NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Gratuitous Space Battles 2 - Recensione - Un gioco bellissimo e complesso

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Positech Games

Genere: Strategia

Data di uscita: 16 Aprile 2015

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: No

Immaginate di giocare a scacchi, dopo aver appena appreso come si muovono i pezzi, e avrete un'idea di cosa sia tuffarsi in Gratuitous Space Battles 2. C'è un complesso sistema di relazioni, al lavoro, sotto la superficie di questo show di luci laser, ed una valutazione approfondita richiederebbe probabilmente molti anni e la lettura del libro "L'arte della guerra".

Dal punto di vista strategico, quello che posso dirvi è che il gioco tenta di presentarsi in maniera complessa, in modo che voi possiate decidere se incamminarvi per una strada lunga e difficile, al fine di acquisirne la padronanza. Gratuitous Space Battles II è un gioco di strategia, in cui grandi flotte di astronavi volano per lo spazio, sparandosi a vicenda con missili e laser. L'obiettivo è quello di garantire che la vostra grande flotta di navi spaziali sia ancora in volo alla fine della battaglia. Ciò che rende unico questo gioco è il modo in cui questo obiettivo viene raggiunto. A differenza dei giochi di strategia in tempo reale standard ed a quelli a turni, in Gratuitous Space Battles II si deve pianificare tutto. Una volta che la battaglia ha inizio, tutto quello che puoi fare è guardare l'orologio.

Il tempo che si trascorre a giocare con questo titolo è diviso fra la fase di progettazione (costruzione delle navi e della flotta, emissione degli ordini generali) e quella in cui si osserva la battaglia. Lo scontro avviene in tempo reale, ma senza alcun coinvolgimento del giocatore, oltre lo zoom in e out, il rallentamento o l'accelerazione del tempo, il vedere le statistiche sulle prestazioni e lo scatto di screenshot. Ed è un vero spettacolo per gli occhi.

La grafica non è tutto, ma ha la sua importanza

GSB II è un gioco grazioso. Non solo è bello, ma non ha paura di presentarsi a modo suo. Non si può dire che abbia una grafica "retro", con il numero di oggetti sullo schermo, gli effetti di luce e particellari, il fiorire di lens flare e gli elaborati sfondi di pianeti e stelle. Eppure il tutto è visto da una prospettiva dall'alto verso il basso, e le navi sono realizzate con una grafica in 2D a strati.

Quando abbiamo parlato con Cliff Harris di Positech Games, gli abbiamo chiesto se il gioco, in fase di progettazione, utilizzasse le DirectX 9. La sua risposta è stata che lui conosce bene le DirectX 9, e che preferisce utilizzare un set di strumenti conosciuto, piuttosto di utilizzare una versione più recente. Ha sfidato chiunque a guardare il gioco e vedere se manca qualcosa. Graficamente parlando, direi che la sua fiducia è giustificata. Tale fiducia è chiaramente visibile anche nel fatto che il gioco vuole essere guardato. C'è una funzione per gli screenshot che è semplice come premere il pulsante Stampa sulla tastiera; tutto si blocca per un secondo, poi c'è un suono come quello del clic di un otturatore, ed un file BMP viene scaricato in una cartella specifica.

Gli effetti sonori e la musica sono anch'essi ben realizzati. Potete zoomare per avere una visione più ravvicinata delle navi da combattimento delle dimensioni di un piccolo moscerino, e gli effetti sonori aumentano anch'essi, con il sibilare di laser e razzi. La musica è un sottofondo opportunamente epico per i conflitti interstellari (anche se con il passare delle ore è diventato piuttosto ripetitivo).

Costruzione dei veicoli spaziali

La parte visiva della progettazione navale colma il divario fra la grafica e il gameplay. Ogni tipo di scafo e di classe, nel gioco, ha una diversa forma predeterminata di base, con diversi slot per le armi, armature ed altri oggetti. La forma di base della carena può essere modificata con l'aggiunta di un buon numero di componenti puramente estetici, non appena questi vengono sbloccati. Ci sono ali, tubi, pozzetti, cose incandescenti da fantascienza come cupole, luci, fiamme, etc. da scegliere. Ciascuno di questi elementi può essere ingrandito o rimpicciolito, messo a strati l'uno sopra l'altro, ruotato, messo in rotazione come un dispositivo radar e cambiato di colore. E' chiaro che tutto è in 2D. Al gioco non importa dove si posizionano i pezzi o come vengono inseriti insieme al resto, ed il livello di flessibilità è grande. Francamente, è un divertimento in stile Lego, che mi ha assorbito appena ho iniziato.

Ecco come appare, ma come si gioca?

Nel corso del tempo, per me è diventato chiaro che si ha realmente bisogno di scavare in profondità per capire questo gioco. Tuttavia, il fatto che non sia chiaro in un primo momento, è parte del problema. La modalità in single player di GSB II è costituita da 11 missioni sbloccabili, ognuna con una flotta nemica di dimensioni e composizione diverse, un bilancio diverso per costruire il proprio parco veicoli ed altre cose (scudi, raggi traenti, etc.). Fatta eccezione per le prime due, che sono missioni tutorial, ognuno di questi livelli ha tre livelli di difficoltà, che modificano la composizione della flotta nemica.

Dopo aver selezionato una delle missioni a disposizione, appare una schermata in cui dovrete utilizzare il vostro budget per creare la flotta da lanciare in battaglia. Si possono modificare i disegni di navi già pronte o costruirne di nuove, scambiando i vari moduli come armi, armature, raggi traenti, etc. I componenti utilizzati nella progettazione navale influenzeranno il costo della nave, che a sua volta influisce su quante navi si possono avere in una determinata missione. La gestione del budget ha anche un altro effetto. Al di là delle opzioni di base di partenza, tutti i tipi di carena, componenti navali, elementi visivi e razze aliene (ce ne sono tre, e le loro descrizioni sono piuttosto divertenti) devono essere sbloccati con "onore". Meno si spende per la vostra Armada, più onore si ottiene per vincere in una determinata missione. In particolare, la quantità di onore che si ottiene è determinata dal minor budget che si spende effettivamente per realizzare una flotta di successo. Vincere una missione con un alto livello di difficoltà o con una flotta più piccola, vi farà guadagnare più onore.

Così l'invito del gioco è forte e chiaro: fate le missioni tutorial per imparare le basi. Poi sbloccate una missione dopo l'altra, ottenete capacità nello scegliere i diversi componenti e tipi di nave, affinate le vostre abilità e sbloccate nuove cose. Il guaio è che ci sono tanti elementi diversi, ed ognuno ha statistiche differenti che interessano tante altre cose (il modulo per il fascio laser di base ha 15 valori diversi ad esso associati); non avevo idea da dove incominciare. Le missioni tutorial sono molto rudimentali, fornendo solo le informazioni di base su come posizionare le navi e così via, poi sei gettato nel profondo della mischia.

Quindi occorre una strategia, per l'apprendimento di questo gioco di strategia. Ho deciso di non costruire nuove navi o modificarne i componenti (in ogni caso non sapevo che effetto avrebbero avuto), fino ad arrivare ad una missione in cui le navi già pronte non fossero state sufficienti. In questo modo, ho potuto osservare come l'armata precostituita sia stata sconfitta, ed ho cominciato a cambiare lentamente le cose, creando un mio stile attraverso il complesso equilibrio di valori numerici.

Per un breve, brillante momento sembrava funzionare, e credo di aver intravisto cosa potrebbe essere GSB II. Ho visto come la mia flotta è stata distrutta, guardando le statistiche post-battaglia, ho fatto un semplice cambiamento nella composizione della flotta, ho dato un nuovo ordine o due, e ha funzionato! E' stato solo un piccolo cambiamento, ma avevo cambiato qualcosa che ha fatto la differenza fra la sconfitta e la vittoria. Poi, però, non riesco a ricordare perché, forse solo per ridere, ho provato ad utilizzare un sacco di incrociatori prefatti, in una mappa con nessuna pianificazione di sorta. Hanno proceduto vincendo ogni battaglia per me, fino alla sesta missione, che è a metà del single player, con quasi nessuna pianificazione di sorta. Poi, alla sesta missione, il mio metodo maldestro e sconsiderato ha smesso di funzionare.

Arrivato a quel punto, avevo letteralmente sbloccato tutto nel gioco, senza imparare di più su come giocare. Il mio piano era quello di lasciare che il gioco mi sfidasse lentamente, spingendomi a provare cose nuove. Invece sono stato facilmente superato, sbattendo contro un muro, e sono rimasto sconcertato come all'inizio. In un certo senso, questo non è un difetto di GSB II. Non è possibile lamentarsi per il gioco, perché avevo capito così poco dei suoi meccanismi interni. Il difetto riguarda il fallimento della campagna in single player nell'aiutarmi a capire meglio. Gratuitous Space Battles 2 è un gioco con un numero enorme di fattori, ma non aiuta molto il giocatore ad imparare. La campagna in single player è chiaramente presentata come una progressione graduale, ed il sistema di sblocco, ovviamente, vuole essere un incentivo per sperimentare e migliorare. Ma la difficoltà è irregolare e sbloccare le cose sembra quasi una sfida per tutti.

C'è una componente multiplayer, che si compone di flotte personalizzate realizzate da altri giocatori e che è possibile scaricare e tentare di sconfiggere. Ho provato alcune di queste sfide on-line, e le armate costruite da altri giocatori hanno infranto del tutto il mio metodo di forza bruta. Quindi è chiaro che qualcuno sa come giocare a questo gioco. Può benissimo essere che, come negli scacchi, GSB II richieda un buon insegnante. La modalità in single player non è necessariamente giocabile da soli.

Conclusione

Gratuitous Space Battles II è un gioco bellissimo, unico e complesso. Purtroppo ha una curva di apprendimento molto ripida, dal momento che un nuovo giocatore fatica a capire cosa sia, nonché come integrare il tutto mediante un tutorial superficiale ed una modalità in single player poco equilibrata. Durante la mia intensa esperienza con questo titolo, ho imparato che è un gioco in cui si può vincere. E' pensato per essere giocato più volte, imparando il complesso sistema di regole che ne è alla base.

Fonte: pixeldynamo.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin