NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Zombie Army Trilogy - Recensione - Una collezione ben fatta, anche se migliore in co-op.

Piattaforme: PC, PS4, Xbox One
Sviluppatore: Rebellion
Genere: Sparatutto in terza persona
Data di uscita: 6 Marzo 2015
Modalità: Single player - Co-op
Supporto per il controller: Sì


Fermatemi se non avete sentito una cosa del genere: un gioco di sopravvivenza e zombie focalizzato su un massimo di quattro giocatori in co-op. Yep. Che dire di uno con telecamere di sicurezza, percorsi alternativi lungo quello principale ed occasionali zombie brutali, davvero difficili da abbattere da coloro che lavorano insieme per eliminarli? Sì di nuovo?

Be', cosa rende diverso dal solito un gioco di zombie nazisti, con un gameplay incentrato sul cecchinaggio e le uccisioni in slow-motion, simile alla serie Sniper Elite di Rebellion? Cosa, questo è troppo?! Sì, Zombie Army Trilogy è una compilation di tre giochi, di cui il terzo è uno spin-off della serie Sniper Elite, in cui manca il titolo di "Sniper Elite nazista".
Vale però la pena acquistarlo? Questa è la domanda. Questo titolo incorpora i primi due giochi, che hanno entrambi ottenuto un voto di 6.5 da Emmanuel Brown, con una terza campagna di lunga durata, molto simile a Sniper Elite 3. Se avete gli altri due giochi della serie, considerando Zombie Army Trilogy una release Orange Box, sì, avete le prime due parti, ma questo è l'unico modo per ottenere la terza parte che è scappata dalla storia. Non c'è nessuna versione zombie di Portal, qui, però, e tanto peggio. L'idea che sta alla base di questi giochi è che nelle ore di chiusura della Seconda Guerra Mondiale (almeno per quanto riguarda l'Europa, dato che non abbiamo visto nessuno zombie dell'esercito imperiale giapponese), un Hitler disperato emana un'apocalisse zombie, con tutti i suoi soldati che tornano dalla morte per fare la festa ai viventi.

Fai parte di un gruppo di combattenti che cerca di scoprire un modo per fermare l'esercito degli zombie nazisti di Hitler, preferibilmente sparando loro da lunghe distanze e sistemando delle trappole per farli esplodere. La storia è divertente! Tuttavia non conta molto, dal momento che tutti e quattro i protagonisti, che si vedono in quattro filmati, sia che si stia giocando da soli oppure no, non dicono una parola durante l'intera campagna. E' possibile discorrere con della gente che vi parla riguardo a cose come reliquie, Sagarmatha e di altre cose che si trovano in B-movie sub-Indiana Jones, ma anche quando incontrate delle persone in piedi di fronte a voi, la storia passa sopra le vostre teste come se niente fosse. Per fortuna questo non accade nella trilogia in maniera noiosa, in più abbiamo scoperto che si possono effettivamente uccidere anche i personaggi amichevoli come ho fatto per sbaglio, ehm.
Quello che sto dicendo è che non si gioca a Zombie Army Trilogy per la storia, anche se ci sono dei bei tocchi puliti nei vari livelli, che Rebellion ha aggiunto di tanto in tanto, come la possibilità di essere "ubriachi fradici" all'inizio di una missione. Il gameplay momento per momento e le riprese sono in genere piuttosto divertenti, anche se hanno un ritmo più lento rispetto alla maggior parte degli sparatutto, poichè questo titolo si basa sui giochi della serie Sniper Elite. E' un paradosso piuttosto bizzarro che in un gioco di cecchinaggio lento si abbiano centinaia di nemici diretti verso di voi con nessuna possibilità di agire in maniera furtiva, dato che in generale Zombie Army Trilogy si allontana da quest'approccio.


Avere ulteriori armi non da cecchino come pistole e fucili da caccia, con occasionali mitragliatrici, unitamente alla possibilità di posizionare trappole esplosive, risulta un sacco utile per la godibilità del gioco. Tuttavia il gioco in single player diventa rapidamente noioso; direi che da qualche parte, verso la fine della seconda missione, ti rendi conto che hai visto praticamente tutto quanto Zombie Army Trilogy ha da offrire. Il gameplay dal ritmo lento lavora a suo discapito quanto si sta facendo la stessa cosa più e più volte: scappare, colpire come cecchino vari zombie, raggiungere i checkpoint, superare una zona in cui si deve uccidere un certo numero di zombie per proseguire, etc. Il 90 % del gioco si inserisce in questo schema, e diventa faticoso. Sì, ci sono occasionali quanto marginali cambiamenti di ambientazione e momenti spiritosi per ravvivare l'atmosfera, ma senza scene selvaggiamente fantasiose, il chiacchiericcio costante dei partner guidati dalla IA, o qualche nuovo scossone al gameplay, ho appena smesso di voler giocare da solo.
Sì, anche quando è alto il divertimento delle uccisioni in kill-cam. Fondamentalmente, quello che sto dicendo è che, se avete intenzione di acquistare Zombie Army Trilogy, è meglio voler giocare in co-op con gli amici. Il modo con cui Rebellion ha realizzato questo gioco sembra comunque incoraggiare quanto detto. Quando si gioca con gli amici il tutto si trasforma in una favola assoluta, con tutti che lavorano insieme, la creazione di lunghe file di trappole, tutto il cecchinaggio tirato fuori da Sniper Elite, etc. Tutti i problemi cadono. Senza la modalità co-op questo gioco otterrebbe un punteggio drasticamente più basso. Non è ancora eccitante come Left 4 Dead, ma personalmente lo preferisco ad Evolve, almeno. E' consigliato a chiunque non abbia ancora giocato ai primi due titoli, con la terza campagna che a mio parere è la più forte. Si trovano persone con cui interagire o da combattere, cose divertenti da scoprire, un design di livello immaginativo, alcune ambientazioni reali. Il tutto contribuisce a rendere il pacchetto un po' più divertente.

Il gameplay risulta bloccato, in modalità single player, ma la squadra di GameWatcher ha provato quella in co-op e ci siamo fermati solo quando la mia connessione Internet è caduta per esaurimento. Può sembrare strano che il terzo titolo sia stato messo insieme ai primi due, invece di essere venduto separatamente, ma vale certamente la pena acquistarlo, se ti sono piaciuti i primi due episodi e, soprattutto, nella schermata principale si può facilmente passare a qualsiasi capitolo di tutti e tre i giochi, il che è una grande comodità se si gioca molto. Graficamente Zombie Army Trilogy non è il massimo. Tutto è grigio o scarsamente strutturato, senza reali svolazzi di stile o fantasia. Sembra una versione precoce di gioco per la Xbox 360. Questo è uno dei più grandi problemi che hanno i giochi di zombie , tutto sembra così noioso. Left 4 Dead, Dying Light, Wolfenstein: The New Order, tutti questi sono giochi simili che fanno appello alla grafica, in un modo che non fa Zombie Army Trilogy. Non sto parlando solo della qualità del motore grafico, sto parlando dello stile e del livello di progettazione.
Non è un gioco attraente in ogni senso della parola. Se avete intenzione di giocare a Zombie Army Trilogy interamente in single player, non pensateci. Comprate invece Dying Light o Wolfenstein: The New Order. Il gameplay diventa noioso molto velocemente, e la maggior parte delle persone si annoia in pochissimo tempo. Trovate qualche amico e il gioco prenderà vita, e questo è chiaramente il modo con cui Rebellion ha destinato questo titolo ad essere giocato. La nuova campagna, inoltre, è la migliore delle tre, e mentre sembra strano comprare nuovamente i primi due titoli, in realtà questo è conveniente per la modalità multiplayer, anche perché si può passare a volontà fra i capitoli di tutti e tre i giochi. Tuttavia, anche se questo è divertente, il gameplay è ripetitivo, grigio e dalla grafica piatta. E' certamente piacevole in co-op, ma credo che Rebellion non abbia spremuto il tutto abbastanza da renderlo un cavallo di battaglia.


Fonte: gamewatcher.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin