NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Unravel - Recensione - Un piccolo eroe con un grande messaggio

Piattaforme: PC, Xbox One, PS4

Sviluppatore: Coldwood Interactive

Genere: Puzzle, platform

Data di uscita: 9 Febbraio 2016

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Man mano che le nostre vite vanno avanti, siamo destinati ad incontrare innumerevoli persone. Alcune di loro possono solo fare un po' di cammino accanto a noi per qualche tempo, ed altre possono fare insieme a noi tutta la strada, non sappiamo per quanto tempo saremo con loro, ma scopriamo che i nostri legami sopravvivono. Unravel si sofferma sulla questione riguardante le relazioni umane e le diverse fasi a cui vanno incontro nel corso del tempo.

All'inizio del gioco, i giocatori vengono accolti con un messaggio a cuore aperto e toccante di Coldwood, il team che sta dietro ad Unravel. Il tono è subito impostato non appena appare Yarni. Il nostro piccolo eroe è realizzato interamente con un filo o cordoncino, il cui disfarsi è alla base del gameplay. A noi tocca controllare questo aspetto attraverso il suo viaggio fra i pericoli, ma anche pieno di motivi per sorridere. Questo perché Yarni interagisce con il mondo che lo circonda con la curiosità di un bambino che sta scoprendo come funzionano le cose. Il personaggio è così accattivante al punto che potevo spostarlo attraverso le fasi senza pensare ad evitare grandi cadute o altri pericoli minori.

La storia di Unravel si disfa (scusate la ridondanza) in una maniera che, per quanto possibile, non si sente forzata o affrettata. Man mano che il giocatore progredisce attraverso il gioco, il nostro piccolo Yarni s'imbatterà in fotografie che ritraggono delle memorie, per afferrare fino a 10 pezzi di filo collegati a questi ricordi. Tali pezzi di filo sbloccheranno le scritte e le foto di un album, in modo che il giocatore possa capire quanto è necessario in un mondo che offre a malapena qualsiasi formulazione esplicita. Questo, insieme alla costituzione dei livelli e ad alcune interazioni di Yarni con il mondo, creerà un cerchio perfetto. Tutto, in Unravel, parla, senza realmente parlare.

Quando si tratta di meccanica, Unravel è al primo posto. Il gioco introduce rapidamente tutte le caratteristiche di gioco necessarie per risolvere i puzzle, una dopo l'altra. Questo titolo mostra che tutto è una questione di riflessione, con i giocatori che imparano tutti i trucchi dal libro di Yarni. Il nostro amico costituito da una maglia di filo ha un numero limitato di risorse e di modi per superare i percorsi. L'aspetto platform, in Unravel, si basa molto sulla fisica. Ci troveremo a rimbalzare, ad oscillare e a spingere degli oggetti per fare progressi. Anche se questo all'inizio sembra interessante ed anche difficile da descrivere, diventa rapidamente prevedibile una volta che il giocatore ha imparato come funziona il gioco. Ad esempio, se si vedono due punti oscillanti vicini e ad un'altezza simile, si finisce quasi sempre per costruire una piattaforma di filo per rimbalzare su di essa fra i due punti e andare avanti.

Andando di pari passo con l'aspetto platform, il puzzle-solving è l'altro componente chiave del gameplay di Unravel. Dal momento che il nostro piccolo amico è fatto di filo, il suo muoversi in giro per formare dei nodi, costruire ponti e trampolini, lo priva lentamente del materiale di cui è costituito, che si è in grado di recuperare mediante i molti checkpoint sparsi nel gioco. Questo concetto ha creato uno degli aspetti che preferisco di Unravel Quando i puzzle sono intricati, è importante l'ordine con cui si sceglie di fare le cose. Mi sono trovato a corto di filo per raggiungere il prossimo checkpoint un paio di volte, perché non avevo risolto i puzzle nel modo più efficiente possibile, così ho sprecato alcuni pollici di filo, e questi hanno fatto la differenza fra il proseguire ed il rimanere bloccati. Per fortuna, premendo verso il basso il d-pad, i giocatori permettono di riavviare l'azione, il che è utile per la soluzione di test che vanno decifrati o per uscire da una situazione disordinata.

Tuttavia, le situazioni come quelle che ho descritto non accadono molto spesso, dal momento che la meccanica del puzzle-solving, una volta che Yarni è in grado d'impiegarla, permette di sapere cosa fare in maniera abbastanza ovvia. Avrei voluto vedere un po' più di difficoltà. Fra i vari puzzle, mi sono trovato a fermarmi ed a guardare quanto fossero belli gli ambienti del gioco. Uno degli assi più forti è il fatto che due componenti chiave si fondono quasi sempre perfettamente: l'estetica e il suono. Yarni attraverserà molti tipi di paesaggi naturali pieni di colori, che avvolgono il giocatore in un'atmosfera che si adatta ad ogni tappa del viaggio. I campi autunnali, i boschi innevati e le zone costiere sono tutti raffigurati vividamente e pieni di sfumature che li rendono unici.

Uno degli aspetti principali del gioco è come sia abbracciato da una colonna sonora che è sempre assolutamente appropriata. In Unravel la musica la dice lunga su cosa riguardi questo gioco, e completa il cerchio dell'atmosfera in cui il giocatore è immerso in ogni fase di gioco. Dalle note morbide e suadenti durante le passeggiate nel freddo di Yarni ai toni ottimistici dei momenti di tensione, la musica in Unravel è di prim'ordine, e contribuisce a portare brividi - o anche lacrime - ai giocatori che man mano progrediscono.

In termini di volume dei contenuti, ho passato circa 10 ore a giocare ad Unravel dall'inizio alla fine, oltre a qualche altra ora con cui sono ancora alla ricerca di oggetti da collezione. Come accennato in precedenza, lungo il "percorso principale" del gioco i puzzle diventano leggermente più comprensibili, ma la caccia agli oggetti da collezione aumenta il tempo di gioco e può anche richiedere qualche ricerca difficile. I giocatori accaniti alla ricerca di una sfida ancora più dura possono affrontare il raggiungimento di determinati obiettivi, come cercare di completare ogni livello senza morire o raggiungere determinati requisiti che andranno a comporre una sfida più grande e più lunga, come la caccia ai trofei.

Unravel è un gioco pieno di simbolismo e, mediante un'appropriata stimolazione, presenta una storia bellissima, struggente ed amara, che racchiude in sé i concetti ed i senimenti delle persone di cui tratta. Anche se non farà sudare il giocatore per quanto riguarda il gameplay, si tratta complessivamente di un titolo solido che vale sicuramente la pena provare.

Fonte: gearsiege.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest