NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



The Evil Within - Prime impressioni

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Tango Gameworks

Genere: Survival Horror/Action/Stealth

Data di uscita: 14 Ottobre 2014

Modalità: Singleplayer

Supporto per il controller: Sì

Allora, ho giocato esattamente 5 ore e 26 minuti a The Evil Within.

Finora, la mia esperienza è stata peculiare: un climax di qualità accompagnato da una trama avvincente e sempre più intricata.

Sebastian Castellanos è un Detective americano incaricato di indagare su una raccapricciante strage di innocenti. Mentre esso controlla i video delle telecamere di sicurezza, viene misteriosamente rapito e portato in un mondo inquietante, dove creature strane quanto terribili e zombie vagano tra i pochi sopravvissuti.

Devo ammettere che per le prime 2 ore, il gioco non mi aveva convinto per niente… anzi, mi sembrava obsoleto, quindi molto semplicemente non mi diceva niente: né mi piaceva particolarmente, né mi disgustava particolarmente. Il combattimento mi sembrava legnoso, ho subito notato alcune pecche dell’IA (non penso sia voluto che degli zombie al posto di correre contro di te, ti passano davanti per correre contro un muro o un cubo di fieno) e quant’altro. Un’altra cosa che mi colpì, ma questa volta ancora prima di avviare il gioco, era la dimensione spropositata del gioco… 40 GB! Credo che tuttavia sia dovuto al motore grafico usato: l’id Tech 5, che come al solito dona un comparto tecnico più che gradevole al titolo, ma che di conseguenza pesa parecchio sull’Hard Disk e (anche se sono state rilasciate 3 patch che hanno stabilizzato un po’ tutto) nega i 60 FPS fissi anche a chi ha 780 Ti, Titan o 980. Ad ogni modo, almeno per quanto mi riguarda, è più che giocabile, e alle bande nere ci si fa l’abitudine ancora prima di finire il primo capitolo (tuttavia, per chi volesse, si possono disabilitare). Un’altra cosa che non ho troppo gradito, è la presenza di numerosi glitch grafici, qualche problema con le interpolazioni degli oggetti (mi è capitato più di una volta di venire brancato e ucciso da un zombie attraverso una porta chiusa) e un lieve ed occasionale pop-in delle texture, soprattutto durante le cutscene.

Tuttavia, continuai a giocare attirato dal design superbo, l’alto livello di sfida, la trama, e la dose spropositata di violenza che dà carattere a tutto il gioco! Non direi mai di essermene pentito.

Passate le prime, noiose 2 ore, palesemente funzionanti da introduzione e da tutorial, ho notato parecchie cose a favore di una valutazione positiva del titolo.

Molte meccaniche funzionanti sono riprese da Resident Evil, come calciare una scala o l’apertura delle porte (un click del tasto azione per aprirla cautamente e silenziosamente, oppure 2 click per sfondarla immediatamente con un calcio, facendo rumore).

Le animazioni, inoltre, sono fluide, convincenti e molto realistiche.

Sono presenti tantissime trappole che vi daranno filo da torcere.

Il comparto audio è ben fatto, e così anche il doppiaggio in italiano.

Il gioco, inoltre, è survival fino al midollo, con munizioni contate, tanti nemici, sistema stealth simile a quello di The Last of Us (ma assai più arduo) ed un inventario contato, tuttavia aumentabile grazie ai punti abilità spendibili in un fantastico e funzionale sistema ad Hub tramite gli specchi.

Restando fermi davanti a uno specchio e tenendo premuto il tasto di azione, ci ritroveremo in un ospedale psichiatrico, popolato solamente da una dottoressa. Lì potremo potenziare le caratteristiche del personaggio, delle armi, e aumentare le scorte di munizioni.

Oltre a questo avremo anche modo di leggere dei giornali con annunci di persone scomparse, guardare la mappa composta dai frammenti trovati durante il gioco, salvare la partita, e aprire delle casseforti grazie a delle chiavi che troveremo rompendo statue più o meno nascoste durante il gioco.

Anche le sotto-storie come quelle nel diario di Sebastian o negli appunti di alcuni esperimenti sono piuttosto appaganti.

Un’altra cosa che mi ha stupito, è che il gioco non fa veramente molta paura… sì: l’atmosfera è valida, il tutto è inquietante, il design spacca e quant’altro, però di jumpscare, in 5 ore di gioco, ne ho visti solo 2, e nemmeno così pesanti. Non so se reputarlo come un punto a favore o a sfavore.. secondo voi è un bene o un male? Io non sono pratico per quanto riguarda gli Horror (come sa chi mi conosce bene o chi legge ciò che scrivo, sono più un tipo da FPS) però ho parlato con molte persone, che pensano che il vero horror sia quello d’atmosfera, che disturba per gli avvenimenti, non per una combinazione di 100% effetto audio improvviso e 0 di contenuto video angosciante. Sinceramente sono contento che non sia pieno di jumpscare, secondo me quelli non sono horror.

Ad ogni modo, come ho già detto, il gameplay spinge all’esplorazione, è variegato ed è ricco di situazioni differenti e in aree diverse tra loro. Secondo me, poi, passante le prime 2 ore noiose, è anche piuttosto fluido… basta trovare qualcosa del fantastico arsenale che il gioco vi mette a disposizione per entrare nella vera natura del gioco. Infatti, parte della sfida starà anche nel decidere cosa conservare del vostro inventario… il crafting, la gestione dell’inventario, il capire quando correre, quando nascondersi e quando affrontare i nemici, sono tutte cose che con le ore di gioco si imparano. E’ un gioco che vi fa imparare dai vostri errori come pochi altri, e ciò non può che essere un pregio.

Insomma, 2 ore mi hanno lasciato impassibile davanti a ciò che accadeva, ma dopo esse ho passato 3 ore veramente memorabili. Devo dire che mi sta piacendo veramente tanto, e sono sempre invogliato a giocare, a differenza di altri giochi che impiego mesi per finirli perché o non ho voglia io, o non mi prendono più di tanto. Se continua su questa strada, può veramente rivelarsi qualcosa di grosso!

Impressione: Positiva

Autore: Francesco

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest