NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Lost Orbit - Recensione - Come sopravvivere nello spazio a tutta velocità

Piattaforme: PC, PS4

Sviluppatore: PixelNAUTS

Genere: Azione, indie

Data di uscita: 12 Maggio 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Lo spazio può essere crudele, molti pericoli sono in agguato, ed ogni attesa può rovinare la giornata. Lo abbiamo visto innumerevoli volte in molti giochi, abbiamo affrontato grandi pericoli con la massima determinazione, e raggiunto con successo l'obiettivo di tornare a casa.

Tuttavia, a differenza di molti giochi in cui c'è da uccidere un grande mostro, Lost Orbit è un grande viaggio per sopravvivere contro ogni previsione, affrontando grandi pericoli per trovare la strada di casa. Ho detto che lo spazio è pericoloso, ed Harrison, l'eroe di questo gioco, lo sa fin troppo bene. Mentre nelle profondità dello spazio era impegnato in un lavoro di manutenzione ordinaria, Harrison è rimasto bloccato dopo che la sua nave è stata distrutta da una forza sconosciuta. Dopo aver fatto ciò che gli serviva, Harrison si mette in un lungo e pericoloso viaggio per tornare a casa, se riuscirà a sopravvivere. Le probabilità sono contro il nostro eroe, lo spazio non è un luogo sicuro, e lui è armato solo di una busta e di un paio di competenze che dovrà utilizzare in questo percorso ad ostacoli.

Tuttavia Harrison non è solo in questo cammino, dal momento che è stato salvato dalla distruzione della nave da un umile droide che lo osservava da lontano. Questo droide è il tuo costante compagno di viaggio, agendo come una voce narrante che spesso dà un tono umoristico alla storia, rispetto alla deprimente situazione; mantiene inoltre le cose interessanti. Lost Orbit offre 40 livelli a cui giocare, nella maggior parte dei quali volerete nello spazio a tutta velocità, cercando di schivare tutti gli ostacoli in arrivo. Ogni livello è disseminato di pericoli, come rocce generiche, campi di asteroidi e laser pronti ad ucciderti con un solo tocco.

L'accuratezza della navigazione è necessaria per attraversare tutto ciò rimanendo vivi, ed è necessario rimanere costantemente vigili e pronti a muoversi all'ultimo secondo. Perdere la concentrazione, anche solo per una frazione di secondo, può portare ad una rapida morte, soprattutto quando si cerca di attraversare ogni livello il più velocemente possibile. Naturalmente, le cose si fanno più impegnative, quando si cerca di raggiungere l'obiettivo del miglior tempo possibile, per raggiungere il grado di platino, affrontando tutti gli ostacoli. Cercare di ottenere il miglior tempo è una sfida che riguarda soprattutto i livelli avanzati, e con tutti gli ostacoli in agguato può essere quasi impossibile raggiungere il grado più alto, quando di deve andare a velocità estremamente elevate, rendendo facile avere un incidente.

La difficoltà di Lost Orbit è facilmente una delle mie più grandi lamentele riguardo a questo gioco, poiché è costantemente impegnativo dover schivare i pericoli rappresentati dagli ostacoli, ma spesso ho trovato che alcuni livelli sono peggiori di altri. Navigare lungo vie che sono dei vicoli ciechi, pieni di continue minacce, è sempre fastidioso, anche se ciò che mi ha infastidito maggiormente sono i picchi di difficoltà apparentemente casuali. In un primo momento un livello viene superato con facilità, ma in quello seguente ho dovuto affrontare innumerevoli morti a causa di ostacoli più difficili, per poi avere di nuovo vita facile in quello successivo. Questo mi ha infastidito.

In rare occasioni la difficoltà per me non è stata un problema, il gioco dispone di quattro diverse sezioni su dei pianeti o di un settore di spazio. All'interno di ognuna di queste fasi c'è sempre un unico livello che è estremamente facile, ma questo è fatto di proposito; questi livelli sono come ostacoli una tantum, e invece di trascorrere il tempo per focalizzarsi di più sulla storia, si viene aiutati a conoscere meglio il nostro personaggio. Ho apprezzato questi livelli brevi ma memorabili, perché interrompevano il caos dello schivare gli ostacoli per qualcosa che valeva la pena conoscere, la storia.

Giocando a Lost Orbit il sogno è quello di ottenere il punteggio più alto, cercando di raggiungere il grado di platino; questo è impegnativo e richiede un sacco di lavoro. Nei miei tentativi di raggiungere il miglior punteggio possibile sono riuscito in più occasioni, ma nei rari momenti che ero vicino al migliore sono rimasto affascinato dal meraviglioso sistema di aggiornamento. Ogni livello è pieno di oggetti da collezionare, chiamati obtanium, e raccogliendoli si possono utilizzare per acquistare gli aggiornamenti per le qualifiche di Harrison, anche se il funzionamento all'interno del gioco non funziona molto come previsto. I boos di velocità sono uno degli elementi chiave, necessari per raggiungere il miglior tempo, ma altri aggiornamenti mi hanno salvato la vita in una serie di occasioni, come una breve sosta.

Viaggiare attraverso lo spazio, schivando gli ostacoli e sentendo l'analisi del droide sulla situazione, è stato costantemente piacevole in tutti i quaranta livelli, ma mi sarebbe piaciuto avere qualcosa in più dal gioco. I pericoli che s'incontrano attraverso i livelli di gioco si sentono appropriati ad un'ambientazione spaziale, quanto futuristici, in particolare nei livelli avanzati, in cui laser e pistole sono una minaccia molto reale. Gli asteroidi sono un problema costante, ma mi sono regolarmente trovato a chiedere una maggiore varietà di pericoli, ma sono stato raramente accontentato. Anche se quaranta livelli sono parecchi, non si sentono sufficienti, contando anche l'inseguimento al punteggio ed una modalità di percorso a tempo decente, che onestamente non offre la stessa emozione della storia; ho desiderato di avere più livelli. Ciascuno è stato divertente da giocare e non ha perso il suo fascino se giocato un paio di volte, in effetti mi sentivo regolarmente come se stessi imparando qualcosa riguardo al livello e al tempo.

Questo gioco è tutto un perdersi nello spazio, con un lungo viaggio quasi senza speranza per tornare a casa, ed ogni livello coglie splendidamente questi aspetti. La colonna sonora di sottofondo si sente quasi triste, a volte rende bene la sensazione che prova Harrison nel suo viaggio lungo e faticoso, nel frattempo suona bene anche per la sensazione di perdersi davvero. Lost Orbit cattura perfettamente la sensazione di tristezza e di dolore che provengono dal perdersi nello spazio, mentre coinvolge il giocatore in un'avventura ben fatta. Un paio di livelli non mi sono piaciuti, ma non posso negare che da questo gioco ho ottenuto qualità, e penso che molte persone ne dovrebbero godere, se lo giocheranno.

Fonte: gameluster.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin