NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

NBA 2K14 - Recensione - Il gioco di basket più realistico di sempre

Piattaforme: PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One e PC

Sviluppatore: Take-Two Interactive

Genere: Sport

Data di uscita: 22 novembre 2013

Modalità di gioco: Single e Multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Gli atleti egoisti hanno una cattiva reputazione. Il basket è qualcosa di più che vincere o perdere, più che alzare striscioni. Si tratta delle apparizioni nella All Star e nella Hall of Fame. Si tratta di orgoglio. Quando faccio un bel passaggio ad un grande uomo sotto canestro e gli manca poco, non mi interessa il risultato. Sono preoccupato per le mie statistiche, e di quanto questo individuo mi sia costato. E non penso proprio di lanciare una palla a tutto campo prima del fischio finale, non quando sto correndo per il 60 percento del campo di gioco. NBA 2K14 ti mette nei panni di un giocatore NBA, che fa di tutto per giocare il maggior tempo possibile e guadagnarsi il rispetto. Il nome della mia squadra potrebbe essere sulla parte anteriore della mia maglia, ma è il nome sul retro che è importante per me.

NBA 2K14 è il gioco di basket più vicino alla realtà che sia uscito finora. I giocatori lanciano con precisione i loro colpi quando i difensori si precipitano verso di loro, e cadono miseramente a terra quando un playmaker di punta li soprendere in una posizione poco equilibrata. Sbagliare un canestro provoca nei giocatori una frustrazione che si vede nei loro occhi. Possono scrollarsi di dosso la paura di sbagliare il prossimo lancio? Quando Tyreke Evans non ha una grande voglia di passare la palla ai suoi compagni. L'intelligenza non è poi così artificiale. I difensori d'ala volano verso il bloccatore Roy Hibbert, o rimangono incollati al loro uomo quando Dwight Howard sta girando loro intorno. Il flusso cinetico dell'azione rispecchia le vere partite a punto che sono davvero piccoli i difetti, come quando i giocatori non si tuffano per afferrare una palla vagante.

Sul fronte della grafica, quello che colpisce di più sono i giocatori; ad esempio Stephen Curry non è solo un avatar anonimo. Potete vedere il suo volto e ascoltare le sue parole, e dimostrare il vostro valore nei suoi confronti. Thump è tutto impettito. Assicuratevi che i vostri piedi siano ben saldi prima di lanciarvi in un terzo tempo. Se state barcollando all'indietro, saltate goffamente, e questo intoppo di bilanciamento potrebbe essere la differenza fra un fruscio ed un "clang". I difensori hanno le mani occupate, schiacciando colpi come un giovane Hakeem Olajuwon o esibendosi in pigri dribbling come un velenoso Chris Mullins. Ancora e ancora, i difensori sbagliano, fino a quando imparano a moderarsi. Usa il tuo braccio, estendilo per proteggere la palla, facendo finte e, soprattutto, cerca di essere paziente. Guarda il flusso dell'azione, prima di attaccare, ed impara a conoscere i tuoi limiti. Questo è un gioco di squadra, anche se vi interessa solo fare punti facendo canestri.

La modalità carriera di molti altri giochi di basket ha qualche limite. Anche se è possibile scegliere il nome del giocatore e decidere il suo stile di gioco, non si ha un pieno senso di appartenenza. Il mio uomo era solo un avatar, come separato da me, e non un vero giocatore NBA. Questo non accade in NBA 2K14. Ci sono sequenze di storia dei giocatori, un po' un "dietro le quinte". Certo, ho riso quando Derrick Favors mi ha dato consigli ma la sua bocca non si è mossa, ma ho comunque apprezzato di essere preso sotto la sua ala. Poi ho arrancato, mi ha affaticato la pratica, e non potevo mollare fino a quando non avrei fatto venti scatti consecutivi. Dopo una partita, il mio allenatore mi ha chiamato nel suo ufficio per lodare la mia notte esemplare sul campo, oppure per criticarmi per il mio gioco debole. Ho fatto parte della squadra, e ha scelto me per condurre la partita. Quando Richard Jefferson adotta lo stile in incognito di Richie o tattiche di bullismo, mi dicevano di portare le valigie e indossare un naso rosso perchè sono un principiante.

 

 

Quando la stagione è iniziata, mi sono trovato veramente nei guai, non riuscivo ancora a battere Alec Burks o Brandon Rush per quanto riguarda il tempo di gioco. Ho visto grandi giocatori fare canestro, girando la testa per vedere come i miei compagni stavano scrutando la folla fra applausi e fischi. Certo, ho visto come si svolgevano le cose, ed ho approfittato del momento in cui l'allenatore mi ha finalmente dato una possibilità. Il coach Tyrone Corbin era contento della mia disponibilità ad agire come un ragazzo collante. Ci sono state gravi lacune nelle mie partite, così ho commesso più errori da "rookie" di quanto mi piacerebbe ammettere. Ho accumulato più palle perse che punti, sono stato incapace di superare i difensori più forti. I miei piedi erano come il cemento, troppo lenti per artisti del calibro di James Harden. Tuttavia ho fatto progressi lenti ma costanti. Quando sono diventato il sesto uomo della squadra, non ho potuto contenere il mio sorriso, ed ho anche portato la squadra ad una vittoria nel corso di un quarto trimestre critico.

L'allenatore Corbin ha incominciato a fidarsi di me, tanto che mi ha messo a capo della seconda unità. Come portatore di palla principale, ho dovuto correre dei rischi, e la responsabilità è stata notevole. I difensori sentivano le mie debolezze, catturandomi prima di raggiungere la linea dei tre punti. Ero lento a reagire, in preda al panico, e costretto a fare un brutto passaggio che ha avuto conseguenze disastrose. Anche in difesa ho commesso degli errori. Questo è stato il campanello di allarme di cui avevo bisogno. Quando Austin Rivers mi guarda come fossi uno sciocco, so che devo ancora lavorare duro per migliorare il mio gioco.

Dal momento che NBA 2K14 è così vicino alla realtà, tutto ciò che pare lontano da ciò che sappiamo della reale NBA sembra fuori posto. Guadagnare punti per migliorare il mio talento di reclutamento come direttore generale è meno gratificante di diventare fisicamente più abile. Perchè devo guadagnarmi la capacità di modificare le formazioni? Io sono il direttore generale, accidenti, e posso licenziare pure l'allenatore, se mi interroga. Sì, alzare il livello del mio personaggio da quello di "benchwarmer" dà una sensazione di potere, ma è solo immaginare di poterlo fare, il tutto basato su come ho giocato. C'è ancora una certa disconnessione persistente, che è uno degli elementi che mi impediva di essere utilizzato al meglio. Tuttavia, l'approccio è talmente realistico, e ci sono così tante cose da approfondire, che non ho potuto soffermarmi a lungo su questa stranezza.

L'azione in campo che si può provare giocando a NBA 2K14 non è totalmente diversa da quella offerta da altri giochi di questa generazione, il che significa che è eccellente, ed è il miglior gioco che si sia mai visto in ambito di basket virtuale. La cosa notevole è che la grafica viene costantemente aggiornata, migliorando l'esperienza complessiva. Le animazioni fluide ed i volti realistici non sono solo una gioia per gli occhi, ti colpiscono a livello emotivo. La barriera fra giocatori digitali e reali è resa pittosto labile. Per la prima volta nella mia vita, ho finalmente simpatizzato con artisti del calibro di Carmelo Anthony. So cosa vuol dire quando i tuoi compagni di squadra stanno lottando e voler solo buttare la palla ogni volta che finisco lungo e disteso sul pavimento. Ma io sto meglio. Sto andando a fare canestro.

Fonte: gamespot.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin