NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

War Thunder - Recensione - Un enorme MMO free-to-play ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale

Piattaforme: PC e PS4

Sviluppatore: Gaijin Entertainment

Genere: Multigiocatore di massa

Data di uscita: 15 agosto 2013 (PC) e 29 novembre 2013 (PS4)

Modalità: Single e multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Un gioco enorme

Livelli di difficoltà

In conclusione

Un gioco enorme

War Thunder pare un film che va avanti al suono di tromba, è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e sventola bandiere. La caratteristica di essere un gioco "enorme" rende questa simulazione online dello sviluppatore Gaijin Entertainment un qualcosa di epico. Decine e decine di aerei e carri armati, facenti parte degli schieramenti delle cinque principali nazioni che hanno combattuto per la libertà o il fascismo fra il 1930 e il 1940, si scontrano in ogni mappa in battaglie selvagge e cataclismatiche che assumono aspetti fra l'intimidatorio e l'esilarante. Le battaglie possono diventare confuse per via del gran numero di opzioni e qualche aspetto un po' ostico dell'interfaccia, ma i combattimenti offrono spaziosità, velocità ed un ampia gamma di possibilità, con livelli di difficoltà variabili, proprio come il Duca ha fatto a Omaha Beach.

Nonostante la sua vastità, War Thunder è semplice se si fa attenzione ai suoi elementi essenziali. In particolare, il gioco è disponibile per essere scaricato gratuitamente in forma digitale; è tuttavia possibile acquistare della valuta in-game per comprare veicoli e potenziare le abilità, ma questi bonus possono essere anche ottenuti semplicemente giocando, per cui la spesa non è obbligatoria. Il combattimento si basa su due aspetti principali. O si prende il volo alla guida di un caccia o di un bombardiere, oppure si macina strada in un veicolo blindato. Il risultato di tutto ciò è un gameplay che coinvolge fino a 32 giocatori. Decine di migliaia di fan sono online in qualsiasi momento del giorno e della notte sui server di tutto il mondo, in modo che questi 32 posti si riempiono rapidamente. Alcune azioni caratteristiche di questo gioco sono, ad esempio, distruggere le forze nemica di terra dal cielo o conquistare punti di controllo a terra.

Livelli di difficoltà

Per quanto riguarda il combattimento aereo, sono disponibili tre livelli di difficoltà, che consentono a tutti i giocatori di sentirsi a proprio agio, da quelli casual ai core. Si può giocare in maniera Arcade Battles, con una fisica leggera, per poi passare ad un'impostazione realistica più rigorosa, fino ad un'opzione simulativa estenuante. La modalità Arcade è quella più semplice, anche per il fatto che ci si trova già in aria con un apparecchio dotato di munizioni illimitate, e questo vale anche per il combattimento terrestre. La modalità realistica offre un modello fisico in cui si deve decollare ed atterrare con il proprio velivolo. Infine la modalità Simulatore offre un'esperienza simulativa autentica di volo, in cui siete fissi nella vista dall'abitacolo, senza la visuale in terza persona, costringendoti a compiere prodezze acrobatiche d'ingegneria meccanica, competendo con le leggi della fisica newtoniana.

La maggior parte dei giocatori usufruisce della modalità Arcade, che è tutta questione di pura adrenalina. La fisica dell'aereo è molto indulgente, in modo da permettere folli salite da voltastomaco e picchiate, senza temere di provocare uno stallo dell'apparecchio e di far staccare le ali in aria. Si possono sparare colpi piuttosto a casaccio e raffiche varie senza molta preoccupazione per la precisione e con a disposizione munizioni illimitate, anche se ricaricare costa alcuni secondi, che possono sembrare un'eternità in battaglia. Tutto questo permette di concentrarsi sull'attacco puro e sulla difesa, combattendo contro nemici aerei o terrestri, con mitragliatrici o bombe.

Le altre modalità di gioco, ovviamente, sono progressivamente più realistiche e tipiche dei simulatori di volo. In questo caso la tattica assume una maggiore importanza e le differenze fra i velivoli si fanno sentire. La fisica è più rigorosa, e ciò è particolarmente evidente quando si passa dai biplani del 1930 come il Gladiatore agli aerei della Seconda Guerra Mondiale, come l'Hurricane e lo Spitfire. Gli attacchi devono essere eseguiti con accuratezza e misura; inoltre effettuare manovre troppo avventate può causare il distacco delle ali o lo stallo dell'apparecchio. La pazienza, in questi casi, è un fattore importante. Tutto ciò è ricompensato dal fatto che i livelli di difficoltà più avanzati permettono l'accesso a mappe più dettagliate dei teatri di guerra, con missioni sbloccabili che riproducono autentici scenari di battaglia, come quella d'Inghilterra, che comunque può essere giocata anche a livelli di difficoltà inferiori.

Il combattimento terrestre è più generico, a prescindere dal livello di difficoltà, così come il controllo di carri armati e Panzer vari. Tutto ciò rende i combattimenti fra veicoli blindati piuttosto casual, il che ovviamente necessita meno pratica rispetto a quelli aerei. Tutti i veicoli sono riprodotti correttamente, anche per quanto riguarda le caratteristiche delle corazze. Questo conferisce a War Thunder una certa quantità di analisi tattica alle battaglie, perchè non tutte le parti dei carri armati sono importanti dal punto di vista balistico. I controlli sono buoni, anche sulla PS4. La modalità Simulatore mette notevolmente alla prova il giocatore con gli stick analogici, per cui bisogna regolare opportunamente l'intensità del tocco. Basta un piccolo errore a bassa quota per schiantarsi a terra. Utilizzare il touchpad di controllo non è un'idea intelligente durante i combattimenti, ma è molto utile durante la navigazione fra i menu. War Thunder è stato sviluppato sia per PS4 sia per PC, ed entrambe le versioni condividono le stessa interfaccia, anche se nella versione per PC è possibile usare anche il mouse e la tastiera.

In conclusione

In sostanza War Thunder è una simulazione della Seconda Guerra Mondiale pittosto tentacolare, in cui ci si può perdere a causa della sua ampia portata, che comprende intensi combattimenti, un enorme numero di veicoli, vari livelli di difficoltà e numerosi percorsi di aggiornamento. Inoltre il gioco è in costante crescita, con l'aggiunta di nuovi aerei, carri armati e mappe, con la promessa dell'introduzione di unità navali ed ulteriori modalità di gioco. Anche se la curva di apprendimento iniziale è scoraggiante, questo è uno di quei giochi a cui, man mano che s'impara, ci si appassiona sempre più; quindi l'impegno che si può dedicare ad esso è ricompensato, sia per i giocatori casual sia per quelli core.

Fonte: gamespot.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin