NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Life is Feudal: Your Own - Recensione (Early Access) - Un realistico GRD di duro lavoro medioevale

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Bitbox Ltd.

Genere: Gioco di ruolo, azione, indie

Data di uscita: 17 Novembre 2015

Modalità: Multiplayer, coop

Supporto per il controller: No

Il gioco multiplayer medioevale Life is Feudal: Your Own suonerà familiare. Si inizia in mutande con solo una manciata di biscotti (l'inizio perfetto per una giornata, in realtà) e il primo passo è quello di costruire un paio di strumenti. Con la raccolta di rami dagli alberi, di pietre prese da pendii rocciosi e di fibre vegetali trovate rovistando fra l'erba, è possibile costruire una scure per abbatere gli alberi ed una sega per tagliare i tronchi in pannelli per costruire strutture edilizie o cose mobili.

Dopo aver costruito una pala ed un piccone si può iniziare a dissotterrare i minerali, e una volta che hai costruito una fornace puoi iniziare a fonderli, il primo passo per la creazione di armi, armature e strumenti migliori. Qui la differenza, al contrario di Minecraft o addirittura di Rust, è nel tempo e nel realismo. In Minecraft puoi costruire un tugurio di base in pochi minuti, in Rust in una mezz'ora (a patto che tu non venga ucciso).

Ho trovato un piccolo insediamento su un server di Life is Feudal in cui stavano lavorando diversi giocatori, e ho registrato il loro progresso un paio di volte nel corso di una settimana. Hanno alcune fornaci in funzione, un pollaio, un inizio di fortificazioni ed un po' di terreno spianato per l'agricoltura, ma non hanno ancora un grande castello o una tentacolare borgata. La costruzione di successo è un lavoro di gruppo e ci vuole tempo reale. Il vostro inventario si basa sul peso e, in alcuni casi, sulle dimensioni degli oggetti, quindi il trasporto di qualcosa significa che deve essere lentamente portato sulla schiena, ed anche quando si taglia il legno in tavole, non potrete portarne più di una dozzina alla volta.

Le interazioni con l'ambiente vengono effettuate tramite menu a discesa. Fate click con il pulsante destro del mouse su una sezione di terreno, scegliete il tipo di azione che desiderate eseguire (ricerca, raccolta, etc.), quindi scegliete l'azione specifica. Questo è reso più semplice dalla possibilità di impostare un'attività di default, quindi se avete intenzione di raccogliere un mucchio di pietre, è possibile fare click su tale opzione subito, invece di dover navigare nei menu ogni volta. Eppure, il sistema è un po' ingombrante rispetto ad un gioco in cui si tiene un'ascia e si fa click su un albero, per esempio. Il crafting stesso è ben presentato: scegliete ciò che state cercando di fare da un elenco a discesa, che vi mostrerà gli ingredienti necessari e quante ne avete di ciascuno, e il tutto verrà fatto cliccando un pulsante del mouse.

Mentre svolgete le azioni, le vostre abilità relative aumentano. Se costruisci, potrai diventare un costruttore migliore. Se fate una fattoria, diventarete dei contadini migliori. Le abilità sono rigidamente imposte, nel senso che non potrete diventare un esperto in tutti i mestieri (ad eccezione dei server privati, dove questo può essere modificato), il che significa che dovrete puntare ad una specializzazione (fabbro, falegname, cacciatore), formando una squadra con altri giocatori che hanno altre qualifiche. I personaggi sono legati al server nel quale vengono formati, nel senso che non potete prendere il vostro super fabbro e metterlo in un mondo diverso. Ho fatto questo ragionamento: non sarebbe giusto costruire rapidamente il tuo personaggio su un server con impostazioni indulgenti e poi farlo scatenare su alcuni server duri dove le persone aumentano a fatica le loro statistiche. Tuttavia questo implica che se impiegate 80 ore per formare un personaggio, se decidete di trasferirvi su un altro server dovrete ricominciare con una tabula rasa, e questo potrebbe essere una pillola amara da ingoiare.

E' possibile creare un server privato e giocare da soli, ho fatto un po' di questo mentre imparavo a giocare, ma Life is Feudal è ovviamente quanto fortemente finalizzato ad un'esperienza di collaborazione. Qual è l'obiettivo? Be', è la sopravvivenza, per esempio, anche se di solito non è troppo difficile. Trovate un melo e potrete raccogliere rapidamente abbastanza cibo per arrivare alla fine della giornata, e potrete ascoltare bene i lupi arrabbiati prima che vi attacchino, il che consente di fuggire se non sei armato oppure armato. Se si sceglie di combattere, buona fortuna: il combattimento, in questo momento, è un po' rudimentale. Le mie lotte con i lupi consistevano nello spingere lentamente la mia ascia artigianale nella loro direzione (non c'è qualcosa che vi indichi la mira), poi ringhiavano e mi mordevano. Fate attenzione ad attaccare altri giocatori: alcuni server lo scoraggiano e possono vietarlo (mi baso sulla lettura globale delle conversazioni in chat), mentre altri sono pieni di PvP. Morire significa ricominciare da soli in mutande, e perdere un buon numero di punti abilità, oltre che giocare in uno stato di debolezza fino a quando il vostro personaggio si recupera mentalmente dal trauma. Potete anche perdere i sensi, ed il recupero richiede diversi minuti, durante i quali non sarete in grado di fare nulla, ma nel frattempo il vostro corpo può essere saccheggiato.

Il più grande problema che sto avendo con Life is Feudal è la sua completa mancanza di stabilità. Quasi tutte le sessioni si sono concluse molto prima di quanto avrei voluto a causa di crash frequenti e di timeout di server occasionali (la terza causa più comune per me era che smettevo perché calava la notte, ed era semplicemente troppo buio per godermi il gioco). Inserirsi in un server per giocare può richiedere diversi minuti, e spesso non si riesce ad unirsi al server privato che si è creato, senza alcun particolare motivo. Ci sono altri motivi d'irritazione, come il fatto che non si può tornare indietro al menu principale: è necessario uscire dal gioco del tutto, anche solo per scegliere un server diverso. Immagino che un sacco di queste cose verranno risolte in futuro, ma attualmente è fastidioso.

Ammiro la complessità di Life is Feudal, che richiede un vero e proprio investimento di tempo e dedizione da parte dei giocatori. L'idea di collaborare realmente con gli amici per costruire una città, per poi difenderla dalle città concorrenti, è sicuramente interessante, anche se al momento si sente proprio in questo modo: un'idea. La maggior parte delle caratteristiche pianificate dev'essere ancora realizzata o messa in pratica. Il costo di 40 dollari o 25 sterline è piuttosto alto, se confrontato coon i 30 dollari di DayZ. Questo gioco porta un sacco di promesse, ma mi piacerebbe davvero raccomandare Life is Feudal solo al più dedicato degli appassionati, disposto a contribuire e a soffrire, durante quelle che sembrano delle primissime fasi di sviluppo. La faccenda è poco chiara. Life is Feudal sta vendendo molto ed al momento è uno dei giochi più popolari su Steam, e questo allude ad una grande comunità di appassionati che hanno vivo interesse per il suo successo. Allo stesso tempo, c'è ancora una quantità mostruosa di lavoro da fare, da parte del team di sviluppo, che non si è ancora mostrata.

Fonte: pcgamer.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin