NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Tales of Xillia 2 - Recensione - Un JRPG che ha successo anche in Occidente

Piattaforma: PS3

Sviluppatore: Bandai Namco Studios

Genere: Gioco di ruolo

Data di uscita: 19 agosto 2014

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: Sì

I giochi di ruolo, in questi ultimi tempi, non stanno andando molto bene. Le serie di maggior successo come Final Fantasy e Dragon Quest hanno lottato in Occidente a causa della qualità non uniforme degli ultimi titoli e la mancanza, rispettivamente, di nuove uscite, lasciando un vuoto che deve essere ancora riempito correttamente.

Le serie sviluppate da Bandai Namco, al contrario, sono decisamente in aumento in Occidente negli ultimi anni, cercando di riempire il vuoto lasciato dalla mancanza di buone uscite di JRPG sulle home console. Tales of Graces F e Tales of Xillia sono riusciti ad avere un po' di successo, nonostante alcune lacune che impedivano loro di fare appello ad un pubblico più vasto, e non solamente ai fan più appassionati della serie. Combinando il meglio di entrambi i giochi, Tales of Xillia 2 ha il potenziale per diventare davvero un grande successo, grazie alla sua forte storia, ai personaggi ed all'esperienza di gioco.

Essendo un sequel diretto del primo gioco, Tales of Xillia 2, accanto ai nuovi personaggi principali, ha lo stesso cast del gioco originale ed un'esperienza di gioco simile, con alcuni miglioramenti importanti. Anche se alcune carenze e piccoli problemi sono ancora presenti, Tales of Xillia 2 è nel complesso un gioco migliore rispetto al suo predecessore e un ottimo gioco di ruolo giapponese. In Tales of Xillia 2, Ludger Kresnik vive nella città di Trigleph con il fratello Giulio e il suo gatto Rollo. Il primo giorno del suo nuovo lavoro, Ludger si ritrova su un treno dirottato dopo aver seguito la bambina Elle Mel Marta. Non sa che questo incontro fatidico lo porterà a scoprire il potere nascosto della famiglia Kresnik, ma anche a diventare un agente della Spirius Corporation, per intraprendere un viaggio per distruggere linee temporali alternative e raggiungere la favolosa Terra di Canaan, dove Elle deve andare per ordine di suo padre.

Nella ricerca di Ludger ed Elle partecipano anche tutti i personaggi del primo titolo di Xillia, fra cui Gaio e Muzèt, che non erano giocabili nel gioco originale. Il vecchio cast, però, non ha un grande ruolo nella trama principale, lasciando sotto i riflettori Ludger ed Elle per la maggior parte della narrazione. Questo non è affatto male, dato che questa è la loro missione, la loro storia e sarà la loro vita, che cambierà per sempre alla fine di questo viaggio. L'attenzione per i due nuovi personaggi principali rende la storia anche più sincera e personale, con un sacco di avvenimenti inaspettati e momenti tristi che fanno prillare il racconto. Tutto si risolve ancora nel "salvare il mondo", ma il modo con cui questo è presentato coinvolge i giocatori ad un livello emotivo diverso da altri racconti. Il ritmo della storia è anch'esso eccellente, con pochissimi momenti noiosi.

Una delle caratteristiche principali di Tales of Xillia 2 è il sistema di scelte, che permettono ai giocatori di scegliere le risposte di Ludger durante molti dialoghi. Queste scelte influenzeranno influenzeranno il proseguimento di queste sezioni e, a volte, cambieranno il modo in cui gli altri personaggi si comporteranno con Ludger, alzando o abbassando la loro affinità verso di lui. Purtroppo questo sistema di scelte a un prezzo, dal momento che Ludger è completamente silenzioso durante le scene della storia. L'inclusione di un personaggio silenzioso è piuttosto incostante: è chiaro che Ludger ha una personalità definita e onestamente abbastanza simpatica, ma il sistema di scelte in ultima analisi danneggia il personaggio. Sembra quasi che lo sviluppatore abbia deciso di farlo tacere solo dopo che Ludger è stato creato come un normale personaggio principale di Tales of Xillia. E' possibile sbloccare la voce di Ludger dalla seconda fase di gioco in poi, ma questo fa molto poco per alleviare il problema.

Una delle maggiori lamentele riguardo il primo Tales of Xilla riguardava la sua linearità. Il sequel dà ai giocatori più libertà, con un sacco di contenuti a parte che possono essere completati durante i capitoli della storia. Le missioni secondarie sono effettivamente necessarie per raccogliere i soldi, grazie ai quali i giocatori potranno pagare i debiti per andare avanti. Dopo un certo punto dall'inizio del gioco, Ludger diventerà indebitato, con la conseguenza che nuovi capitoli della storia ed aree del mondo diventeranno disponibili solo dopo che sarà stato pagato un certo importo del debito. Il sistema di debito a volte può essere un po' fastidioso, con Nova che ti chiama costantemente durante l'esplorazione per chiederti sei hai abbastanza denaro per pagare [...], ma non è un grosso problema, soprattutto se si paga la quantità di denaro necessaria per procedere al più presto possibile.

Oltre ai capitoli della storia, sarà anche possibile passare attraverso degli episodi riguardanti i personaggi, che sono capitoli collegati alla storia incentrati su raccondi che fondono le due versioni del gioco. Gli episodi riguardanti i personaggi sono probabilmente una delle migliori caratteristiche del gioco, in quanto consentono ai giocatori d'imparare di più sui personaggi e vedere come sono state le loro vite inseguito agli eventi del primo gioco. Questo permette un sacco di sviluppo del personaggio senza rallentare la trama principale, dato che queste sezioni sono completamente facoltative. Tuttavia è meglio non saltarle, in quanto sono davvero interessanti ed aggiungono un po' di storia al gioco.

Tales of Xillia 2 utilizza una versione avanzata del sistema di combattimento utilizzato in Tales of Xillia, con un sacco di nuove funzionalità che rendono le battaglie ancora più piacevoli. Il Double Cross Raid Linear Motion Battle System è un sistema di combattimento d'azione che permette ai giocatori di collegarsi con altri personaggi durante la battaglia, che eseguono i potenti collegamenti Artes. Insieme a questo, può essere eseguita una specifica combinazione di personaggi e Artes; in Tales of Xillia 2 è anche possibile eseguire generici collegamenti Artes con qualsiasi combinazione di personaggi e Artes, ampliando ulteriormente le possibilità di battaglia. Questi link Artes non sono l'unica aggiunta al sistema di combattimento, in quanto è ora possibile fare un passo laterale per evitare attacchi e ottenere un bonus moltiplicatore di danni colpendo diversi punti deboli, proprio come in Tales of Graces F. Il sistema di debolezza rende le battaglie anche un po' più divertenti, come l'ottenimento di un grande moltiplicatore che riduce la possibilità del nemico di eseguire le combo.

Tales of Xillia 2 impiega lo stesso sistema di contatore Assault utilizzato nel primo gioco, con un numero totale AC che detta quante azioni e Artes possono essere utilizzate consecutivamente. Il sistema funziona bene come nel primo gioco, permettendo ai giocatori di creare alcune combo che sono davvero molto belle e potenti. Si utilizzeranno molto durante il gioco, come possibilità combo dei vecchi personaggi che sono anche state migliorate con alcune nuove Artes. Leia è sicuramente il personaggio che gode del più grande miglioramento, con il suo set di mosse che è stato ampliato notevolmente, facendo di lei uno dei personaggi più divertenti da usare in battaglia.

 

Per ovvie ragioni, Ludger giocherà un ruolo centrale nei combattimenti, dal momento che è l'unico che può colpire praticamente tutte le debolezze da solo, grazie al suo enorme set di mosse. L'abilità speciale di Ludger è la Shift Weapon, che gli permette di passare senza soluzione di continuità fra le doppie spade, il martello e le doppie pistole. E' del tutto possibile creare alcune combo con armi multiple, rendendo il personaggio incredibilmente unico fra il cast giocabile e anche in tutta la serie. Durante il corso del gioco, potrà anche acquisire un'abilità speciale che gli permetterà di utilizzare i poteri della famiglia Kresnik e combattere i nemici in una zona speciale dove combatte da solo e non può essere danneggiato per un limitato periodo di tempo.

Mentre il sistema di combattimento è stato ampliato e migliorato, purtroppo non è stato così per il resto dell'esperienza. Il gioco ricicla praticamente tutte le ambientazioni e boss del primo gioco, con alcuni dei boss più anziani che appaiono anche più di una volta fra i capitoli della storia e gli episodi dei personaggi! Rieze Maxia è anche identico a quello del primo gioco, con solo Olympios presenta due nuove città e un paio di nuovi campi, progettato con la stessa mentalità di Tales of Xillia: un sacco di oggetti da raccogliere e nemici da combattere, ma nessun reale incentivo per l'esplorazione, con l'eccezione della caccia ai Giganto Monsters, un gradito ritorno da Tales of Vesperia. I pochi nuovi dungeon sono leggermente migliori di quelli di Tales of Xillia, con alcuni semplici puzzle da completare, ma sono troppo pochi per fare realmente la differenza. I luoghi riciclati significano che la grafica non è molto meglio di Tales of Xillia. Ci sono alcuni piccoli miglioramenti che la esaltano, ma non è davvero qualcosa d'importante. Purtroppo, il gioco soffre ancora degli stessi rallentamenti durante i combattimenti che affliggevano il gioco originale.

La colonna sonora, invece, è eccellente dall'inizio alla fine. Accanto ai brani dei racconti originali di Xillia, ce ne sono alcuni nuovi che sono veramente eccellenti come i nuovi temi di battaglia, alcuni temi principali e quelli impiegati nelle ambientazioni delle città e di Olympios, che mantengono la stessa unica sensazione jazzy delle tracce della città Trigleph. Le varie voci dei personaggi sono anche abbastanza buone dall'inizio alla fine, con la sola eccezione di Elle che sembra un po' forzata. Questo è stato un problema anche nella versione giapponese, quindi non è un problema enorme. Ci sono punti deboli qui e lì, come durante Jude Mystic Artes, ma niente di veramente grave. Tutto considerato, Tales of Xillia 2 è un degno sequel dei racconti della serie ed un gioco migliore rispetto al suo predecessore, grazie ad una grande storia, ai personaggi e al migliorato sistema di battaglia. La quantità di contenuti riciclati è a volte inquietante, ma se si può guardare oltre questo aspetto e pochi altri piccoli problemi, troverete un notevole gioco di ruolo che può tenervi impegnati per un tempo molto lungo.

Fonte: explosion.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin