NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Shadowrun Chronicles: Boston Lockdown - Recensione - Un degno successore dei titoli precedenti

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Cliffhanger Productions

Genere: Gioco di ruolo, indie

Data di uscita: 28 Aprile 2015

Modalità: Single player, multiplayer, co-op

Supporto per il controller: No

Se non mi sbaglio e le mie ricerche su Google sono corrette, questo è il quarto tentativo (non contando sequel e spin-off) di creare una serie di Shadowrun. Precedentemente chiamato Shadowrun: Online, Shadowrun Chronicles: Boston Lockdown tenta di fondere lo stile di gioco tattico di XCOM con quello dei giochi di ruolo quasi-sci-fi fantasy.

Il titolo lancia immediatamente il giocatore nella schermata di creazione del personaggio. Ci sono tutte le opzioni convenzionali che si potrebbero aspettare da un gioco come questo. E' necessario selezionare il genere del personaggio, lo stile dei capelli, il nome, etc. Devo ammettere che sono rimasto un po' sorpreso nel vedere che una donna può avere dei peli sul viso, così naturalmente ho dato al mio personaggio dei baffi a manubrio. Gli ho dato l'unico nome che ho pensat, Joan De Orcs.

Questo titolo mette il giocatore dentro l'intricata fantasia cyberpunk dell'universo di Shadowrun. Chronicles inserisce rapidamente il giocatore in mezzo a un intero cast di metaumani e il gioco sembra strano e meraviglioso. Shadowrun è noto per un certo numero di cose. Ad alcune persone viene in mente la serie CRPG con vista dall'alto verso il basso che si è manifestata nel corso degli anni. Altri penseranno allo sparatutto in prima persona che uscì nel 2007. Oppure, se sei un vero secchione, potresti pensare alla serie sparatutto d'avventura del 1993. Se avete giocato ad una qualsiasi di queste tre serie, vorrei scommettere che avete sentito parlare dell'elevata difficoltà, in quanto, in media, ci vogliono 3 ore per realizzare un personaggio. Questo non va a sfavore del gioco, dal momento che è considerato un classico, ed è la fonte di gran formaggio da tavola.

La storia è piuttosto sorprendente per via del nome. Ci si trova a Boston dopo il risveglio, e creature fantastiche sono tornate nel mondo. Devo ammettere che non l'ho trovato incantevole come Shadowrun: Dragonfall, uscito lo scorso anno. La narrazione è utile ed è migliore rispetto alla maggior parte dei giochi. A mio parere, le aree pubbliche non hanno il fascino del Kreuzbazaar, che si doveva esplorare costantemente alla ricerca di contenuti nascosti. Shadowrun Chronicles: Boston Lockdown adotta un'inquadratura fissa, in modo che il giocatore può ragionevolmente parlare rapidamente con chi gli affida una missione e poi lasciare la zona, ed ottenere le migliori attrezzature (a parte quelle cyberware) è piuttosto semplice.

Il gioco segue delle meccaniche molto simili a quelle dei due ultimi CRPG realizzati da Hairbrained Schemes (Shadowrun: Returns e Shadowrun: Dragonfall), si tratta di un gioco top-down di strategia e tattica a turni. Il gioco si concentra sull'utilizzo delle coperture per avere la meglio sugli avversari, oltre che per proteggere i vostri personaggi dai pericoli. C'è una grande enfasi sull'utilizzo del lavoro di squadra, dal momento che in quasi ogni missione il vostro personaggio avrà un'azienda, e questo è il maggiore punto di forza del gioco. Come ho detto prima, Boston Lockdown doveva chiamarsi inizialmente Shadowrun Online (il cambio di nome è avvenuto quando lo sviluppatore e l'editore hanno iniziato a spingere con il marketing per il rilascio). Rispetto alla concorrenza, uno dei punti maggiori per la vendita è l'introduzione di un sistema multiplayer opzionale. Questo permette ai giocatori di unirsi ai loro amici o ad altre persone in Internet, e giocare insieme attraverso i contenuti delle missioni. E' più facile giocare da soli, con un massimo di quattro personaggi che si muovono fra i vari combattimenti, ma non è detto che non ci sia un certo fascino nel cedere il controllo di qualcuno dei personaggi ad altri giocatori. Soprattutto se le cose vanno bene e si lavora brillantemente come una squadra.

Il gioco permette ai personaggi di crescere organicamente, in modo che il giocatore possa soddisfare la progressione verso le esigenze del gioco o di coloro a cui ci si è uniti per giocare. Shadowrun Chronicles: Boston Lockdown è una degna aggiunta alla serie, che fornisce una maggiore inclinazione al multiplayer rispetto alla più vicina concorrenza. Il gameplay tattico offre ai giocatori una sfida ragionevole; posizionare bene i tuoi personaggi è assolutamente fondamentale. Inoltre il suo approccio alla creazione del personaggio è aperto, e non ci si sente troppo spinti a svolgere un determinato ruolo. Tuttavia, la trama del gioco non è così forte come lo è stata in altri titoli Shadowrun, e sembra poco brillante, rispetto al Kreuzbazaar e a Shadowrun: Dragonfall. Questo aspetto, unito alla mancanza di scelte nei dialoghi, rende il racconto poco più di un segnaposto.

Informativa completa: Ho scritto la maggior parte di questa recensione durante la fase beta del gioco, prima che fosse rilasciato, ed oggi ho avuto accesso al gioco per finire la recensione e ci sono stati alcuni problemi con la latenza. Questo è prevedibile, dal momento che si tratta di un gioco online, ma fa interrompere il flusso generale del gioco, ma mi aspetto che il problema venga risolto in un giorno o due.

Fonte: voletic.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest