"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Tre anni dopo il rilascio della Wii U, sembra già che le cose si stiano esaurendo. Questo è particolarmente vero via del ritardo, comunicato di notte, di Star Fox Zero, facilmente il gioco più importante fra quelli che saranno rilasciati per Wii U.

L'uscita di questo titolo del preferito franchise sparatutto spaziale, invece che avvenire nel mese di novembre, come previsto, è stata posticipata al primo trimestre del 2016, e nemmeno questo è confermato al 100%. Shigeru Miyamoto, il famoso creatore di Mario e creativo Fellow Nintendo di recente nomina, ha postato un aggiornamento sulla pagina Facebook di Nintendo durante la notte, per il ritardo. Lui si è scusato per l'inaspettato slittamento, dicendo che anche se il gioco è quasi completo e che potrebbe essere rilasciato a breve, vuole prendere più tempo per lucidare l'esperienza.

"Ora crediamo di aver bisogno di un po' più di tempo per lavorare su settori che non hanno precedenti, da poco scoperti, dato che vogliamo che i giocatori sperimentino il gioco utilizzando due schermi, e per lucidare ulteriormente il design dei livelli e perfezionare il tono delle scene tagliate", ha scritto. "E il gioco non sarà ritardato per un tempo molto lungo - puntiamo a lanciare il gioco nel 1° trimestre del 2016", ha aggiunto.

 

Allora, cos'è rimasto quest'anno? Be', titoli di nicchia come Xenoblade Chronicles X e Project Zero: Maiden of Black Water, dall'aspetto interessante, altrimenti c'è Mario Tennis: Ultra Smash e titoli di terze parti come Lego Dimensions e Guitar Hero Live. Il che è praticamente tutto, con The Legend of Zelda che uscirà l'anno prossimo in qualche momento.

Ed è già stato un tranquillo 2015 per le console: oltre a Mario le grandi uscite di Nintendo sono state Splatoon e Yoshi's Woolly World, insieme con un po' di amiibo. Gli sviluppatori indie stanno ancora trasportando pietre preziose, ma i più grandi produttori di terze parti hanno in gran parte abbandonato la console; data la scaletta sottile, sembra che Nintendo stia già guardando avanti per la prevista console "NX".

Siamo pienamente a favore del rilascio di un gioco migliore in seguito, piuttosto che correre fuori con un'esperienza disordinata per raggiungere una data; tuttavia il resto della prossima line-up per Wii U è così sottile che questo ritardo sarà fortemente sentito dagli appassionati. Potrebbe tranquillamente uscire fra pochi mesi, ma si spera che il 2016 porti più Zelda che Star Fox, a questo punto.

Fonte: stuff.tv

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK