"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Ho rivisitato il gioco alcune volte da quando venne rilasciato per la prima volta su PS4 a ottobre 2016 e, ogni volta che lo faccio, ribadisco la mia convinzione, anzi, il fatto puro e semplice, che Shu è un gioco platform in 2D tanto bello quanto non si potrebbe mai sperare. Dimentica i tuoi Mario, i tuoi Sonic e i tuoi Raymen: questo piccolo individuo dall'aspetto simile a un uccello è dove si trova.Questa settimana, lo sviluppatore Coatsink ha rilasciato Shu per Nintendo Switch, una nuova casa per giochi indie, sembrerebbe. E mentre l'eShop si sta rapidamente inondando di infiniti porting di giochi che abbiamo già giocato su PS4, Xbox o PC, Shu è sicuramente uno che merita di essere rivisitato.

Anche se Shu è stato recensito abbastanza favorevolmente quando è uscito per la prima volta, con un rispettabile Metascore di 77 su PS4 e 85 su PC, non ha mai ottenuto la fanfara che meritava. I giochi indie sono facilmente trascurati, specialmente quelli appartenenti ad un genere occupato da così tanti grandi franchise. È sempre un peccato, specialmente in questo caso. Spero che ora, su Switch, attirerà una nuova attenzione.

Ecco cosa detto del gioco nella mia recensione originale: "Shu è il punto di riferimento definitivo di quello che può essere un gioco indie. I giochi realizzati in un piccolo studio con un budget limitato sono spesso macchiati dallo stigma di essere sottotitoli solo perché non sono stati fatti in condizioni AAA. Esempio di contestazione: con controlli perfetti, un sistema di gioco unico e totalmente avvincente e uno splendido stile visivo assolutamente gocciolante di fascino, Shu è senza dubbio il miglior gioco di piattaforme degli ultimi anni, AAA o altro." Quindici mesi dopo, tutto vero al 100%.

Se non hai familiarità con Shu, si tratta di un gioco platform in 2D ambientato in un mondo meraviglioso minacciato da una tempesta devastante. Giocando come Shu, sta a te superare la tempesta, raccogliendo pick-up e oggetti da collezione nascosti mentre procedi. Nel tuo viaggio incontrerai nuovi amici con abilità uniche che ti aiuteranno a raggiungere il tuo obiettivo. Shu può planare su ampi spazi, ad esempio, ma allearsi con i suoi amici ti garantirà anche le sue abilità, che si tratti di battere il terreno per attraversare piattaforme instabili, rallentare il tempo o fare il doppio salto.

Con il progredire del gioco, i livelli diventano più difficili e il raggiungimento della fine richiede generalmente l'uso sapiente delle abilità speciali di ogni personaggio. Il tempismo e la pratica sono importanti, in quanto attraversano solo un divario particolarmente problematico che potrebbe essere necessario utilizzare tre o quattro abilità diverse, il tutto con pressioni di pulsante tempestive. Anche dopo aver giocato a questo titolo tre o quattro volte, la parte più sorprendente di Shu per me è la sua grafica e l'audio. Un mondo in 2D meravigliosamente animato è allo stesso tempo bello e pericoloso, e si adatta perfettamente al tono del gioco. Anche l'audio è perfettamente bilanciato, con un ritmo che imposta continuamente il tono fra momenti più calmi e sezioni più tese.

Anche se giocando su uno schermo più grande è più facile apprezzare tutta la bellezza visiva, qualcosa deve essere detto per la facilità di accesso e portabilità che lo Switch porta al gioco. Certo, Shu è disponibile su PS Vita dall'anno scorso, ma lo schermo più grande dello Switch e una maggiore portata lo rendono una casa migliore. Avendo ora giocato a Switch, non sono sicuro che lo giocherò in un altro modo. È proprio lì ogni volta che ho bisogno di una soluzione rapida; così acuto, bello e reattivo come è sempre stato. Se ti piace un po' di azione con piattaforme a scorrimento laterale e hai bisogno di qualcosa di nuovo sul tuo Switch, Shu è il compagno perfetto.

Fonte: gamespew.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK