NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Xbox One: potenza e varietà di dispositivi

La Xbox One è più di una console per videogiochi o, almeno, è quello che Microsoft vuole indurre la gente a pensare. Questa società ha investito un'enorme quantità di risorse per le più recenti funzionalità multimediali, al punto che, eccessivamente, vuole affermarsi come macchina "al centro dei vostri salotti". In ogni caso, sempre secondo Microsoft, la nuova generazione di macchine videoludiche comincia con la Xbox One.

Tuttavia vale la pena notare che alcuni problemi permangono anche dopo oltre due mesi dal suo lancio. Per cominciare non è ancora disponibile, per questo dispositivo, iPlayer; alcune indiscrezioni affermano che arriverà "nel secondo quadrimestre del 2014". Inoltre stiamo ancora aspettando il supporto per la memorizzazione esterna, con la Xbox One che si rifiuta di salvare i giochi su un'unità flash USB o su un disco rigido esterno. Secondo Larry Hryb di Microsoft, detto "Major Nelson", la società sta lavorando per aggiungere il supporto esterno al sistema, ma non ha potuto rivelare se si sarà in grado di accedere ai file multimediali memorizzati su memorie di massa esterne o se si sarà solamente in grado di formattare partizioni esterne da 32 GB come accade per la Xbox 360.

Ad ogni modo la Xbox One è piuttosto ingombrante, come la PlayStation 4 e come le versioni originali delle console della generazione precedente, tanto da rivaleggiare con alcuni amplificatori AV, in fatto di spazio che può occupare sotto il televisore. Le linee spigolose, la mancanza di tasti fisici e la combinazione di materie plastiche lucide e opache offrono un aspetto imponente, quasi monolitico. Il design lascia molto spazio per il raffreddamento dei componenti interni; dopo il famigerato Xbox 360 Red Ring of Death, Microsoft si è decisa ad un'offrire un ambiente il più ventilato possibile per la nuova console. La CPU è dotata di un dissipatore di grandi dimensioni, con una ventola di scarico enorme; tutto ciò dovrebbe far sì che la console non si surriscaldi nemmeno dopo ore di gioco continuo. Durante alcuni test, la console non ha mai raggiunto temperature oltre i 50 gradi centigradi, sia che tu guardi la TV sia che tu stia giocando.

 

Dopo che Microsoft ha rivelato che la Xbox One avrebbe goduto di un processore "semi-custom" AMD Accelerated Processing Unit (APU), le console per videogiochi non sono mai state così vicine, in termini di hardware, ai PC desktop. I due moduli quad-core del processore Jaguar della Xbox One, con una velocità di clock di 1.75 GHz, abbinati ad 8 GB di memoria DDR3, dovrebbero essere molto più facili da programmare rispetto alla CPU PowerPC utilizzata nella Xbox 360. Per quanto riguarda la diretta concorrente di questa console, la PS4, Sony ha adottato un approccio simile, optando anch'essa per una APU Jaguar ad otto core e 8 GB di RAM, ma entrambe le società hanno fatto i loro adattamenti ai processori AMD, per quanto riguarda la memoria grafica. La Xbox One si basa su 32 MB ad accesso rapido ESRAM per elaborare rapidamente le texture nella memoria DDR3 più lenta, che secondo gli sviluppatori è più complessa da programmare rispetto alla più veloce memoria RAM GDDR5 della PlayStation 4. Al momento del lancio, questa soluzione ha portato ad una riduzione delle disparità di qualità fra le due console in alcuni giochi, ma ci aspettiamo che il gap si restringa ulteriormente per abituare gli sviluppatori alle particolarità della Xbox One.

Chi si aspetta un enorme salto di qualità, dal punto di vista grafico, con le nuove console "next-gen", rimarrà deluso. Anche le le riflessioni di luce in tempo reale sulle auto in Forza Motorsport 5, gli effetti particellari in Killer Istinct e la risoluzione maggiore nei giochi multi-piattaforma sono tutti miglioramenti benvenuti, la Xbox 360 non è destinata ad essere spazzata via. Il drive ottico Blu-Ray è un logico aggiornamento rispetto al drive DVD della console precedente; la capacità supplementare ha permesso agli sviluppatori di creare giochi più vasti, aumentandone anche i particolari senza la necessità di utilizzare più dischi. Tuttavia i giochi non vengono letti direttamente dal disco, ma devono essere installati sull'hard-disk interno da 500 GB, e con giochi che si avvicinano alle dimensioni di 50 GB, non passerà molto tempo prima che il disco rigido sia pieno. L'hard-disk non è sostituibile dall'utente senza invalidare la garanzia; al momento del lancio non c'era un modo semplice per gestire i file sul disco, dovendo accedere al menu apposito per cancellare le singole installazioni dei giochi. Microsoft ha risolto questo problema con il primo aggiornamento importante del Dashboard, che permette almeno di controllare la quantità di spazio di archiviazione che si vuole usare per ogni installazione. La Xbox One salva automaticamente i tuoi progressi di gioco sia sulla console sia sul "cloud", in modo da poter accedere ai salvataggi anche da altre console.

Per evitare di rovinare il design minimale della parte anteriore, Microsoft ha spostato tutte le porte sul retro e sul lato sinistro della console. Non ci sono uscite analogiche, mentre sono presenti due porte HDMI: una per l'uscita video da collegare al televisore ed una per ricevere immagini da una fonte esterna, molto probabilmente un "set-top box TV". E' inoltre presente un'uscita ottica digitale S/PDIF per collegare amplificatori AV. Al momento del lancio, l'uscita ottica digitale può gestire solo audio stereo, anche se Microsoft ha aggiunto il suono surround nell'aggiornamento del firmware di marzo 2014. L'ingresso HDMI è perfetto per Sky o per una casella TiVo. Nella parte posteriore sono presenti due porte USB 3, nonché un'altra sul lato della console. Questo non è il massimo, ripetto alle porte anteriori della Xbox 360, se avete intenzione di posizionare la console su un mobile TV compatto. Sebbene il supporto per una tastiera USB non sia stato incluso al momento del lancio, Microsoft ha rimediato a questo con il primo aggiornamento del Dashboard.

Sul retro si possono inoltre trovare la porta proprietaria per il Kinect ed un ingresso IR Blaster. La Xbox One è in grado di controllare il vostro "set-top box TV" per cambiare canale e simili; questo viene solitamente fatto per mezzo del Kinect, che ha un potente emettitore IR. Per quanto riguarda la connessione ad Internet, si può scegliere sia quella via cavo Ethernet, sia la connessione wireless 802.11n Wi-Fi. In effetti è quasi obbligatorio collegare la console alla rete, dal momento che Microsoft rilascia quasi quotidianamente aggiornamenti dai suoi server.

 

Per quanto riguarda i giochi, c'è una grande varietà di titoli in esclusiva per Xbox One, maggiore rispetto a quella della PS4. C'è n'è per tutti i gusti, compresi azione, corse, avventura, combattimento e per bambini. Citiamone solo alcuni:

Dead Rising 3

L'originale Dead Rising fece il suo debutto sulla Xbox 360, così come Dead Rising 3 è stato distribuito con il lancio della nuova console. La storia è un po' meno ironica dei suoi predecessori, ma le folli combinazioni di armi ed il numero enorme di zombie presenti sullo schermo sarà la gioia per gli amanti del genere.

Forza Motorsport 5

A nostro parere, si tratta del miglior gioco in esclusiva per la Xbox One attualmente disponibile. Forza Motorsport 5 non è perfetto, dal momento che non ci sono molte piste e c'è troppa attenzione alle micro-transazioni, ma il sistema di force feedback dettagliato è una bella novità. Potete avvertire quando i vostri pneumatici posteriori perdono aderenza e quando i freni si bloccano, portando il tutto ad una alto livello di realismo.

Killer Istinct

Microsoft pare aver riportato in vita il genere dei combattimenti con combo, per testare una nuova modalità di pagamento "free-to-play". In pratica si può scaricare la demo gratuita e provare un singolo personaggio, sia offline contro la console, sia online contro avversari umani. Poi potete decidere se acquistare gli altri sette membri del cast. Gli effetti particellari che riempiono lo schermo sono magnifici e le combo sono appariscenti, anche se sorprendentemente facili da usare anche per i neofiti.

Ryse: Son of Rome

Lo sviluppatore Crytek è passato dalla sua attenzione per i giochi sci-fi futuristici alla storia antica con Ryse: Son of Rome, un hack and slash brutale ed avventuroso attraverso l'impero romano. Questo gioco è sbalorditivo ed è probabilmente il miglior titolo di lancio che si possa trovare. Basta tenere a mente che non è per gli schizzinosi: gli arti vengono mozzati in numero e modalità sorprendenti.

Zoo Tycoon

E' il gioco di lancio più amichevole e familiare; Zoo Tycoon è carino e facile da giocare. La modalità di vista dall'alto è disponibile per chi lo desidera, ma è molto più coinvolgente camminare intorno alla vostra creazione in terza persona, avvicinandosi agli animali ed interagendo con loro mediante il Kinect.

 

Per quanto riguarda i giochi multipiattaforma, c'è da dire che sono per lo più "cross-generation", ossia di passaggio fra le "vecchie" e le "nuove" console. La line-up di lancio appare ampia, comprendendo titoli disponibili anche per PC. Riportiamone alcuni:

FIFA 14

Chi ha acquistato la Xbox One nel Regno Unito, durante il "Day One", dovrebbe aver ricevuto un copia digitale di FIFA 14, mentre tutti gli altri dovrebbero farci un pensierino. La grafica è notevolmente migliorata, rispetto alle console "old-gen", così come la fisica del pallone. C'è una grande quantità di contenuti, per cui dovreste ancora giocarci anche dopo che la Coppa del Mondo 2014 finirà.

Call of Duty: Ghosts

Un altro anno, un altro Call of Duty. Ghosts è uno dei giochi più popolari su Xbox One. L'aspetto multiplayer è particolarmente curato, con sparatorie frenetiche facili da imparare e difficili da dimenticare.

Need for Speed: Rivals

Se Forza Motorsport 5 è un po' soffocante, per via della sua caratteristica di "simulazione", Need for Speed: Rivals è il suo antidoto arcade. In questo gioco potrete correre in un mondo aperto sia come un corridore sia come un poliziotto, a velocità incredibili. La modalità "always-on multiplayer" significa che potrete trovare altri piloti entrare e uscire in qualsiasi momento, aumentando il livello di sfida, sbloccando auto più veloci ed aggiornando le meccaniche, che possono dare più potenza negli inseguimenti.

Battlefield 4

La versione per Xbox One di Battlefield 4 porta la console in linea con il PC, introducendo partite a 64 giocatori pieni di veicoli e "levolution", effetti dinamici che cambiano drasticamente la mappa di gioco. Si tratta di uno degli sparatutto in prima persona più coinvolgenti degli ultimi anni. E' così bello che ci stiamo ancora giocando dopo mesi dal lancio.

La Xbox One non è retrocompatibile con la Xbox 360. Questo non dovrebbe essere una sorpresa date le grandi differenze a livello hardware, ma si tratta anche di un modo per continuare a vendere la vecchia console, piuttosto che puntare su un unico modello.

Il controller della Xbox 360 è stato ampiamente considerato come uno dei migliori gamepade per console mai realizzati, quindi Microsoft è stata attenta a non modificarne troppo l'aspetto. Il nuovo controller presenta sempre due stick analogici, quattro pulsanti frontali, due trigger e due pulsanti laterali, ma i tasti di start e selezione sono stati sostituiti, rispettivamente, con menù e pulsanti multi-tasking. La plastica liscia e nera presenta diversi grip e la forma anatomica si adatta comodamente alle mani. Il nuovo pad direzionale a quattro vie è molto più preciso rispetto a quello ad otto vie della Xbox 360, che era probabilmente la sua caratteristica più debole. I motori "rumble" individuali dei nuovi trigger ad impulso forniscono un buon feedback alle dita. Una zona morta più piccola ed una maggiore resistenza al movimento rendono gli stick analogici incredibilmente reattivi, forse troppo, almeno al momento del lancio. Tuttavia un aggiornamento del firmware, in parte con il contributo di Respawn Entertainment, lo sviluppatore di Titanfall, ha ridotto questo effetto, smussando il movimento del controller. Questo è più evidente nei frenetici sparatutto in prima persona, ma i controlli raffinati fanno la differenza anche nei giochi di guida.

 

Il vano batteria si trova in posizione più arretrata, rispetto al precedente controller, che sporgeva verso l'esterno. Microsoft ha optato per batterie di tipo AA, piuttosto che un buil-in ricaricabile tramite la porta micro USB. La Dashboard mostra la quantità di carica del controller.

Se si desidera utilizzare un auricolare di terze parti, avrete anche bisogno di un adattatore opzionale. A differenza della PS4, che ha un jack audio da 3,5 mm standard che funziona con qualsiasi auricolare, la Xbox One, attualmente, supporta solo accessori ufficiali.

Per quanto riguarda il Kinect, Microsoft è sempre stata fermamente convinta di renderlo parte integrante della console, tanto che è il dispositivo di rilevamento di movimento per console più preciso attualmente in commercio. Più grande rispetto all'originale Kinect, con una finitura nera e linee angolari che corrispondono alla console, è la prima cosa che si vede quando si apre la scatola della console e fa parte del processo di set-up iniziale. Bisogna abituarsi a questo dispositivo, dal momento che è fortemente integrato con l'interfaccia utente della Xbox One. La fotocamera rileva il numero di persone presenti nella stanza, riconoscendo anche i volti. Se si scarica l'applicazione gratuita Xbox Fitness, può controllarvi mentre vi allenate, utilizzando una combinazione di telecamere RBG e infrarossi per monitorare piccoli dettagli come le guance arrossate per stimare la frequenza cardiaca. (Ma dove andremo a finire? N.d.T.). Serve anche per leggere i codici QR, per utilizzare abbonamenti Xbox Live o download digitali; ci vuole meno di un secondo per rilevare un codice, attivandolo, dopo aver avvicinato la scheda all'obiettivo della fotocamera. Tuttavia si tratta di più di una semplice macchina fotografica. Microsoft sostiene che i microfoni del Kinect sono sufficientemente precisi da isolare un discorso in una stanza, anche con il sottofondo dell'audio di un gioco, anche se un auricolare Chat non è ancora fornito con la console.

La maggior parte dei giochi di lancio della Xbox One hanno in qualche modo un supporto per il Kinect. Forza Motosport 5 è in grado di monitorare il movimento della vostra testa per spostare la vista in auto quando ci si china a destra o a sinistra. Ryse: Son of Rome consente di comandare i tuoi commilitoni con i comandi vocali. Dead Rising 3 permette di gridare agli zombie per attirare la loro attenzione, distraendoli dai vostri compagni sopravvissuti, se si trovano nei guai. Giochi di lancio di terze parti come FIFA 14 e Need for Rivals consentono di utilizzare il Kinect per navigare attraverso i menu.

 

L'interfaccia utente a mattonelle della Xbox One è simile a quella di Windows 8, il sistema operativo Microsoft, con icone colorate ma semplici ed un layout a griglia che ben si adatta ad un grande schermo. I comandi vocali del Kinect sono fortemente integrati nel sistema, in modo da poter attivare praticamente qualsiasi gioco, applicazione o menu senza utilizzare il controller. Si può dire "Xbox" in qualsiasi momento per avere una breve panoramica dei comandi vocali disponibili. Qualsiasi testo evidenziato in verde può essere utilizzato come un comando vocale riconoscibile dal Kinect, anche se non si possono utilizzare abbreviazioni. L'interfaccia utente della Xbox One ha anche il supporto per i comandi gestuali, anche se non funzionano bene come quelli vocali. L'elenco delle applicazioni installate è disposto orizzontalmente, e si riempie rapidamente. Lo spazio di scorrimento necessario per trovare i vostri giochi, nel tempo, potrebbe perciò aumentare.

L'integrazione con la TV è senza dubbio la caratteristica principale della console al di fuori dei giochi. Si possono collegare i decoder Sky, Virgin o YouView, con molti benefici aggiuntivi. Potete vedere le notifiche e gli inviti a giocare da parte di amici, avere una conversazione Skype o aprire un browser web. Inoltre molti altri dispositivi possono essere collegati alla Xbox One, tramite la porta HDMI, che accetta segnali da 720p, 1080i e 1080p. Ciò significa che è possibile collegare un Pc, uno smartphone, un tablet, una fotocamera o videocamera digitali. Tecnicamente è possibile collegare anche una Xbox 360 per giocare a titoli di ultima generazione, oppure combinare follie tipo collegare console rivali come la Nintendo Wii, la Sony PS3 o la PS4. Tuutavia occorre sapere che in questi casi è presente una latenza del segnale d'ingresso che potrebbe rendere difficile utilizzare i vostri giochi. Questa varia in base alla console ed in base ai giochi, ma la media sembra essere compresa fra 150 e 200 ms.

La Xbox One è stata progettata anche tendendo conto della possibilità di utilizzare i giochi con un secondo schermo. A questo ci pensa SmartGlass, che utilizza la connessione Wi-Fi Direct per creare una connessione ininterrota con uno smartphone o un tablet. SmartGlass è un altro modo per interagire con la Xbox One oltre il gamepad e Kinect. E' quindi anche possibile utilizzare questi dispositivi come dei touchpad wireless, che rendono facile la navigazione sul web con Internet Explorer, permettendo anche di controllare la riproduzione multimediale. SmartGlass rende facile passare da un gioco all'altro ed inviare messaggi ai vostri amici dal vivo, anche quando si è lontani dalla console. Se un gioco è compatibile, SmartGlass si trasforma in una sorta di "compagno" che vi fornisce ulteriori informazioni, normalmente non disposibili sullo schermo principale. SmartGlass è disponibile su iOS, Android, Windows Phone e Windows 8. Una volta scaricata quest'applicazione, non ci sarà bisogno di scaricarne altre per ogni gioco, almeno per i giochi Microsoft. Titoli di terze parti come Battlefield 4 hanno le proprie applicazioni per il secondo schermo, che possono essere scaricate separatamente.

Per quanto riguarda i prezzi delle nuove console, non è prevedibile sapere quanto la concorrenza possa influire per eventuali ribassi, almeno fino a Natale del 2014.

Fonte: expertreviews.co.uk

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin