NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Age of Wonders 3 - Recensione - Strategia ed azione su fantastici campi di battaglia

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Triumph Studios

Genere: Strategia

Data di uscita: 31 marzo 2014

Modalità di gioco: Multiplayer e co-op locale

Supporto per il controller: No

Ancora una volta mi trovo nei panni dell'arciere. Questo è il mio carattere distintivo, comandando anche altri arcieri per assicurare che facciano il massimo danno possibile, uccidendo i nemici che vengono a frotte. Naturalmente, se i miei arcieri non raggiungono il loro obiettivo, potrebbero essere fatti a pezzi il turno successivo. Riesco a muovere i miei arcieri al sicuro dietro le mie altre truppe, ma rischio d'incorrere in un attacco pesante, dal momento che qualcosa sta bloccando la mia visuale. Devo rischiare l'attacco a tutto campo, o piuttosto andare sul sicuro?

In Age of Wonders 3 i campi di battaglia sono fantastici, e spesso pieni di tali dilemmi. Questi piccoli drammi hanno inizio in maniera naturale, per via della combinazione attentamente calcolata di decine di situazioni diverse, e tutti i personaggi lavorano insieme. Dall'accompagnamento bonus alla linea della visuale, dalla ricerca magica alle infrastrutture industriali del tuo impero, ogni dettaglio in questo gioco di strategia a turni contribuisce a rendere il campo di battaglia il più complesso e gratificante possibile. Gli aspetti gestionali sono ridotti al minimo, per cui s'impara in fretta a giocare ad Age of Wonders III; l'attenzione è focalizzata soprattutto sull'azione.

Ogni partita di Age of Wonders 3 inizia con voi che prendete il mantello di un eroe potente, come un mago, un elfo o un nano, alla guida del tuo popolo attraverso il conflitto e la ricerca della prosperità. (Questo, in effetti, è un po' troppo materialistico. N.d.T.). Prima di arrivare al conflitto, tuttavia, occorre formare un esercito, il che significa che avrete anche bisogno di una città, per reclutare soldati ed addestrarli. Le città sono la spina dorsale del tuo impero, ed un fattore molto importante per la conquista dei principali obiettivi del gioco. La vittoria, in Age of Wonders 3, significa proteggere la capitale, sconfiggendo l'eroe del nemico, per poi impadronirsi delle sue ricchezze.

Le città sono in larga misura autosufficienti, e gli edifici richiedono pochi passaggi per essere costruiti. I tuoi suggerimenti determinano le unità che le città sono in grado di produrre, e se tali unità sono sostenute da supporto specializzato da parte di determinate strutture. Talvolta la popolazione di una città, per via delle condizioni di vita, divente triste, ma questo problema si risolve facilmente per mezzo di qualche incantesimo o la costruzione di uno stabilimento balneare, che è sempre popolare. Felicità a parte, il gioco non richiede molto tempo per il mantenimento dell'impero. Age of Wonders 3 è incentrato sul combattimento tattico, è tutto il resto è in funzione di questo.

Una volta che il vostro esercito è stato addestrato e si trova sul campo, è il momento di esplorare il vostro regno. Ciascuna delle mappe del gioco, generate proceduralmente, viene arricchita con determinati siti: come quello del tesoro e delle grotte, in cui potrete incappare. Questi siti, in genere, sono protetti da banditi o mostri di basso livello, che sono sempre utili per testare un nuovo esercito prima di sfidare i nemici principali.

Indipendentemente da contro chi, o che cosa, si sta combattendo, il tuo esercito guadagna esperienza ed aumenta di livello. Le unità di base, come ad esempio gli arcieri ed i cavalieri, acquistano esperienza, che assegna loro un bonus di abilità. C'è una motitudine di abilità da sbloccare, e ne possono trarre vantaggio sia la singola unità sia l'intero esercito. Potete decidere se il vostro eroe è un attaccabrighe da prima linea, altamente qualificato, oppure un leader di uomini che si siede nelle retrovie; tutto ciò dà maggiore personalità al vostro esercito.

Quando pensi che il tuo esercito è pronto, oppure cadi in un'imboscata, è il momento della guerra. Attaccare in guera avversari del tuo livello è il momento in cui Age of Wonders 3 brilla di più. La maggior parte del gioco è incentrata su questo, che richiede una buona dose di finezza tattica.

Il game-play di Age of Wonders 3 è simile a quello della serie XCOM, e ti dà un sacco di opzioni quando ti trovi in battaglia. Puoi attaccare i nemici per mezzo del teletrasporto, usare i nemici come scudo contro le loro frecce, senza contare una grande varietà d'incantesimi nocivi. Queste sono solo alcune delle decine di possibilità che si possono utilizzare negli scontri. C'è un sacco di eventi con cui tenere il passo, ma il gioco rende facile la gestione di questa grande mole d'informazioni. Talvolta si esce vittoriosi dagli scontri, perchè ci si è serviti degli errori degli avversari.

Il gioco, in sostanza, è un intreccio fra il combattimento e la costruzione del tuo impero, più "l'albero di ricerca" delle tue infrastrutture, dove vengono prodotti nuovi incantesimi e tecnologie per il tuo popolo. Tutto ciò, però, ha un certo carattere d'imprevedibilità, pur fornendo potenza. A seconda della vostra classe e della razza, ci sono dei punti di sviluppo ben determinati che si possono raggiungere, ma il resto è scelto a caso e si può sbloccare in qualsiasi ordine. Se si inizia con un paio di magie per il danno diretto, si può desiderare di utilizzare questo vantaggio, che rende più aggressivi; il rovescio della medaglia è che se si dispone di un reparto magico per la vostra città, si potrebbe desiderare di rimanere vicini ad essa. Anche se possono essere spesso imprevedibili, le opzioni di ricerca disponibili sono sempre bilanciate in modo tale che non ci si senta in perdita o sottodimensionati. La capacità di adattamento è la caratteristica di un buon leader.

Age of Wonders 3 ha una grande varietà, sotto molti aspetti; tuttavia, per quanto riguarda le classi e le razze, non è così, perchè ci sono solamente piccole variazioni intorno ad un medesimo nucleo di unità e, di conseguenza, gli scontri possono sembrare piuttosto simili, a dispetto degli elementi di casualità del gioco. Certo, l'arciere orco può avere una penalità di -1 per i danni apportati, mentre l'arciere elfico ha un +1, ma alla fine entrambi si comportano più o meno allo stesso modo. Questo non vuol dire che il nucleo del gioco sia poco divertente, tuttavia sarebbe bello poter vedere maggiori differenze fra le varie fazioni, diversificando ulteriormente le strategie adottabili in battaglia.

Le due campagne previste possono servire come una buona introduzione alle meccaniche di gioco, mentre le mappe create a caso sono utili per sfidare come si deve l'intelligenza artificiale del vostro PC. Age of Wonders 3 è un gioco di strategia ben congegnato, che non vi lascia impantanati in situazioni poco utili. Spinge la vostra attenzione verso il combattimento, che è il suo punto forte, mantenendo tutto il resto in secondo piano. Alcuni elementi di casualità aiutano a mantenere viva l'attenzione anche dopo diverse sessioni di gioco, anche se esistono delle tipologie di strategia che si applicano indipendentemente dall'esercito che conducete. Age of Wonders 3 rappresenta il gradito ritorno di una serie di giochi di strategia che non si vedeva da parecchio, molto gratificante.

Fonte: gamespot.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin