NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Order of Battle: Pacific - Recensione - Un wargame dalla bella grafica

Piattaforma : PC

Sviluppatore: The Artistocrats

Genere: Strategia, simulazione

Data di uscita: 30 Aprile 2015

Modalit: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: No

C'è stata una fervente attesa per il rilascio di Order of Battle: Pacific, sviluppato da The Artistocrats. Si tratta di un gioco tattico, a turni e con mappa ad esagoni, che ha per scenario il Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale. I "wargamers", che daranno una rapida occhiata al gioco, penseranno immediatamente alla recente serie Panzer Corps.

Tuttavia, anche se le meccaniche di base sono simili, in Order of Battle: Pacific non ci sono solo i combattimenti a terra, ma anche quelli navali, che sono state una componente importante nella guerra del Pacifico. Un bonus extra è l'animazione visiva delle unità terrestri e delle onde del mare, le bandiere che sbattono al vento, il che esalta il valore dell'intrattenimento. (Se sei un wargamer che preferisce la mappa di base senza alcuna animazione 3D, tale opzione è disponibile).

Campagne e scenari

La selezione delle campagne è breve e semplice. I giocatori sono introdotti in quattro scenari di campagna "Boot Camp", che offrono le meccaniche di battaglia terrestre, l'invasione anfibia, la difesa navale ed il combattimento aereo. Questa è una buona e rapida introduzione per ciò che è necessario conoscere al fine di giocare le altre due campagne: (Giappone imperiale" e "Alleati del Pacifico".

Quello che ho imparato dalla campagna "Boot Camp":

1) Sono stupende! Le immagini statiche che accompagnano questa recensione non colgono l'animazione e la sensazione di essere nel Pacifico. L'oceano di muove e scintilla al Sole. Le unità di fanteria sono animate durante il combattimento, e le navi sono appena visibili quando affondano nell'oceano. Molti wargamers considerano una grafica mediocre come un dato di fatto nei giochi a turni, il che va bene, tuttavia gli sviluppatori di Order of Battle: Pacific hanno fatto un passo in più per far sembrare grande questo gioco.

2) I combattimenti terrestri sono semplici, e ci sono alcuni meccanismi di guerra navale che rendono piacevoli le battaglie in mare. Ogni unità ha una resistenza massima di 10, e subirà delle perdite mentre attacca e si difende, similmente alla serie Panzer Corps. Prevedibilmente, il terreno è un fattore chiave, soprattutto se si combatte nella giungla. Anche se la giungla fornisce un bonus difensivo, può minare l'efficienza delle unità. L'efficienza ha quattro livelli, indicati dal colore della salute delle unità: si inizia con il bianco, per poi passare al giallo, all'arancione e al rosso. Gli attacchi dall'aria e dell'artiglieria avranno un effetto sull'efficienza della unità.

3) Le unità combattono meglio quando arrivano gli approvvigionamenti. Questa suona come un'affermazione ovvia, ma durante i combattimenti vi accorgerete che se le unità formano linee sottili o rimangono isolate, la loro capacità di combattimento si ridurrà rapidamente. Si possono incrementare i valori delle forniture, ma lo stoccaggio inizia lentamente, al fine di alimentare le unità. Le navi di rifornimento aiutano durante gli assalti anfibi iniziali, così proteggerle è una priorità. I punti di rifornimento sono disponibili in forma di punti di requisizione (fondamentalmente oro) e punti di comando per le unità terrestri, navali ed aeree. L'acquisto delle unità richiede una combinazione di punti di requisizione e di punti di comando, quindi se avete un sacco di punti di requisizione, ma non abbastanza punti di comando, non potrete acquistare gli impianti.

Le altre campagne, "Giappone imperiale" e "Alleati del Pacifico", sono ciascuna composta da diversi scenari. Giocare nei panni dei giapponesi, alla fine vi porterà ad invadere l'Australia, mentre la campagna americana seguirà l'andamento delle battaglie storiche. Dopo aver completato la campagna "Boot Camp", con gli americani, ho scelto di giocare la campagna giapponese, il primo scenario della quale è Pearl Harbor. Questo scenario presenta principalmente un combattimento aereo, con i caccia americani che proteggono le corazzate di Pearl Harbor dai tuoi siluri e dai bombardieri. Gli aerosiluranti possono colpire le navi degli esagoni adiacenti, e richiedono un certo numero di turni per ricaricare dopo un attacco. Anche se tutto ciò non è storicamente accurato, il flusso di gioco si mantiene in movimento, senza dover volare costantemente per riarmarsi.

Unità

La lista è lunga! In order of Battle: Pacific ci sono più di 500 unità. Le prime includono M3 Stuart, Tipo 97 Chi-Ha, A6M Zero e F4U Corsair. Alcune unità successive sono i jet Nakajima Nikka e p-80 Shooting Star, le corazzate Montana e Super Yamato ed i carri armati T28, T29 ed altri. Con così tante unità, sarebbe stato bello se i progettisti avessero messo insieme un database per visualizzarle tutte, con i loro punti di forza e di debolezza, nonché le informazioni generali.

Specializzazioni

Dopo aver completato lo scenario Pearl Harbor, mi è stata data la possibilità di sbloccare un'abilità speciale per le mie unità. Potevo scegliere fra "Banzai Charge" o "Codice Bushido". Non ho potuto resistere alla tentazione di dare le cariche Banzai alle mie unità; tuttavia, esse rischiano di perdere quasi la metà della loro salute in queste azioni. Questa opzione è utile quando si chiamano il supporto aereo e quello dell'artiglieria. Altre abilità possono essere in seguito sbloccate sia per le forze giapponesi sia per quelle americane, man mano che si procede attraverso le campagne.

Comandanti e capitani

I leader del tuo esercito sono unità esperte che danno sapore al gioco, soprattutto se sono guidati da un comandante. Man mano che si gioca alle campagne, si avrà la possibilità di impiegare dei comandanti, che danno alle unità un bonus aggiuntivo di combattimento. I generali possono essere assegnati alle unità da sbarco, i capitani alle unità navali ed i piloti alle unità aeree. Mi hanno dato un pilota di nome Saburo Matsuki, e gli ho assegnato il mio aereo da caccia Ki-43. La quantità delle sue uccisioni come pilota ed il giornale di bordo vengono aggiornati durante le battaglie ed in tutta la campagna. I comandanti corrono il rischio di essere feriti o imprigionati se sono messi in pericolo, ma alla fine tornano al vostro esercito.

Multiplayer

Order of Battle: Pacific risplende maggiormente nel multiplayer, con fino a quattro giocatori umani. I giocatori possono competere testa a testa o giocare in cooperativa contro l'IA. Il multiplayer è un po' nella sua infanzia, dal momento che il gioco è dotato di soli nove scenari dedicati ad esso, ma dovrebbe crescere man mano che la comunità realizzerà degli scenari con l'editor delle missioni.

Conclusioni

Nel complesso, questo gioco è quello che i giocatori di Panzer Corps stavano aspettando. Le meccaniche sono adattate per combattere nel Pacifico. Questo titolo offre una comoda interfaccia di alimentazione, in modo da poter vedere quanto vi state espandendo nel territorio nemico. Questa linea di alimentazione può essere tagliata, il che limiterà la capacità delle tue unità di combattere in modo efficace.
La mia unica lamentela riguardo a questo gioco è che non vi è una funzione di annullamento. Ci sono stati diversi momenti in cui per sbaglio ho dato ordine ad una unità di spostarsi in un esagono, sul quale non avevo intenzione di inviarla. Ho il sospetto che i giocatori possano finire le due campagne abbastanza rapidamente; sarebbe bello vedere ulteriori campagne in magazzino. Come accennato in precedenza, però, è probabile che la comunità di gioco realizzerà campagne e scenari. Se siete alla ricerca di un wargame semplice e diretto, che offre un po' di sfida tattica ed una pausa dai giochi più hardcore, Order of Battle: Pacific dovrebbe aiutarvi a grattare il vostro prurito per una lotta nel Pacifico.

Fonte: armchairgeneral.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest