NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Social

                                                                                         

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Pillars of Eternity - Recensione - Un RPG isometrico vecchia scuola, ma aggiornato.

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Obsidian Entertainment

Genere: Gioco di ruolo

Data di uscita: 26 Marzo 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: No

Pillars of Eternity è un tentacolare e prolisso RPG isometrico. E' anche una lunga lettera d'amore per un tempo molto preciso ed un tipo molto specifico di gioco. Potreste aver giocato a qualcuno di essi. Tutti hanno nomi sciocchi che forse dimentichiamo, perché sono spesso pronunciati e svalutati; nomi come Baldur's Gate, Planetscape: Torment e Icewind Dale.

Collettivamente, si tratta di giochi Infinity Engine, che condividono lo stesso logoro motore che segue le regole di Dungeons & Dragons.

Come lettera d'amore, Pillars of Eternity è un pochino viola, a volte, ma è sincero ed entusiasma. Si tratta di un gioco che 77.000 persone hanno chiesto e finanziato tramite Kickstarter, ed il tipo di avventura che molte più persone hanno desiderato che esistesse. Non è un titolo dei giorni nostri, ma così è, in ogni caso. Tuttavia non rappresenta solo nostalgia, è più di qualcosa che si nutre della popolarità dei giochi che l'hanno preceduto. E' il progresso.

La prima volta che ho sentito questa frase era il 1999, un mese dopo l'uscita di Baldur's Gate. Avevo 13 anni. E' strano come una tale frase innocua possa ammucchiare un senso e dei ricordi. Significa solo che si deve aspettare che tutto il party sia riunito prima di passare ad una nuova area. Questo è tutto. Per me, però, significa di più. Questi giochi sono molto più di un viaggio di un personaggio. Sono feste, viaggi, combattimenti ed anche innamoramenti. I giochi da tavolo D & D sono giochi di ruolo da giocare con gli amici, dove la compagnia e l'avventura vanno di pari passo. Questa linea, spesso ripetuta, mi sembra di coglierla in quanto tale.

"E' necessario riunire tutto il party prima di avventurarsi fuori". Ho sentito di nuovo. Questo avviene quando degli artigli di Pillars of Eternity affondano nella mia carne. Potrebbe non fare affidamento sulla nostalgia, ma questo non significa che Obsidian non l'abbia reso estremamente familiare. Ma tutto è solo un po' diverso. Riconoscerete molte cose, ma ci sono sorprese, novità e momenti in cui direte: "Oh, perché non era così, nel 1998?". I miglioramenti che sono stati realizzati in Pillars of Eternity, in rapporto alla formula collaudata che ha dominato il genere negli anni '90 e nei primi anni 2000, sono molti, anche se sono realizzati con un tocco delicato. Si inizia proprio dall'inizio, con la creazione del personaggio.

Le vostre razze fantasy tipiche, Nani ed Elfi, sono tutti lì, nel mondo di Eora, ma sono accompagnati da personaggi con abilità elementali e magiche, nonché dotati da strani sporgenze che escono dai loro crani. Ci sono giganti colorati che solcano gli oceani come pirati, mercenari ed esploratori; inoltre esseri pelosi, gli Halfling, che sono a volte feroci e a volte "civilizzati". Il familiare si siede accanto all'alieno, Tolkien e Gygax si mescolano mediante le creature generate dalle menti di Obsidian. E quando si generano questi personaggi, non stai solo mettendo insieme un elenco di razze e statistiche, ma stai anche scegliendo il loro background ed esattamente da quale parte del mondo provengono. Ci sono luoghi strani e terre lontane, su cui imparerete di più giocando.

I personaggi familiari sono stati trascinati fuori dalla loro generica vita di fantasia e spinti in qualcosa di nuovo. Il fatto che un personaggio sia un Elfo è spesso rilevante come il suo colore dei capelli. Inoltre non c'è più la tradizionale segregazione di fantasia che costringe gli Elfi nei boschi ed i Nani in montagna. Un Elfo potrebbe essere un vecchio membro della nobiltà imperiale, mentre un Nano potrebbe essere un membro di una tribù di cacciatori artici che comprende personaggi provienienti da diverse aree. Questo sovvertimento si estende al di là delle partite, oltre alle statistiche, che comprendono abilità come la costituzione e la destrezza. Inoltre ci sono peculiarità come la volontà e la vostra forza mentale, e sono utili. In un primo momento, questo potrebbe sembrare la forza che si incontra in quasi ogni RPG fantasy, ma in Pillars of Eternity è qualcosa di completamente diverso. Essa si traduce in un danno, a prescindere dal modo con cui un personaggio provoca danni. Ne ha bisogno un mago che infligge danni tanto quanto un combattente con uno spadone.

Inevitabilmente, questi avventurieri in pratica finiranno in alcuni tafferugli, contro orchi, draghi, assassini ed innumerevoli altre cose che Pillars pone sulla loro strada. Il combattimento è in tempo reale, ed è veloce e disordinato, veramente solo controllabile attraverso un uso spregiudicato della funzione di pausa. Non sono ancora certo se il gioco potrebbe avere un giovamento da un approccio a turni, ma questo è senza dubbio il miglior titolo in tempo reale, con il combattimento che si può mettere in pausa, che abbia mai incontrato.
I combattimenti possono essere rallentati con il semplice tocco di un pulsante, e fermati allo stesso modo; la funzione di pausa può anche essere personalizzata in modo che le interruzioni dell'azione si verifichino in alcuni punti. Io l'ho modificata in modo che il gioco si metta in pausa quando i nemici mi vedono, in modo da non essere completamente fregato se mi hanno teso un'imboscata, ed anche quando uno del mio party è vicino alla morte, in modo da poter utilizzare il mio guaritore per riportarlo nella mischia.

L'interfaccia utente rende discreta la gestione delle battaglie, ed una volta che s'impara ad usarla è molto più facile. Anche se il combattimento può essere disordinato, l'interfaccia utente è pulita e ben informata; alla fine sono riportati anche in dettaglio i punti di forza e di debolezza degli avversari, dopo aver combattuto contro di loro per un po' di volte, e compilato il loro ingresso nel bestiario in un libro pieno di schizzi, creature e suggerimenti per le battaglie.

I guerrieri, i maghi, i ladri, i preti ed i monaci. Si può giocare con tutti, ma ci sono due classi ben più esotiche che hanno fatto la loro comparsa nell'originale mondo di Obsidian. I Chanter prendono il posto dei bardi, nel senso che hanno un sacco di caratteristiche utili e possono mescolare, in battaglia, il lancio di incantesimi unitamente al sostegno dei loro compagni di avventura. Man mano che il Chanter intona esotici canti orientali, ottiene punti da spendere per incantesimi unici che, insieme al perfezionamento del party, sono in grado di afferrare una creatura ed unirla alla battaglia. La maggior parte delle statistiche, e spesso la scelta della classe del personaggio principale, hanno un enorme impatto sui dialoghi. Anche incontri apparentemente fortuiti possono creare l'opportunità di esplorare nuovi dialoghi, acquisire maggiori informazioni o lavorare per la realizzazione di una ricerca che riguarda abilità che, nella maggior parte dei giochi di ruolo, sarebbero limitate.

Fonte: pcgamesn.com

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Login GC per commentare articoli e postare sul Forum

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Scrivici

Ciao! Se vuoi scriverci puoi utilizzare il seguente indirizzo e-mail: info@gamecommunity.it 

Se ti piace scrivere recensioni di giochi, per PC o per console, oppure altri tipi di articoli riguardanti il mondo dei videogiochi, non esitare a contattarci.

Buon gameplay!

Siti amici

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lista degli utenti registrati in GC (commentare gli articoli e postare sul Forum)

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggStumbleuponRedditNewsvineLinkedinPinterest