NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Wolfenstein: The Old Blood - Recensione - Un ottimo prequel di un grande gioco

Piattaforme: PC, PS4, Xbox One

Sviluppatore: MachineGames

Genere: Sparatutto in prima persona

Data di uscita: 5 Maggio 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

La serie Wolfenstein ha consegnato alcune esperienze di sparatutto piuttosto impressionanti nel corso degli anni, ma negli ultimi tempi le cose non erano andate molto bene per il franchise, dal momento che gli sviluppatori sono a volte cambiati.

Con questa premessa, molte persone non avevano grandi aspettative quando lo scorso anno arrivò Wolfenstein: The New Order dallo studio alle prime armi MachineGames e dall'editore Bethesda. Fortunatamente, le due società sono riuscite a superare le più rosee aspettative, offrendo una fantastica esperienza di sparatutto.

Invece di aggiungere nuovi capitoli alla storia mediante DLC, MachineGames ha deciso di portare avanti un'espansione stand-alone, che agisce come una sorta di prologo agli eventi di The New Order. Questa nuova esperienza, chiamata Wolfenstein: The Old Blood, è finalmente disponibile, portando nuove avventure che hanno per protagonista BJ Blazkowicz, offrendo nuovi nemici, armi ed altro ancora. The Old Blood riesce a soddisfare gli elevati standard stabiliti dal suo predecessore o MachineGames ha riposato sugli allori? Scopriamolo.

La storia

Wolfenstein: The New Order ha dato il via ad una missione suicida contro le truppe del generale Deathshead, per poi muoversi rapidamente in avanti nel tempo, che racconta la vittoria dei nazisti dopo la Seconda Guerra Mondiale e la missione di BJ Blazkowicz contro di loro. The Old Blood si concentra nelle sue avventure prima dell'inizio effettivo di The New Order, con Blazkowicz che ha attraversato parecchi momenti interessanti nel tentativo di scoprire la posizione del castello del generale Deathshead. Queste avventure hanno condotto il protagonista al reale Castle Wolfenstein per la ricerca d'informazioni, e per un paio d'interessanti incursioni nei villaggi tedeschi.

Attraverso le due parti principali della campagna storia, che si divide in totale in otto capitoli, i giocatori possono imparare un po' di più su BJ, ma anche sugli altri leader militari tedeschi, oltre a Deathshead di The New Order. Ci sono alcuni momenti interessanti in termini di trama, ma il suo ritmo rapido rende alcuni altri personaggi difficili da capire. Anche così, ci si trova in una buona storia che esplora maggiormente questo universo.

Il gameplay

Wolfenstein: The Old Blood mantiene la solida meccanica sparatutto di The New Order, sfoggiando un sistema di movimento vecchia scuola, con armi reattive che si sentono fantastiche da usare. Alcune armi sono di ritorno da The New Order, fra cui il solido fucile d'assalto o la pistola piuttosto potente, ma c'è un sacco di nuovi attrezzi che possono essere utilizzati da BJ per fermare l'orda nazista. Una delle prime cose che si ottiene da essere provata è un tubo versatile, che può essere utilizzato come un unico lungo componente, od essere diviso in due per scalare le pareti. Questa meccanica è utilizzata abbastanza spesso, e mentre ci vuole un po' di tempo per abituarsi al suo sistema di controllo, diventa presto una seconda natura.

C'è una potente pistola che spara razzi esplosivi, un nuovo fucile bolt-action, così come un potente lanciagranate. In più, la maggior parte delle armi del gioco si possono tenere in entrambe le mani. Verso la fine della campagna, si arriva ad utilizzare un impressionante fucile a canne mozze, che rende ancora più soddisfacente lo sbarazzarsi dei nuovi nemici.

Riguardo agli avversari, mentre la maggior parte è composta da soldati regolari, ci sono alcuni nuovi tipi di nemici, fra cui le versioni prototipo dei massicci cyborg visti in The New Order, così come la sorpresa speciale alla fine del gioco: i Nazi Zombie. Questi sono abbastanza potenti. I livelli hanno abbastanza varietà, e mentre alcune zone si potrebbero vedere come dei rimaneggiamenti delle zone precedenti, soprattutto all'inizio, man mano che procedete attraverso la prigione di Wolfenstein si arriva presto in alcuni ambienti impressionanti, dalle stazioni della funivia che porta all'interno di Castle Wolfenstein a villaggi tedeschi infestati da zombie. C'è un bel po' di nuovi vantaggi che, ancora una volta, si sbloccano eseguendo azioni specifiche, come il sovraccarico della vostra salute, le armi doppie e così via.

Come in ogni sparatutto vecchia scuola, ci sono molte aree segrete, cose nascoste da collezionare ed altro, ma anche sequenze "nightmare" nuove di zecca. Nel caso in cui lo aveste dimenticato, The New Order poteva far vivere a BJ un "incubo" che lo portava nella prima fase dell'originale Wolfenstein 3D. The Old Blood porta una nuova fase incubo in ciascuno degli otto capitoli, permettendo a BJ di vivere la totalità del primo episodio di Wolfenstein 3D, con la fase segreta o la lotta contro il boss Hans Grosser.

Anche se il gioco si mostra in generale piuttosto solido, ci sono alcune fasi in cui non è chiaro che cose si deve fare esattamente o dove andare, dal momento che è difficile sgattaiolare attraverso gli ambienti senza allertare le guardie. Questi momenti non sono numerosi, ma non permettono di arrivare alla perfezione.

Grafica e sonoro

Wolfenstein: The Old Blood sembra molto bello ed utilizza il solido motore di The New Order, che offre ambienti dettagliati, grandi modelli dei personaggi, così come animazioni fluide. Gli zombie nazisti, in particolare, sembrano abbastanza inquietanti e le fiamme che possono incendiare la maggior parte di loro sono ben fatte.

La colonna sonora è abbastanza buona, ma non si distingue più di tanto. Anche così, la voce narrante rende bene, con BJ che suona stoico come sempre, mentre il resto del cast porta un po' più di umanità. Una menzione speciale va assegnata ai dialoghi esilaranti fra le guardie naziste, così come agli scherni dei boss nemici come Rudi Jager.

Conclusione

Wolfenstein: The Old Blood è un grande seguito di The New Order, con un'abbondanza di nuove avventure per BJ, per non parlare dei nuovi nemici, armi ed altro ancora. Metteteci pure le fasi Nightmare e si ottiene un pacchetto convincente con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Fonte: softpedia.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest