NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Verdun - Recensione - Uno sparatutto MMO ambientato durante la Prima Guerra Mondiale

Piattaforma: PC

Sviluppatori: M2H, Blackmill Games

Genere: Sparatutto in prima persona, simulazione

Data di uscita: 28 Aprile 2015

Modalità: Multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Verdun è uno sparatutto in prima persona multiplayer. E' ambientato durante la Prima Guerra Mondiale, e all'inizio di ogni partita si può scegliere di essere con i tedeschi o con i francesi.

Ci sono inoltre delle classi fra cui scegliere, fra gli ufficiali che fanno uso di colpi di artiglieria e comandano la squadra per catturare i punti chiave sulla mappa. Poi ci sono le truppe abili nella mischia, il cui unico scopo è quello di raggiungere la trincea nemica e colpire il nemico con la parte appuntita della baionetta.

Verdun è estremamente divertente, perché porta in tavola ciò che altri giochi non potevano. Si ha la sensazione di essere su un campo di battaglia della Prima Guerra Mondiale, dove sporgi la testa dalla trincea per sbirciare. C'è il rischio di avere un precoce taglio di capelli. Il gioco è molto equilibrato, con le mitragliatrici che difendono le aree ad alto transito, mentre l'artiglieria spara dalle sue posizioni.

La qualità del sonoro è sufficiente. Non all'altezza di altri giochi dalla mappa in grande stile di questo genere. Il rumore che produce l'arma è piuttosto eccezionale. Gli ufficiali hanno un fischietto che suona ogni volta che si dà un ordine di movimento. Il che è piuttosto utile nel calore della battaglia, mentre non si sta guardando la minimappa. I colori definiscono le unità. Un blu Nizza per i francesi ed un grigio scuro per i tedeschi.
Le armi sono quelle che ci si aspetterebbe dalla Prima Guerra Mondiale. I tedeschi hanno le Mauser, mentre i francesi hanno le loro Lebel. Ogni classe ha i propri differenti modelli di armi. Le mitragliatrici sono come una cosa fuori dal mondo. I tedeschi hanno le Maxim, che si possono posizionare su una piccola collina per fare fuoco a 100 colpi al minuto contro la linea di trincea nemica. I francesi hanno le loro Chauchat, che ha un caricatore di medie dimensioni.

Aspetti positivi del gioco:

Il periodo storico è incredibile. Quante volte potete vedere un FPS di successo ambientato durante la Prima Guerra Mondiale? Inoltre ci sono le trincee. Niente è più freddo che avere una quindicina di tuoi amici tutti rannicchiati in una trincea, mentre le mitragliatrici nemiche sono in attesa dei fischi per sparare. Poi, in un lampo, si va alla carica verso le posizioni nemiche. Inoltre le armi sono incredibili. C'è una buona varietà, dalle pistole alle mitragliatrici, con i loro migliaia di colpi.

Aspetti negativi del gioco:

Il primo di tutti è il sonoro, è difficile capire il tipo di arma in generale. Il secondo riguarda il fatto che il gioco non permette di essere gocato contemporaneamente da molte persone. Al massimo c'è l'opzione 16 vs 16. Questa è la stessa quantità di altri FPS sul mercato odierno, ma per un grande gioco basato sulle trincee mi sarei aspettato un numero maggiore. L'ultimo aspetto negativo riguarda la comunicazione. Non c'è nel gioco un sistema di chat, il che rende difficile per voi comunicare ai vostri ufficiali se il nemico sta avanzando o se ci sono buchi nelle linee nemiche. Tutto sommato il gioco vale suo suo prezzo di 17 dollari.

Fonte: s4t7.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin