NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Astebreed - Recensione - Uno sparatutto vecchia scuola praticamente perfetto

Piattaforme: PC, PS4

Sviluppatore: Edelweiss

Genere: Shoot 'em up

Data di uscita: 30 maggio 2014

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

La crescente importanza dei giochi indipendenti è stata spesso descritta come meteorica. Il centro di gravità è spostato ad una sola generazione. Man mano che l'hardware diventa esponenzialmente più potente e la spirale dei costi di sviluppo pare fuori controllo, le piccole squadre e le incognite virtuali hanno innalzato i titoli alla ribalta, mentre la vecchia guardia pare andare in recesso nell'ombra.

O almeno questo è quanto sta accadendo nel mondo occidentale. Le cose sono un po' diverse in Giappone, per usare un eufemismo. Mentre questo Paese ha una lunga storia di sviluppo indipendente, è molto più "clandestino" rispetto all'occidente. Privo di una forte rete di distribuzione e di notorietà ad ampio spettro, i giochi indie giapponesi sono in gran parte ignorati, a parte alcuni titoli anomali, come Cave Story.

Le maree stanno incominciando a cambiare, però, con eventi come il BitSummit e gruppi come Playism che portano questi titoli ad un pubblico più ampio sulla scena mondiale. Questo è il caso di Astebreed, un nome che quasi certamente non si conosce, ma che richiede anche la vostra attenzione. Astebreed è uno sparatutto vecchia scuola, di quelli che avete visto nelle sale giochi per decenni, ma questo STG (gioco di tiro) è tutt'altro che anacronistico. Vantando alcuni dei più splendidi aspetti artistici che potete vedere in questo genere, è un vero biglietto da visita, con una telecamera dinamica che offre tre distinti punti di vista, in un costante stato di flusso e riflusso. Nel corso della campagna, la prospettiva si sposta senza soluzione di continuità fra angoli orizzontali, verticali e da sopra le spalle, che procedono per molto tempo, realizzando una splendente vetrina visiva.

L'esperienza varia di momento in momento. Per certi periodi può assomigliare a Gradius o Ikaruga, con una vista dall'alto verso il basso o con inclinazioni a scorrimento laterale ed un gameplay che accompagna il utto come ci si potrebbe aspettare, per poi spostarsi agevolmente nella terza dimensione con sequenze più simili a Sin & Punishment. Questo costante shakeraggio sembra che mantenga sempre le cose interessanti, dando nuova vita a queste formule classiche e, dal punto di vista visivo, rendendo questo gioco incredibile per tutto il tempo. Lungi dall'essere bello solo graficamente, però, Astebreed vi porta in un gioco di prestigio con meccaniche profonde e assorbenti, con perfino il tentativo di offrire una storia decente, qualcosa che gli shoot 'em up riservano ai manuali o evitano del tutto. La trama non è innovativa, si badi bene, concentrandosi su un talentuoso e giovane pilota di mech in un conflitto fra l'umanità e un'inarrestabile razza aliena, ma in realtà c'è una certa profondità dietro tutto ciò.

Il racconto si svolge in maniera naturale, a poco a poco si svela al giocatore attraverso i dialoghi fra le missioni ed occasionali filmati, ed è generalmente esposto in una buona luce. Può creare un po' di confusione, però, dato che la voce fuori campo è solamente in giapponese, ed i tuoi occhi saranno spesso infastiditi da proiettili mentre si leggono i testi. Detto questo, la narrazione è del tutto facoltativa, e il gioco è altrettanto bello in modalità arcade, se si preferisce saltare la storia. Ok, veniamo al nocciolo. Il vostro mech è dotato di diversi cannoni che possono sparare in una miriade di modi. Gli attacchi standard includono un flusso concentrato di proiettili ed un colpo a diffusione, ognuno dei quali si può caricare per sparare un forte attacco che molesterà i vostri nemici per un tempo limitato, dandovi un po' di respiro.

Questi attacchi sono implementati in modo diverso, però. Uno è di lunga gittata con una ristretta area di effetto. Può essere rivolto in qualsiasi direzione, ma è un po' schizzinoso. Gli altri attacchi mirano automaticamente i vostri obiettivi nemici, all'interno di un piccolo raggio. Questi sono più facili da usare, ma sono più lenti e richiedono al giocatore di avvicinarsi agli aggressori. Gli attacchi lock-on possono essere utilizzati anche per colpire i nemici su livelli diversi, anche quando la telecamera è in una prospettiva in 2D, il che permette di eliminare le corazzate nemiche in lontananza o abbattere sciami in arrivo prima che abbiano la possibilità di restituire il favore. L'abilità di saper come e quando utilizzare queste tecniche, in mezzo al caos, si dimostrerà probabilmente la chiave per la vittoria quando tutto sembra ormai detto e fatto.

Detto questo, la mia arma di distruzione preferita è la spada. Si tratta di un mezzo sia di offesa sia di difesa, facendo a pezzi i nemici vicini, e può anche essere utilizzata per respingere alcuni tipi di fuoco nemico in arrivo. Questo incoraggia uno stile di gioco aggressivo, in cui i giocatori vorranno essere nel bel mezzo della battaglia, affettando e sparando, piuttosto che stare indietro vicino al bordo dello schermo. E' esilarante, per non dire altro. In termini di sfida, c'è una gamma di livelli di difficoltà che dovrebbe essere invitante sia per i nuovi arrivati sia per i veterani. Questo è stimolante, e praticamente troppo perfetto. Questo gioco è abbastanza accessibile, in via preliminare, permettendo alla gente di ambientarsi prima di alzare gradualmente la temperatura. Quando si arriva alla fine del gioco, esso culmina in un finale che costringerà i giocatori a mettere in pratica tutto ciò che avranno imparato lungo la strada, in una disperata battaglia finale. Questa vi metterà alla prova, e potrebbe persino spingervi ai vostri limiti. Ma si gioca tutti insieme, ed è una bella corsa nel brivido.

Si tratta comunque di un'esperienza abbastanza tollerante, in cui difficilmente vi troverete bloccati. In questo gioco ci sono checkpoint fra i livelli e nel corso di essi, assicurando ai giocatori la possibilità di affrontare più volte le sezioni difficili fino a quando non si è capito cosa fare. Non si tratta di una passeggiata, state tranquilli, ma non vi farà strappare i capelli per la frustrazione. Lo sviluppatore Edelweiss, con Astebreed, ha realizzato tutto ciò che si era proposto di fare. E' inventivo, bello e coinvolgente. La musica è orecchiabile e perfettamente calzante. Non ho lamentele importanti, davvero. Si tratta di un'esperienza accattivante dall'inizio alla fine, un qualcosa con cui non vedo l'ora di divertirmi ancora e ancora per gli anni a venire. Questo è uno dei miei preferiti shoot 'em up da anni, ed per i compagni appassionati di STG sarebbe una negligenza ignorare un tale gioiello. Astebreed è un colpo da maestro. Spargete la vode: è bellissimo, un marchio d'eccellenza. Ci possono essere dei difetti, ma sono trascurabili e non causeranno danni a quello che è un titolo fantastico.

Fonte: destructoid.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin