NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!



Assassin's Creed IV: Black Flag - Recensione - Un gioco che non scherza, vasto e tutto da esplorare.

Piattaforme: PS3, PS4, Wii U, Xbox 360, Xbox One e PC

Sviluppatore: Ubisoft

Genere: Azione

Data di uscita: 29 ottobre 2013

Modalità di gioco: Single e Multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Come ci si può allontanare da casa, sapendo che forse non si farà ritorno? Questa è la domanda fondamentale di Assassin's Creed IV: Black Flag. E' qualcosa che affligge Edward Kenway, l'eroe furbastro del gioco, mentre esplora i Caraibi in cerca di ricchezza e con il sogno di ritornare in Inghilterra da "uomo più rispettabile". (Per quanto la ricchezza possa rendere rispettabili. N.d.T.). Ma per quanto Kenway sospiri il giorno in cui si possa lasciare la vita dei pirati alle spalle, è per lui difficile resistere al senso di libertà che può offrire la vita in mare aperto. E chi potrebbe biasimarlo? Perchè dopo questo racconto di avventure in alto mare, splendidamente realizzato, è difficile immaginare un nuovo episodio di Assassin's Creed tornare alle sue radici sulla terraferma.

Il mondo di Assassin's Creed 4: Black Flag è a dir poco notevole. Il gioco, infatti, dimostra di avere l'aspetto più aperto di tutta la storia di questo franchise, con una resa virtuale delle Indie Occidentali comprendente tutti i tipi di colonie fiorenti, le rovine dei Maya e giungle mortali. Città come l'Avana e Nassau riflettono l'attenzione dello sviluppatore per i dettagli, dalle cattedrali in pietra alle taverne sgangherate. Poi ci sono isole remote, abitate solamente da granchi e tartarughe marine, relitti subacuei in attesa di essere esplorati, nonché vaste distese di scintillanti acque caraibiche che sono splendide quanto micidiali.

Ciò che rende Black Flag così speciale è il modo in cui crea l'emozione di navigare in mare aperto, come assistere allo spettacolo di una megattera che salta in aria e spruzza d'acqua il ponte della nave, o le urla fragorose del vostro equipaggio che provengono da una baracca sulla riva del mare, mentre il sole sta calando al di là dell'orizzonte. C'è sempre la sensazione che ci sia qualcosa di nuovo da scoprire, e questo compensa l'ansia di essere catturati. E' una delizia navigare semplicemente verso il tramonto, in Assassin's Creed IV: Black Flag.

Ciò che era iniziato come una serie di missioni isolate in Assassin's Creed III, è esploso a pieno titolo in un gioco di esplorazione, scoperta e combattimento. In Black Flag, Kenway prende presto il timone del Taccola, una nave pirata che ha chiaramente visto giorni migliori. Partendo da questo, è compito vostro rendere il Taccola in grado di competere con le più potenti navi da guerra dei Caraibi. Dopo tutto, l'oro spagnolo non si saccheggia da solo.

Rendere competitiva la vostra imbarcazione con le superpotenze navali, in una fase iniziale, sembra un compito arduo, ma questo processo di miglioramento rende Black Flag incredibilmente gratificante. Questo gioco vi dà un numero enorme di possibilità per raccogliere il denaro necessario per poter affrontare il mare con sicurezza. Si può incappare in una ricerca di un tesoro armati solamente di una mappa rozzamente disegnata, oppure ci si può infiltrare silenziosamente in un magazzino militare per raccogliere il legno ed il metallo necessari per migliorare lo scafo del Taccola. Un rellitto galleggiante in lontananza potrebbe essere una cassa di rum, vendibile per migliorare un vostro mortaio, oppure un marinaio naufrago, utile per aumentare il numero di unità del vostro equipaggio. Black Flag non solo è un mondo molto bello da vedere, ma ti dà un sacco di motivi per scappare ed esplorare. Questo gioco si basa sulle missioni Navali di Assassin's Creed III, creando una buona esperienza come correre sulla terraferma. La manutenzione ed il miglioramento della tua nave sono molto importanti per le battaglie navali. Sia la trama principale sia le missioni secondarie sono piene di battaglie di questo tipo, dove il posizionamento strategico e le cannonate si fondono in esaltanti gare di supremazia navale, E' un sistema che permette una varietà di tattiche senza mai impantanarsi in controlli eccessivamente complicati, come attaccare da lontano le forze nemiche con un colpo di mortaio ben piazzato o con lo scaricamento di barili esplosivi sulla rotta di un nemico ignaro. Qualunque sia l'approccio adottato, la gestione delle battaglie navali è estremamente spassosa.

 

 

I combattimenti non sono solamente un caos sfrenato, ma il gioco vi incoraggia a prendervi delle pause e sorvegliare il paesaggio prima di lanciarvi alla carica. Con l'aiuto del cannocchiale, si può esplorare il carico di un'altra nave, per decidere le le risorse a bordo corrispondono alle vostre attuali esigenze. Questo aspetto di ricognizione rende molto soddisfacenti gli scontri; il successo non deriva solamente dall'accuratezza dei vostri colpi di cannone, ma anche come abilmente si calcola il rischio in base alla ricompensa. Distruggere definitivamente una nave ti premia solo con la metà del carico, quindi risulta cinicamente più utile salire a bordo di queste imbarcazioni, a volte pescherecci, e logorare i loro equipaggi riluttanti, per accumulare pienamente il loro carico. Tutto ciò si concretizza in acrobazie da una nave all'altra, scambiando colpi di spada con i marinai nemici, per poi vedere il vostro equipaggio applaudire fragorosamente quando il nemico si arrende. Questi raid contro navi nemiche possono fruttarvi rottami come ricambi per le vostre armi, oppure per inviare in missione imbarcazioni lungo le tratte commerciali per guadagnare più soldi. Se riuscite a sorpassare una fortezza, potrete sbloccare dozzine di nuovi obiettivi sulla mappa, come ad esempio la posizione dei grandi squali bianchi, la cui pelle si può utilizzare per costruire migliori armature, oppure risparmiare denaro per acquistare una campana subacquea che vi permetterà di esplorare i fondali marini. Non importa tanto dove andate o cosa fate, dal momento che è impossibile non sentire che state avenzando in qualche modo.

La storia ruota attorno al suddetto Edward Kenway, un affascinante piantagrane di Bristol, ed è anche il nonno di Connor Kenway, il protagonista di Assassin's Creed 3. La storia di Kenway è abbastanza comune: egli è un contadino in cerca di ricchezza per costruirsi una vita migliore a casa. Kenway non è né un assassino né un templare. E' un uomo la cui unica alleanza è l'equipaggio della sua nave. Tuttavia, col tempo, il suo scopo principale diventa quello di tornare a casa e fare del bene alla sua ex-moglie. E' una storia che esplora il lato umano dei pirati, dipingendo figure in una luce che riesce perfino a trasformare Barbanera in un personaggio simpatico.

Un insieme eclettico di personaggi secondari ruota intorno alla storia principale, senza però andare a fondo per quanto riguarda tematiche come la razza e il sesso nell'era del colonialismo. La serie di Assassin's Creed ha sempre dimostrato il talento di Ubisoft per rendere avvincenti i paesaggi urbani, e questa capacità non è andata persa per rendere molto belle graficamente le isole e le giungle dei Caraibi. Black Flag è piuttosto impressionante su PlayStation 4, dove una migliore illuminazione ed una risoluzione maggiore creano un mondo d'incredibile fedeltà visiva ed impatto artistico. Se si osserva bene, si è in grado di notare anche i piccoli particolari, come ad esempio il modo con cui si muove il fogliame mentre Kenway s'intrufola fra i cespugli, o il realistico movimento delle vele, quando sono spazzate da un forte vento marino. Sulla terraferma si possono fare cose come cacciare animali selvatici per utilizzare le loro pelli, o sabotare furtivamente il campanello d'allarme di una base nemica. Quando scoppia una rissa con combattimento corpo a corpo, Black Flag risulta molto simile ai suoi predecessori: i duelli con le spade sono fluidi e vivaci come sempre.

Black Flag rappresenta un mondo pieno d'avventura e di opportunità, dove il trovare tesori in una giungla remota può rappresentare un cambiamento di sorte in una massiccia battaglia navale contro le potenti navi spagnole. C'è un'incredibile quantità di cose da fare, con un grande livello di armonia fra le varie componenti di questo gioco, che incoraggia a provare tutto, con una storia che fa da collante all'intera vicenda. Assassin's Creed IV: Black Flag è un gioco ambizioso che riesce nell'intento di tenere in pista la serie.

Fonte: gamespot.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin