster Hunter: World non facilita necessariamente la curva di apprendimento dato che il suo gameplay è severo. Ma attraverso la formazione, gli indizi sullo schermo ed i tutorial dettagliati, certamente mira a creare alloggi per coloro che sono disposti a provare. Il grind e la strategia della serie sono ancora profondamente radicati in questo gioco. Sicuramente fai un po' di caccia mentre attraversi questi meravigliosi mondi. Tracciare e identificare i mostri a volte richiede una buona quantità di tempo per la caccia, quindi un'attenta pianificazione del team è fondamentale. I limiti di tempo, specialmente nelle missioni di fascia più alta, sono un po' ripidi. Hanno davvero messo molta pressione nell'esecuzione della caccia da parte della tua squadra, ma fa parte del pacchetto Monster Hunter.

Essendo io stesso un fan di Monster Hunter da molto tempo, non c'è molto che mi abbia sorpreso o che abbia sentio necessario cambiare in Monster Hunter: World. Ci sono alcuni problemi identificabili con il rilevamento delle collisioni e le hit box, ma la maggior parte del mio tempo con il gioco è stata spesa a fissare i bellissimi luoghi ed i mostri complicati e dettagliati che vagavano. Adoro come è popolata ogni area, e come le transizioni continue da una zona all'altra aggiungono la sensazione di essere davvero fuori a caccia. La rete globale su cui Monster Hunter: World gira rende il matchmaking un gioco da ragazzi.

Trovare una partita non ha mai impiegato più di un minuto. Le piccole, ma evidenti modifiche che Capcom ha apportato a questo gioco sono i cambiamenti della qualità della vita molto graditi. Rendere le interazioni online più accessibili aprirà le porte a un numero sempre maggiore di persone che si immergono nell'esperienza e imparano le vie della caccia.

 

 

Monster Hunter è sempre stato una rarità nel suo genere: un gioco costruito per essere smantellato attraverso la ripetizione che mantiene il suo fascino e la sua eccitazione. La profondità e la strategia che accompagnano ogni incontro consecutivo sono profondamente legate alla base del gioco. Non è solo ogni caccia che è diversa, è ogni incontro individuale che cambia il modo in cui devi giocare.

Mantenendo il cuore nel posto giusto e aggiungendo contemporaneamente le piccole cose per aumentare l'accessibilità, Monster Hunter: World sembra pronto a collocarsi saldamente fra i migliori giochi dell'anno. C'è molto da amare in quello che abbiamo visto finora, nonché molti ricordi, perché Monster Hunter regna ancora quando si parla di questo genere.

Fonte: gamespew.com

 

Final Fantasy X / X-2 HD Remaster è esattamente quello che sembra: una rimasterizzazione HD dei due titoli di Final Fantasy dell'era PS2, e il gioco è fatto. Oh, bene, vi darò alcuni dettagli. Suppongo che dopo aver scaricato 40 GB di dati ed aver trascorso del tempo con questi titoli, dovrei scrivere più di un paragrafo.

 

Per essere onesti, rimasi davvero entusiasta per quanto riguarda il nuovo capitolo della serie DOOM, quando Bethesda lo annunciò l'anno scorso. Voglio dire, è DOOM, un gioco con cui ho trascorso la maggior parte del tempo di gioco come giovane giocatore che usa il PC.

 

Storia assente o per quello che vale...... inutile, il single player può essere un buon modo per conoscere le mappe del vero gioco ONLINE. Purtroppo il gioco non è aggiornato da tanto tempo e si vedono le differenze rispetto alla versione Online,molto più stabile e con meno lag di input.

 

Non so che dire di questo nuovo capitolo, di sicuro è il capitolo più innovativo di tutta la serie perché permette alla storia di avere più finali 4 in totale,quindi nel gioco ci sono delle scelte morali che a mio avviso non verranno introdotte in un nuovo Call of Duty creato da Treyarch.

 

Se Nintendo ha Bayonetta, noi dobbiamo subirci Raiden?!?!?!?! Per carità buon personaggio, se fosse stato affidato magari a qualche studio occidentale, ma è fin troppo corporativista (i giapponesi sanno come annientare la virilità maschile infatti è per questo che considero Snake l'unico maschio creato in Giappone degno di appartenere al regno maschile).

 

Papo & Yo è PURA POESIA!

Dalle meccaniche semplici (scelta dello sviluppatore) il gioco si basa sul problema dell'infanzia che il programmatore del gioco ha vissuto,ovvero l'alcolismo del padre.

 

Metro 2033 è uno fra i pochi FPS che si concentrano solo sul single player, infatti il gioco non presenta una modalità multiplayer oppure co-op. Uscito ormai 5 anni fa il gioco a quei tempi era alquanto anonimo per il semplice fatto che il gioco prendeva spunto dal libro con lo stesso nome, uscito in Italia solo nel 2008, oltre a questo problema il gioco presentava anche un ottimizzazione non eccellente.

 

Just Cause 2 è un divertente gioco OpenWord / Sandbox con una mappa enorme (tra le più grande per quanto riguarda il genere Open Word) ma sopratutto tantissime cose da fare.

 

Un progetto niente male.R.U.S.E è un strategico in tempo reale sviluppato da Eugen Systems autori anche dell'RTS Act of War.Il gioco è ambientato durante la seconda guerra mondiale e narra diversi fronti,partendo da quello africano fino a quello ovest ed est.

 

Molti videogiochi moderni puntano ormai sostanzialmente ad una trama costruita e ad una narrazione coinvolgente, spesso sacrificando aspetti di una certa importanza (almeno così vuole il parere generale) come la grafica o il gameplay. Basta pensare a esempi concreti come il commovente To The Moon o il curiosissimo The Plan.

 

Lo stile di gioco, uno scorrimento orizzontale quasi interamente basato sulle dinamiche del parkour (quindi saltare, arrampicarsi, calarsi, appendersi e via dicendo), ricorda molto Vector, unito ad alcune caratteristiche di stampo tipicamente action (vi sono armi a disposizione, poche ma vi sono) necessarie per affrontare gli zombie che incontreremo durante l'avventura.

 

Dai toni più cupi, Kane & Lynch 2 riprende le vicende successe nel primo capitolo,ormai i due compagni si sono divisi e sono andati ognuno per la propria strada,ma le loro strade si incontrano a Shanghai dove Kane si è sistemato con la sua fidanzata Xiu, Lynch arriva a Shanghai per un lavoro e viene subito accolto da Kane che lo deve portare in albergo ma prima deve risolvere un piccolo problema,un problema che da piccolo diventa subito molto grande e da qui comincia la nostra avventura.

 

RAGE è il lavoro più complesso che la ID Software ha fatto,sopratutto dopo l'acquisto da parte di Bethesda. RAGE appartiene al genere FPS post apocalittico e prende un po dalla serie Fallout.Il gioco cerca di narrare la storia di un sopravvissuto il quale è sopravvissuto grazie a delle arche criogeniche costruite prima che l'asteroide Aphopis cadesse sulla terra.

 

Dai toni meno cupi ma più satirici\sarcastici,Saints Row 3 cerca di togliersi l'aria da brutta coppia di GTA che la serie si è fatto con i primi due capitoli.Ovviamente in nostri eroi (o anti eroi in base alla nostra visione della vita) hanno fatti passi da giganti,infatti sono passati da Stilwater a Steelport,una città di ricconi dove sono diventati delle vere icone pop.

Il gioco cerca di cambiare atmosfera distaccandosi dal suo predecessore. Rispetto a DIRT 2 il gioco si concentra molto di più su gare Rally divise ovviamente in altre 3 sezioni e sulla nuova aggiunta,ovvero la Gimkana(è una gara all'aperto nella quale i concorrenti devono percorrere un tracciato tortuoso e reso impegnativo da ostacoli, nel più breve tempo e con il minor numero di penalità possibili).

 

Torchlight 2 è un RPG fantasy con visuale a "volo di uccello" che prende tutto quello che ha caratterizzato il primo capitolo e lo moltiplica per 2,la fortuna ha voluto che questo capitolo stracciasse Diablo 3 quando usci per i vari problemi che presentava.

 

Giocabilità: Sparatutto 2D estremamente veloce, semplice ma intenso, con diverse meccaniche interessanti mirate a distinguerlo dal classico "è uguale a Metal Slug".

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK