NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Might & Magic X: Legacy - Recensione - Un GDR vecchia scuola, stile primi anni '90.

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Ubisoft

Genere: Giochi di ruolo

Data di uscita: 23 gennaio 2014

Modalità di gioco: Single player

Supporto per il controller: No

È necessario avere i geni della nostalgia, per apprezzare appieno Might & Magic X: Legacy, questo in generale, ma soprattutto quando si tratta di giochi di ruolo di questo tipo. Questo GDR o RPG che dir si voglia è una sorta di "genere all'interno di un genere". E' un gioco "retrò" che volta consapevolmente le spalle ai giochi moderni, abbracciando ciò che teneva incollati alla sedia i più "vecchi", come in quel periodo antidiluviano noto come 1990. Lo sviluppatore Limbic Entertainment ha creato un gioco di ruolo in vecchio stile ed epico, che sarebbe potuto benissimo essere in testa alle top-ten del 1996.

Constatare che Might & Magic X: Legacy non è un gioco per tutti non è necessariamente un insulto, anzi. Al contrario, è chiaro fin dai primi momenti di gioco che gli sviluppatori hanno cercato di essere fuori moda come un paio di jeans lavati con l'acido. Questo gioco, infatti, ricorda l'originale Might & Magic, la serie Wizardry, nonché quella di Eye of the Beholder e Dungeons & Dragons. Tuttavia l'impostazione della campagna di Ashan è nuova, per questo franchise. Stranamente, questo approccio rende Might & Magic: Legacy più un gioco fantasy tradizionale, rispetto ai suoi predecessori, come l'originale era un gioco di ruolo con un mix di astronavi, spade e magia. Ciononostante, l'obiettivo generale dei creatori di questo gioco pare proprio essere stato quello di produrre un titolo nuovo, che però riprende la storia dei GDR proprio dove era rimasta quindici anni fa.

Il bestiario di M & M X L include la classica serie di mostri fantasy e creature mitologiche, come Manticora, che sembra quasi un simpatico cucciolo di cane in procinto di azzannarvi alla gola. Lo sviluppatore, in sostanza, ha compiuto la missione, almeno quasi del tutto. Molte componenti del gioco sono ben realizzate. C'è una buona quantità di scelta per quanto riguarda la creazione del personaggio, con quattro razze e dodici classi (tre per gara). Le tipologie di personaggi non sono tuttavia rivoluzionarie: nani, umani, elfi "Dame di Spade" e barbari, almeno all'inizio del gioco. Tuttavia c'è una notevole libertà di specializzazione man mano che si sale di livello, iniziando a distribuire i punti fra attributi ed abilità. Ci si può specializzare in tutto: dalle mazze agli archi, senza contare sette grandi scuole di magia, permettendo la creazione di quasi ogni tipo di eroico avventuriero che si possa sognare. L'enorme quantità di libertà consente una buona evoluzione durante il gioco. Ho iniziato con un ranger elfico che ho pensato che avrebbe fatto bene nel combattimento a distanza, ma alla fine mi sono trovato meglio con un incantatore specializzato nella guarigione.

Gestire il vostro gruppo o party è più coinvolgente, rispetto alla maggior parte dei giochi di ruolo, quindi non potete semplicemente buttarvi nella mischia in cerca di avventura. In primo luogo è necessario prendersi cura delle scorte alimentari, poichè senza di esse non sei autorizzato a riposarti, con la conseguenza che il tuo party diventa stanco ed inizia a perdere punti abilità. Il riposo è comunque utile per recuperare salute e mana, che si rigenerano da sole con il tempo. Per comprendere bene questo gioco occorre essere pazienti, cercando, se possibile, di ricordarsi il game-play di parecchi anni fa. In Might & Magic X: Legacy le battaglie sono spettacolari, dure e spietate.

 

 

Might & Magic X: Legacy ha una visuale in prima persona ed un movimento basato su griglia, in cui ci si muove un passo alla volta. Questo sistema funziona relativamente bene. Certamente sei bloccato in una prospettiva strana che ti costringe a vedere il mondo come se il party fosse stipato in una macchina, guardando fuori attraverso il parabrezza, mentre i quattro personaggi del gruppo devono arrancare attraverso sotterranei e foreste, con una buona scorta di asce da battaglia e bacchette magiche. Ma si fa presto ad abituarsi ad avanzare in un modo così ristretto.

Il movimento è stato addirittura migliorato, rispetto ai giochi di un tempo. Questo gioco è un tipo GDR a turni di combattimento, quindi non è possibile utilizzare trucchi. Qui sei bloccato in battaglia, una volta che un nemico ti attacca e inizia la lotta. Così, invece di andare avanti e indietro, sei bloccato in punta di piedi contro i cattivi. Questo comporta qualche combattimento estenuante, una volta che il corpo a corpo è iniziato, e nessuna possibilità di scegliere fra il coraggio e la fuga. Il combattimento è proprio spietato, fina dal primo tutorial di ricerca e pulizia dai ragni di una tana sotterranea. I mostri vi fiancheggiano e vi circondano nella maggior parte delle lotte, spesso deponendo uova. Proprio mentre hai le mani occupate con un minotauro di fronte a te, eccone altri due venuti a stressarti da dietro. La maggior parte dei mostri ha anche abilità speciali devastanti. Quasi ogni nemico ha la capacità di stordirvi con il veleno, che vi indebolisce e pietrifica. Lupi e folletti possono uccidere all'istante i personaggi del vostro gruppo. Non ricordo una battaglia facile in tutta la campagna. Il gioco, comunque, non è incredibilmente difficile, anche se si può arrivare alla noia. La sfida estrema è una scelta naturale per un classico rinnovato, ma che non rende meno amara la pillola da inghiottire. Il preambolo di apertura è emozionante quanto ascoltare qualcuno che proclama una dichiarazione dei redditi. I personaggi sono un gruppo di eroi, stranamente chiamati "predoni", che vanno in giro per fare cose a vantaggio dell'impero umano in un momento di agitazione. Fondamentalmente, questo gioco è soprattutto tattico, dove il combattimento è all'ordine del giorno, seguito da strani enigmi.

Per quanto riguarda la grafica, le animazioni possono essere un po' mosse, in particolare nelle foreste, ed il rallentamento è un evento comune nel deserto, come quando ci sono più effetti di luce sullo schermo nello stesso tempo. Might & Magic X: Legacy è un po' un viaggio di successo indietro nel tempo, in un epoca in cui i giochi di ruolo erano al contempo più semplici e complicati di oggi, e molto più esigenti in fatto di combattimenti. Se la nostalgia vi spinge a visitare questi ambienti particolari, è probabile che non rimpiangerete il tempo che spenderete per giocare a questo gioco. Se invece i vostri bei vecchi tempi non erano pieni di giochio di questo tipo, è più difficile apprezzare questo particolare tipo di sfida in cui non si fanno prigionieri.

Fonte: gamespot.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin