"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "cristiano"? Game Community intende fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Cerca

 

Anteprima di Enemy Mind

Piattaforma: PC

Personalmente non mi ritengo molto adatto per scrivere anteprime o addirittura recensioni per videogiochi, ma ho dovuto uscire dalla mia piccola caverna di giornalista per parlare di uno shoot 'em up che si chiama Enemy Mind, sviluppato da Schell Games. La mia prima impressione è che in questa fase iniziale questo gioco sia veramente ben riuscito e che gli sviluppatori abbiano lavorato bene. Quando si inizia a giocare a Enemy Mind, ci si trova in quella che sembra essere la carcassa di una astronave che non ha armi ed è appena in grado di resistere ad un paio di colpi, ma questo è solo il principio dell'anteprima di questo titolo.

Ad un certo punto viene fuori una piccola astronave, che sembra un essere di pura energia psichica con il potere di prendere e controllare tutto ciò che vi sta di fronte. Non ci sono i vincoli tipici di altri shoot 'em up, in cui si ha a disposizione lo stesso tipo di astronave più e più volte, ma si possono catturare ed utilizzare anche le navi nemiche. Tutto ciò è incredibilmente coinvolgente.

Si passa rapidamente da un'astronave all'altra, divertendosi ad utilizzare quella che in quel momento sembra essere la migliore. Usiamo la nave che può viaggiare ad alta velocità o quella più potentemente armata ma più lenta? Ecco la vostra scelta, con un semplice tocco di un pulsante si spara un raggio che cattura ciò che volete. Queste navi hanno comunque delle limitazioni, alcune hanno un maggiore munizionamento, altre sono meglio corazzate, ma in ogni caso potete tranquillamente scegliere ciò che vi pare. Gli sviluppatori hanno affermato che il numero delle navi che si possono utilizzare è più di una ventina, attraverso otto livelli e settanta sfide ad ondate; per quanto mi riguarda tutto ciò è più che sufficiente.

 

 

Enemy Mind non è solo un gioco con un buon gameplay, ma ha anche una buona storia ed una grafica di alta qualità che si adattano molto bene allo stile di gioco. Si tratta di un'ambientazione simile ai giochi ad "8 bit", e quale miglior modo per fare una simile esperienza se non emulare un chip di altà qualità per la colonna sonora, ad opera di Rainbow Kitten? Non sarò una cima, ma i primi venti minuti di fronte allo schermo mi hanno permesso di capire che si tratta di un gioco degno del vostro tempo, e devo dire un grande grazie a Schell Games per la possibilità di divertirsi con questo titolo.

Fonte: indieretronews.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento.

Acconsento all'utilizzo dei cookie.

OK