NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Sacred 3 - Recensione - Un'esperienza più hack and slash rispetto ai titoli precedenti

Piattaforme: PC, PS3, Xbox 360

Sviluppatore: Keen Games

Genere: Hack and slash

Data di uscita: 1 agosto 2014

Modalità: Single player, multiplayer, co-op

Supporto per il controller: Sì

C'è voluto molto tempo prima che Sacred 3 venisse rilasciato. In realtà, è un attualizzazione picchiaduro di Sacred: Citadel; i fan non hanno messo piede nel mondo incantato di Ancaria per oltre la metà di un decennio, dal lancio del suo predecessore Sacred 2: Fallem Angel. Inutile dire che, allora, le cose erano molto diverse. [...]

Anche se potrebbe non essere stato accolto con un plauso universale, Sacred 2 è diventato una specie di cult fra i giocatori di PC e console. Purtroppo, l'aumento a sorpresa di popolarità non è stato sufficiente per salvare lo sviluppatore Ascaron. Lo studio tedesco è stato infatti costretto a chiudere la serie di Sacred, per sviluppare Deep Silver, il cui editore è stato il medesimo che ha preso titoli di cui era proprietario THQ, come Homefront e Saints Row.

Con le notevoli modifiche a cui è andato incontro il genere RPG nel corso degli ultimi anni, Sacred 3 non è esattamente il sequel che molti fan speravano di avere. In breve, il nuovo sviluppatore di giochi Keen Games ha tentato di modernizzare la serie, ottimizzando il modello esistente, mentre ha anche cercato di fare cooperazione per raggiungere il suo obiettivo principale. In altre parole, Sacred 3 non ha più le radici fondamentali del gioco per PC, anche se rimane appena sufficiente per attirare i fan in questa nuova avventura.

In Sacred 3 si hanno molte semplificazioni [...]. Invece di aderire alle convenzioni dei giochi di ruolo classici, il sequel rinuncia alla creazione del personaggio, presentando quattro eroi pre-costituiti. Ognuno ha la propria arma unica ed abilità, ma è anche conforme ai noti stereotipi del genere fantasy. Dal brutale guerriero tribale, Marak, alla donna simile ad una valchiria, Claire, sono tutti personaggi vitali sia da soli sia in co-op, con solo delle piccole modifiche allo stile di gioco.

Un altro aspetto "tagliato" in Sacred 3 è quello riguardante l'open-world della serie. Invece di dare ai giocatori una vasta rete di regioni da esplorare liberamente, Keen Games ha snellito la struttura del gioco, rendendo ogni area un livello giocabile dai 5 ai 40 minuti. Anche le città e gli insediamenti dove i giocatori possono acquistare le merci sono stati sostituiti da un menu efficiente ma senza anima. L'idea alla base di questo cambiamento di formula è senza dubbio quella di ridurre i tempi di inattività, mantenendo i giocatori costantemente focalizzati sull'azione; anche se Sacred 3 raggiunge questo obiettivo, si stacca da uno degli elementi che definiscono i giochi di ruolo in genere: l'esplorazione. Quando si guarda a giochi come Mass Effect, Fallout e Skyrim, troverete che alcuni dei migliori momenti in questi titoli provengono dal giocare a missioni secondarie o dall'esplorazione di aree nascoste.

In Sacred 3, tuttavia, non vi è alcun "randagismo" fuori dai sentieri battuti. Anche se i livelli hanno fessure ed angoli nascosti per trovare qualcosa, sono poco profondi rispetto alle tane di coniglio che i fan del genere si aspettano. Purtroppo, questo aspetto semplificato della progettazione si riversa anche su altre parti del gioco, sia per il crafting sia per saccheggiare qualche posto senza essere visti. Per coloro che amavano Sacred 2, questi possono essere gli ostacoli principali da superare, ma Sacred 3 non si riscatta in qualche altro modo.

Il gameplay di base, per esempio, e stretto e reattivo, con la sua pesante attenzione a dare qualcosa da fare ai giocatori mentre si spostano da A a B. Oltre ad attaccare ed eliminare i nemici, sarete anche in grado di distribuire a due personaggi specifici delle abilità che possono essere attivate nei livelli. Anche se Keen Games avrebbe potuto facilmente estendere guesto a quattro eroi, due forniscono una variazione sufficiente a mantenere le cose interessanti, e così fa la varietà di nemici in mostra. Dalla comune carne da cannone, ai difensori ed ai mini-boss, Sacred 3 è sempre intento a trasformare gli incontri in combattimenti, facendo alternare i vari tipi di nemici, quando quelli vecchi diventano troppo prevedibili.

I punti d'oro e l'esperienza non vengono conservati, in Sacred 3. Sono costantemente assegnati quando si uccidono dei nemici e si completano le missioni, per far salire di livello il vostro personaggio e migliorare le sue attrezzature. Alcuni di questi aggiornamenti, soprattutto delle armi, presentano anche dei rami di un albero delle abilità, mostrando che il sequel non ha completamente stravolto gli schemi originali di Ascaron. Come accennato prima, la modalità co-op è stata la caratteristica più pubblicizzata di Sacred 3, ed è meglio descritta utilizzando lo slogan del gioco: "La vittoria è nostra. La gloria è mia." Vedete, a differenza di alcuni giochi cooperativi che richiedono un lavoro di squadra e di interazione da parte del giocatore, Sacred 3 fa competere i personaggi uno contro l'altro, mentre vi fate largo fra le missioni della campagna. Sulla carta può sembrare impressionante ma, in verità, questo concetto viene eseguito male.

Ogni volta che si gioca con altri giocatori, Sacred 3 si trasforma in qualcosa d'insensato, soprattutto ai livelli di difficoltà più bassi. Invece di avere aiuto per completare gli obiettivi principali, vi ritroverete naturalmente a perlustrare ogni angolo della mappa solo per gareggiare con i tuoi compagni. Questa brama di raccogliere punti follemente ha ripercussioni anche su quanto può offrire Sacred 3, limitatamente, in fatto di esplorazione, trascinando i giocatori lontano dalle deviazioni ed indietro rispetto al sentiero principale. Tutto ciò non è intuitivo e, per essere completamente onesti, non aggiunge qualcosa di positivo all'esperienza complessiva del gioco.

Fonte: thesixthaxis.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest