NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Risen 3: Titan Lords - Recensione - Il ritorno di un eroe in un'avventura più classica

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Piranha Bytes

Genere: Gioco di ruolo

Data di uscita: 13 agosto 2014

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Lo sviluppatore Piranha Bytes sa che probabilmente non è piaciuto Risen 2, e così lo studio lo elimina simbolicamente, ma al 30° minuto c'è il sequel. C'è il nostro eroe del 2012, dell'avventura a tematica piratesca, ancora senza nome dopo tutti questi anni, guardandolo come se fosse appena uscito dal gioco Assassin's Creed IV: Ma a quanto pare la pirateria non è quello che si vuole, e così muore davanti ad un portale incandescente, in una rovina senza nemmeno un ultimo grugnito.

Fortunatamente, è tornato in vita. Il suo cadfavere ha trascorso tre settimane, in fermentazione sotto il sole tropicale, prima di essere riportato in vita da uno sciamano loopy. [Solo Gesù Cristo può dare la vita! N.d.T.]. Piranha Bytes rivive la serie con lui, ed opportunamente lo manda in cerca della sua anima. L'avvventura, generalmente divertente, lo porta in profonde caverne che nascondono dei minacciosi signori dell'ombra, e nei sogni sbiancati del passato di Risen; fortunatamente non è il tipo di gioco che richiede una conoscenza enciclopedica delle versioi passate. Risen 3: Titan Lords assicura l'aiuto di potenti maghi, ma fa bene anche senza.

Potete ringraziare le tre nuove fazioni con cui potete allearvi. I voodoo di Risen 2 fa il suo ritorno nei campi dei "nativi", ma non sono mai abbastanza in scena come i loro vicini. I Guardiani servono i maghi sulla loro isola rocciosa, ma la loro abilità corpo a corpo (e di marcia) aggiunge una caratteristica benvenuta alla fazione spellslinger, lasciando loro un certo grado di abilità corpo a corpo. (Similmente a quando sarebbe potuto accadere ai Templari di Dragon Age se avessero servito i maghi, piuttosto che essere da loro oppressi). Ad ogni modo, ci sono anche dei compagni cacciatori di demoni, che portano un po' di stile grintoso alla Conan a tutta la faccenda.

Ancora più importante, nelle tre fazioni, è la magia. Questa migliora l'esperienza di Risen 3 così a fondo che è spaventoso pensare che ne fosse privo il suo predecessore. Uno dei principali problemi di Risen 2 era la tendenza che avevano i nemici di piombarti addosso impedendoti di attaccare, ma qui si può lanciare contro di essi un incantesimo Shockwave da parte dei cacciatori di demoni. Mentre i nemici si riprendono dallo shock, potete tirare fuori la balestra e colpirli, facendoli crollare a domino. E' divertente in maniera stupida.

Ma cerchiamo di essere sinceri: ci vuole un po' di tempo, per raggiungere questa bravura in combattimento. Risen 3, saggiamente, non è così avaro di oro ed attrezzature come il suo predecessore, né lascia la posizione di questi obbiettivi dell'avventura aperti a congetture, ma il suo nucleo di combattimento fa affidamento sulla stessa dubbia danza di parate, attacchi pesanti e barre, nonostante la fantasia delle nuove animazioni. Risen 3 è sorprendentemente privo di bug, considerando la reputazione della serie, ma a volte i colpi vanno a vuoto e gli implacabili attacchi nemici possono disturbarvi apparentemente al momento giusto.

Tuttavia, questo è un mondo in cui la Gloria si guadagna uccidendo i polli che si occupano dei loro affari, per non parlare di esseri provenienti da altre dimensioni. La Gloria è ovunque, ed è utilizzata per aumentare le statistiche che riguardano la prodezza del nostro eroe, quali l'abilità Melee o l'influenza. Si tratta di un sistema versatile, che permette anche di trasformare i cacciatori di demini in una sorta di maghi da battaglia, che eliminano i nemici con le loro ascie, mentre utilizzano anche dei demoni cani. (Lo fa anche una normale bottiglia di rum). Questo non è abbastanza potente? Acquista alcune cose dalla gente della città, come incantesimi da consumo sia dei cristalli sia delle rune, nonché compagni provenienti da varie fazioni, e la combinazione assicura che troverete poche situazioni in cui la speranza viene a mancare.

Le situazioni abbondano. Piranha Bytes ha trovato qui un piacevole equilibrio fra il combattimento e la storia, condendo l'esperienza con minigiochi di lockpicking e braccio di ferro, per ottenere più oro. Oh, la mia barba, le battaglie navali! Qualcuno di Piranha Bytes ha chiaramente giocato ad Assassin's Creed IV, ed è pagato. Una volta che il nostro eroe salta su una nave, mostri marini o scontri con navi nemiche, a volte interrompono bruscamente le sua visite in nuove isole. Il tutto con buon tempismo, anche. Queste battaglie appaiono proprio quando il resto del gioco inizia a scivolare in un ritmo fin troppo prevedibile, ed il suo versatile mix di raffiche di cannone e gare per non far esplodere il ponte garantiscono che l'attenzione rimanga desta.

Rimangono alcuni piccoli problemi. Le isole sparse di Risen 3, a prevalenza maschile, offrono sempre l'atmosfera prevista dall'impostazione di questo gioco, ma solo un piccolo numero di panorami ispira la presa di screenshot personali per il gusto di farlo. Francamente, sembra vecchio. Ma io non volevo smettere di giocare. Dopo quindici ore, ho affrontato la mia sfida più difficile in forma di ragno gigante, da cui escono insetti giganti da quello che sembra l'intestino crasso di Galactus. Alla fino il mostro è caduto.

Fonte: pcgamer.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin