NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Hotline Miami 2: Wrong Number - Recensione - Una violenza brutale

 

Piattaforma: PC

Sviluppatore: Dennaton Games

Genere: Azione

Data di uscita: 10 Marzo 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Questo sequel è brutale e selvaggio, ancor più dell'originale del 2012, ma non è per la sua violenza che non riesco a smettere di pensare ad esso. Né per il fatto che questo gioco richiede capacità di memorizzazione e d'improvvisazione, entrambe in misura soddisfacente. In realtà, il fatto che Hotline Miami 2 sia memorabile non ha nulla a che fare con i punti di forza dell'originale.

Si tratta di una deviazione audace dal suo predecessore in molti modi, alcuni dei quali funzionano e altri no, ma è anche un cambiamento rispetto alle convenzioni narrative di quasi tutti i giochi. Non è così liscio o snello come l'originale, ma quegli stessi cambiamenti lo rendono uno dei giochi più affascinanti a cui abbia mai giocato.
Hotline Miami 2 è ancora un gioco in cui occorre uccidere, in maniera incauta e variamente possibile, come se fosse l'ultima volta. Nessun altro gioco di azione arriva alla costruzione di un tale condensato, ciclo di trance di ripetuti fallimenti e raffinatezza, che culmina in ogni fase con una perfetta quanto super elegante corsa. E' sempre difficile, mai troppo frustrante, e la vittoria è frequente e sublime.
Questa volta, però, ci si aspetta molto di più dal giocatore. I livelli sono molto, molto più grandi di quanto fossero nell'originale, con il più grande fra di loro che ospita piccoli eserciti di nemici da uccidere e da cui non farsi ammazzare. Ci sono molti nemici che possono essere uccisi solo in un certo modo, alcuni solo con i fucili, alcuni solo con attacchi corpo a corpo, e questo ti costringe a cambiare costantemente l'approccio, garantendo che non si possa superare un livello con una singola arma.
Hotline Miami 2 è molto più difficile rispetto al suo predecessore, il che lo rende ancora più gratificante quando avete finalmente finito di spazzare un palcoscenico. Tuttavia i livelli scoraggiano quella sorta d'incoscienza ipnotica che ho amato in Hotline Miami. Alcuni livelli richiedono molto tempo per essere terminati, e più tempo si spende a fare progressi, più le vostre morti temerarie sono demoralizzanti. C'è un accento maggiore sulla sopravvivenza, che non può fare a meno di prendere un po' dell'enfasi della carneficina sfrenata.
Anche se il gameplay è un po' meno fluido, la presentazione di Hotline Miami 2 è più impermeabile di quanto non lo sia mai stato l'originale. La star dello show è la colonna sonora, che non posso lodare abbastanza. Si tratta di una lista amorevolmente curata di marmellate di sintetizzatori in stile anni '80, simile a quelle dei polizieschi ricchi di azione. Sto lasciando il folle gioco in background mentre io lavoro, solo così posso continuare ad ascoltare i miei brani preferiti, ne sto ascoltando uno proprio ora, in realtà, mentre scrivo questo.

Oltre a rappresentare una sfida maggiore, il gameplay di Hotline Miami 2 non è poi così diverso da quello dell'originale, ma il quadro complessivo di questo gioco è dove le cose iniziano a diventare davvero interessanti. Per cominciare, ci sono nove differenti personaggi giocabili (uno dei quali è in realtà un gruppo di cinque personaggi), ognuno con le proprie meccaniche e sbloccabile. Buona è l'idea di poter usufruire di un vasto catalogo di maschere, fra cui scegliere quella migliore per il vostro stile di gioco ad ogni tappa. Ogni livello di Hotline Miami 2 vi getta in uno di questi nove ruoli, dando un sottoinsieme molto più limitato di maschere ed armi fra cui scegliere.
Questa struttura è tutt'altro che stereotipata, il che è rischioso, considerando la forza della formula di Hotline Miami. Alcuni personaggi esulano totalmente dalla solita routine, comportandosi in modo completamente diverso rispetto alle loro controparti. Evan, per esempio, è uno scrittore che preferisce combattere in maniera non fatale, a meno che non uccida qualcuno che lo faccia diventare una bestia sanguinaria. Un altro personaggio è un soldato della guerriglia che usa una sola arma, e che deve raccogliere munizioni quando le ha finite. Alcuni personaggi sono più interessanti e unici rispetto ad altri, ma sto dicendo che il momento migliore che ho avuto in Hotline Miami 2 è quando ho giocato nei panni dei tifosi, un gruppo di violenti vigilantes progettato per simulare l'esperianza del gioco originale.
Quando si gioca come i tifosi, si può scegliere fra una piccola collezione di maschere con alcuni poteri selvaggi, come quello che ti permette di schivare il fuoco nemico rotolandoci sotto, o uno che ti fa usare due mitra, in stile John Woo. I fan rappresentano i personaggi più divertenti con cui abbia giocato in questa serie, perché attingono dalle migliori meccaniche che rendono grande Hotline Miami. Ho sempre perso quando non erano in giro.
In Hotline Miami 2 è quasi come se gli eventi fossero stati mescolati e gettati in aria, per poi essere affrontati nell'ordine con cui sono atterrati. Otterrete degli occasionali momenti di lucidità, interi capitoli da affrontare dal medesimo punto di vista, per esempio, ma soprattutto il gioco di ping-pong fra persone, luoghi e decenni in ogni nuovo livello. Si deve lavorare per allineare le stelle del gioco, ma è un lavoro che vale totalmente la pena di essere fatto.


Hotline Miami 2 suona quasi come un romanzo giallo sotto l'effetto della droga. Sono diventato ossessionato con la meccanica delle uccisioni come mascherato, ed il gioco esplora le origini ed i capolinea delle cose, con storie sorprendentemente profonde e personali in mezzo. Ci sono alcune deviazioni imbarazzanti qua e là, a volte i personaggi sono gettati in una sequenza di combattimento assurda, ma nel complesso è un racconto avvincente che culmina nella fine più pazza e audace che abbia mai visto in un videogioco, nessuno escluso.
Hotline Miami 2 è anche una grande stupidaggine. In una sequenza, il tuo personaggio batte a morte un altro personaggio, lentamente e con calma. [...] Hotline Miami è stato certamente un gioco violento, ma era molto più facile pensare semplicemente ai tuoi nemici uccisi come ad un mucchio di punti insanguinati. In Hotline Miami 2, l'esponenziale e maggiore carneficina è molto più difficile da digerire. L'originale Hotline Miami fa una domanda in una delle sue prime scene: "Ti piace ferire altre persone?". Hotline Miami 2 aspetta una risposta.
Hotline Miami 2 si guarda come il suo predecessore, ma è una bestia completamente diversa. L'originale era un farmaco, una cosa ipnotica e pulsante. Hotline Miami 2 rende consapevolmente quanto leggermente più difficile perdersi in quel flusso, ma devo ancora fare pratica con questo tipo di trance. Questo fornisce gli strumenti e la libertà necessari per eseguire incredibili combo di uccisioni, e poi ti dà il tempo per considerare le conseguenze. Questo potrebbe essere ciò che ha reso Hotline Miami 2 un'esperienza per me indimenticabile: fra queste due metà, l'uccisione e la conseguenza, io non so ancora quale sia la più brutale.
Fonte: polygon.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin